F1, polemiche sull’F-duct Mercedes anche in Cina

Red Bull e Lotus decise a chiedere nuove verifiche

F1, polemiche sull’F-duct Mercedes anche in Cina

La controversia sui sistemi F-duct continuerà anche al GP Cina, tra due settimane. La nuova polemica sulle ali posteriori è scoppiata quando la FIA ha dato il via libera all’F-duct passivo della Mercedes W03.

“Non è ancora finita” ha confermato ad Auto Bild il consulente della Red Bull, Helmut Marko, lasciando intendere che il team campione del mondo ha chiesto nuove verifiche alla Federazione.
Già in Australia e Malesia si era paventato il rischio di una protesta ufficiale da parte di Red Bull e Lotus. Finora la FIA ha dichiarato il sistema legale dal momento che si tratta, appunto, di un sistema passivo attivato insieme al DRS.

Si è appreso però che il direttore tecnico della Lotus, James Allison, avrebbe trovato altre prove contro la soluzione della Mercedes e avrebbe proposto al delegato tecnico della FIA, Charlie Whiting, ulteriori verifiche prima del weekend di Shanghai.

Mentre la Ferrari sembra al momento appoggiare le lamentele di Red Bull e Lotus la McLaren è rimasta fuori dalla polemica.

F1, polemiche sull’F-duct Mercedes anche in Cina
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

29 commenti
  1. Bart

    2 aprile 2012 at 14:58

    E basta!!!! Ancora a lamentarsi!!! Ma se la FIA ben due volte ha ritenuto legale il sistema ma che cavolo insistono ancora?Perquesto la F1 sta finendo…La si vuuole innovativa con soluzionida parte dei team, poi quando se ne presenta uno subito scoppia la polemica….. Ke burla!!!!!

    • Alex 80

      2 aprile 2012 at 16:39

      Le polimeche in verità ci sono sempre state e sempre ci saranno . E che ci sono molte restrizioni , pensa se non ce ne fossero.

    • Gianca

      3 aprile 2012 at 09:33

      bhè se lo stesso sistema lo avesse portato la redbull sarebbe stato sicuramente vietato, la fia lascia un pò fare alle asquadre rimaste indietro per favorire lo spettaccolo, se due anni fa fosse stata la brawn a introdurre gli scarichi soffiati sarebbero stati vietati, se ancor prima fosse stata la ferrari a introdurre il diffusore con il buco anzichè la brawn sarebbe stato sicuramente vietato, insomma è pieno di esempi simili. Poi ovvio che ci siano sempre squadre che si lamentano….
      Per il discorso dell’innovazione, l’f-duck è stata una bella innovazione quando fu introdotta dalla mc-laren. Ora la Mercedes non sta innovando nulla, cerca di reintrodurre una cosa vietata interpretando il regolamento a modo suo, e la fia gli lascia fare proprio perchè spera di avere un’altra squadra al vertice e avere più spettaccolo.

  2. Costantino

    2 aprile 2012 at 15:05

    Ancora
    che invidiosi red e lotus
    basta!

  3. massj

    2 aprile 2012 at 15:09

    L’insistenza della Red Bull ha molte motivazioni.

    La prima è che con una velocità di punta così, in qualifica la Mercedes batte la Red Bull nettamente e quindi costringe le lattine a partire indietro.

    La seconda è che sulle ali flessibili l’anno scorso la Mercedes ha rotto parecchio le scatole, tanto che glgi attuali 100kg nelle prove tecniche hanno di fatto tolto flessibilità alle ali red bull.

    La terza è che la Mercedes a sua volta ha chiesto delle verifiche sul soffiaggio in rilascio dei motori Renault.

    Continueranno a chiedere chiarimenti finché Newey non avrà pronto un f-duct passivo.

    • Mattia

      2 aprile 2012 at 15:19

      Completamente d’accordo sulla prima motivazione.
      Per quanto riguarda le ali flessibili, quasi tutte le scuderie dicevano che quelle delle Red Bull non era regolari, ma poi si sono adattati alla decisione della FIA (o, come la Ferrari, l’hanno addirittura implementata).
      La Mercedes ha parlato del possibile soffiaggio del motore Renault più come minaccia visto che non ha mai reclamato ufficialmente. Praticamente per dire: “Non rompete con la storia del F-Duct, altrimenti io protesto per il vostro motore e sono cavoli vostri”.

  4. ziwa

    2 aprile 2012 at 15:23

    Curioso che a lamentarsi sia proprio la Red Bull che ha vinto gli ultimi due mondiali con scarichi “DROGATI” e ali miracolosamente flessibili!

  5. angelo 84

    2 aprile 2012 at 15:27

    vogliamo arrivare fino al brasile a lamentarsi ancora dell f duct mercedes?

  6. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    2 aprile 2012 at 15:28

    Per quello che ho potuto vedere finora, l’F-duct passivo della Mercedes lavora benissimo in qualifica quando puo’ essere usato liberamente, ma poi in gara non costituisce un vantaggio clamoroso.
    Ora, questa e’ solo una mia interpretazione frutto dei risultati delle prime due gare che sono state anche un tantino anomale, ma i numeri parlano abbastanza chiaro cosi’ come altri parametri indicativi di un’aereodinamica / meccanica sbilanciata (consumo delle gomme eccessivo e ritmo lento a serbatoio pieno).

    Certo che se i team pensassero ad introdurre soluzioni ancora piu’ innovative invece che perder tempo con le carte bollate sarebbe molto meglio per questo sport.

  7. anonima

    2 aprile 2012 at 15:41

    Veramente io avevo letto che la Ferrari si e’ unita alla Red Bull e Lotus almeno l’articolo dice cosi’e anche in altri articoli dicono che Domenicali si e’ unito a queste scuderie,mentre la Mclaren no. http://f1grandprix.motorionline.com/anche-la-ferrari-si-unisce-alla-crociata-anti-f-duct/

    • dekracap

      2 aprile 2012 at 22:59

      Certo la McLaren in primis non vuole litigare aspramente con la squadra ufficiale del suo fornitore di motori, poi le Mercedes che in qualifica gli si mettono tra loro e le RBR sono un bel vantaggio per lei… 😉

  8. F1&Rally

    2 aprile 2012 at 15:41

    Amo l’ automobilismo perchè ho la passione dei motori, non per la passione per l’ aeronautica, assurdo che i motori non contano più nulla semplicemente assurdo!!
    Cavolo che bei tempi quando vedevi tutti insieme V8, V10, V12, ognuno con le sue potenze, ognuno con le sue erogazioni, ognuno con le sue piste preferite, ognuno con il suo rumore, partivano all’ inizio d’ anno con 700 CV e finivano con 800 CV, ogni tanto qualche rottura, ma così è semplicemente assurdo, tutta aerodinamica, che schifo!!

    • PaoloF

      2 aprile 2012 at 17:37

      PAROLE SANTE !!!!
      Quanto era bello andare a vedere la F1 a Monza o ad Imola e riconoscere le macchine dai motori, prima ancora di vederle sbucare dalle curve, roba da intenditori.

      • jonnymor

        2 aprile 2012 at 21:31

        ..concordo pienamente con voi…il rumore dei motori turbo che presto torneranno in F1 è una delle cose piu orrende che c’è…l’urlo da brividi del 12 cilindri Ferrari è purtroppo solo un ricordo…sull’F-duct mercedes è chiaro che in qualifica con il DRS libero gli fa guadagnare qualche decimo che se i distacchi restano quelli di adesso è un bel vantaggio..in gara è un’altra cosa…

  9. kroky78

    2 aprile 2012 at 16:14

    Neverending Storyyyy…. In Red Bull se ne sono sempre fregati delle velocità di punta perchè puntavano tutto sul carico monstre e sull’ agilità nei misti. Adesso che senza gli scarichi soffiati il giochetto non funziona più continuano a piangere per l’ F-duct Mercedes. Non sempre si può vincere… bisogna saper perdere, caro Helmut Marko!

  10. paolo

    2 aprile 2012 at 16:58

    secondo me sto sistema centra con i problemi di consumo gomme della mercedes.

    • Mister_Willy

      2 aprile 2012 at 18:15

      Assolutamente no,visto che è un sistema che serve a mandare in stallo l’ala posteriore quando viene attivato il DRS facendo si che si incrementi ulteriormente la velocità di punta…e sto DRS quand’è che lo usano? In rettilineo.
      Diciamo che da un bel vantaggio in qualifica quando l’utilizzo dell’ala mobile è libero,ma in gara è già molto meno utile…poi la Mercedes bruciava le gomme pure lo scorso anno che questo sistema non ce lo aveva.

      • Gianluca RB

        2 aprile 2012 at 23:43

        infatti concordo, poi in gara viene usato raramente

  11. marco

    2 aprile 2012 at 16:59

    infatti e’ questa la strada da seguire!cioe’ piu’ carico degli avversari e piu’ agilita’ nel misto perche’ ci sono piu curve in un circuito rispetto ai rettilinei!Ma questo carico non va ricercato con le ali(la RB fino all’anno scorso aveva sempre ali molto piu’ scariche di tutti a parita’ di circuito,poiche’ aveva un carico dato dall’aerodinamica!non dalle ali)quindi la RB era la auto migliore.Se guardate dei video della ferrari noterete che ha sempre un ala posteriore piu’ carica della RB anche quest’anno.

    • Mister_Willy

      2 aprile 2012 at 18:37

      Non c’è una strada giusta e una sbagliata:quando si progetta una vettura di F1 si decide a priori se privilegiare la velocità sul dritto o la tenuta in curva,e se fai una buona macchina i tempi alla fine saltano fuori sia che venga scelta una filosofia o l’altra.
      L’importante come in tutte le cose è che sia un certo equilibrio.

    • Gianluca RB

      2 aprile 2012 at 19:07

      si, ed è per questo che la mclaren ora è l’auto da battere, senza invenzioni particilaro o segreti (almeno non ancora trovati) si sono rivelati la squadra che ha la macchina più equilibrata

  12. Speed Limit OO

    2 aprile 2012 at 20:27

    ma basta con queste polemiche… dopotutto il kaiser ha bisogno di qualche “espediente” per arrivare al suo primo podio dopo il rientro…

  13. perritos

    2 aprile 2012 at 21:52

    Invece di schierarvi contro la Mercedes o contro la Redbull perche non provate a ragionare?
    Secondo voi sarebbe regolare un sistema in cui il pilota, girando il volante a destra o a sinistra, attraverso il tirante dello sterzo apre o chiude una presa d’aria che sfrutti il principio dell’F-Duct in modo che diminuisca la resistenza quando l’auto va dritta?
    Il pilota gira il volante principalmente per sterzare ma la sua azione (e quindi non passiva) ha anche l’effetto di attivare un sistema che è stato proibito se usato in modo attivo.
    Quindi secondo me, la mercedes è irregolare.
    Al contrario il W-Duct che è completamente passivo è regolare.
    Piu semplice di cosi’

    • dekracap

      2 aprile 2012 at 22:39

      Prova a ragionare tu ora…. nella Mercedes la manovra di apertura del DRS non apre o chiude nessun flap, fatta eccezione per quello regolamentato dalle regole del DRS.
      Solo che il flap una volta aperto permette che l’aria raggiunga una zona che prima andava a coprire… nel tuo esempio invece la sterzata dovrebbe muovere un flap, e nessun dispositivo aerodinamico (il flap di cui parli) DRS escluso, può essere mobile….. dunque la tua è irregolare, quella della Mercedes no, perchè non c’è nessun pezzo di macchina in movimento, oltre al flap del DRS, e il corpo del pilota non devia nessun flusso aerodinamico (regola che bandisce il vero F-Duct)

      • perritos

        2 aprile 2012 at 22:50

        Chi ha parlato di flap?
        Se c’è una parte meccanica in movimento (nel mio caso lo sterzo) la si può sempre sfruttare per far si che ostruisca o permetta un flusso di aria di passare in un canale.
        Non sto qui a studiare il sistema nelle sue specifiche tecniche, quello che conta è l’idea che è sicuramente fattibile.
        Sia che il pilota attivi il DRS o giri il volante, non si puo in entrambi i casi parlare di sistema F-Duct passivo.
        Il vero F-Duct passivo è il W-Duct frontale.

      • dekracap

        2 aprile 2012 at 23:01

        Il tirante dello sterzo come può chiuderti una presa d’aria se non collegato ad un flap, visto che lui stesso non può avere per regolamento un profilo alare?

    • Speed Limit OO

      3 aprile 2012 at 17:51

      perritos… ma che ca**o stai a di’?

      • perritos

        3 aprile 2012 at 22:56

        Speed Limit…. non ti rispondo nemmeno tanto lo so che avrai si e no 10 anni

      • Speed Limit OO

        4 aprile 2012 at 00:12

        L’hai già fatto, sapientone… piuttosto non ti disturbo ulteriormente, quindi torna a studiare i fantomatici effetti del famigerato F-duct… manco fossi un ingegnere aerospaziale… forse la mercedes ti ingaggerà come massimo esperto in materia, per domostrare alla Fia la genuinità del sistema… uuuh… forza che ce la fai…

        …po’racci…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati