Lotus: protesta ufficiale contro l’ala posteriore Mercedes

La vettura del team tedesco aveva superato le verifiche anche in Cina

Lotus: protesta ufficiale contro l’ala posteriore Mercedes

Dopo due gare di polemiche sulla legalità dell’ala posteriore della Mercedes W03 con il discusso F-duct passivo la Lotus ha deciso di presentare una protesta ufficiale al GP Cina a Shanghai. La protesta è stata presentata oggi dopo che la vettura del team di Brackley aveva superato di nuovo le verifiche tecniche come in Australia e Malesia.

Il sistema, completamente passivo, si attiva in concomitanza con l’attivazione del DRS aprendo dei buchi in ciascuna delle paratie dell’ala posteriore. Questi buchi incanalano l’aria verso il muso della vettura mandando in stallo l’ala anteriore e migliorando le velocità di punta.

Il dibattito riguarda il dubbio che il sistema rappresenti una componente aerodinamica mobile attivata dal pilota (articolo 3.15 del regolamento tecnico) che proibisce “qualsiasi dispositivo che utilizzi il movimento del pilota per alterare le caratteristiche aerodinamiche della vettura”, escluso ovviamente il DRS.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

38 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati