F1 | Red Bull, Christian Horner: “Continueremo a lottare e mettere pressione alla Mercedes”

Nonostante le lacune mostrate dalla RB16B ad Istanbul, Verstappen e Perez si prendono il podio e il mondiale è di nuovo in mano all'olandese

F1 | Red Bull, Christian Horner: “Continueremo a lottare e mettere pressione alla Mercedes”

La Red Bull lascia la Turchia con un bilancio assolutamente positivo: nonostante le difficoltà e i problemi mostrati dalla RB16B – confermati anche da Max Verstappen, non del tutto a suo agio con la vettura – il team anglo-austriaco riesce a piazzare entrambe le vetture sul podio e a riprendersi la leadership del mondiale piloti. La gara di Max Verstappen è assolutamente lineare e senza problemi: l’olandese segue fedelmente gli scarichi della Mercedes di Valtteri Bottas, senza mai poterlo impensierire davvero. Danni limitati, come si suol dire, e Max conserva il secondo posto, grazie anche alla difesa attuata da Sergio Perez. Il messicano, finalmente, c’è, si fa vedere e lotta con le unghie e con i denti per tenere dietro proprio Lewis Hamilton, a caccia del podio e della Red Bull numero 33. Perez, però, si è difeso con tutte le forze, tenendosi la posizione e andando alla fine a conquistare il terzo posto. Ottimo weekend per la Red Bull di Christian Horner, che adesso guarda ad Austin, pronta a non mollare nemmeno di un millesimo.

Terminare questo weekend con un doppio podio è un grande risultato. Max si è ripreso la leadership del mondiale su una pista in cui tradizionalmente la Mercedes è favorita, abbiamo limitato i danni con un grande lavoro di squadra che ci ha portato diversi punti, per questo continueremo a lottare – ha detto il team principal – la leadership del campionato continua a passare di mano in mano e il resto della stagione sarà dura, abbiamo delle gare importanti davanti a noi che metteranno la Mercedes sotto pressione. 

Il momento cruciale della nostra gara è arrivato quando Checo è rientrato ai box, potevamo tenerlo fuori per cercare di rallentare Lewis, ma abbiamo deciso di richiamarlo perché pensavamo che Hamilton non sarebbe arrivato a fine gara con quelle gomme – ha spiegato Horner – Checo ha fatto un grande lavoro oggi, ha lottato duramente con Lewis esattamente come Max. Sono stati ruota a ruota ed è quasi finito in pit-lane quando Lewis stava per sorpassarlo, e da li è stata una gara di resistenza fino al traguardo e Checo ce l’ha fatta. La prossima gara, ad Austin, è uno dei fortini di Hamilton, per cui dovremo essere al meglio della forma, è bello essere in questa lotta per il mondiale e anche il team si sta godendo la sfida“.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati