F1 | Penalità Vettel, inammissibile ricorso Ferrari: prove non sufficientemente significative

Nulla di fatto per la Scuderia del Cavallino, che si era detta ottimista sugli elementi presentati

F1 | Penalità Vettel, inammissibile ricorso Ferrari: prove non sufficientemente significative

Nulla di fatto dunque per la Ferrari, che vede confermata la penalità inflitta a Sebastian Vettel durante il Gran Premio del Canada. Poco dopo le 14, Laurent Mekies, in rappresentanza della Scuderia del Cavallino si è presentato alla Race Control per fornire nuove prove ai commissari di Montreal. Si era detto ottimista il direttore sportivo della Rossa, per lui le prove erano schiaccianti in favore del tedesco, ma evidentemente non è stato così per gli arbitri della corsa canadese, giunti fino a Le Castellet per esaminare le nuove prove presentate dalla Ferrari. Beh, dopo due ore di consultazioni, i commissari hanno ritenuto le prove non sufficientemente significative, e quindi il risultato di Montreal resta invariato, con Lewis Hamilton vincitore davanti a Vettel e Leclerc.

F1 | Penalità Vettel, inammissibile ricorso Ferrari: prove non sufficientemente significative
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

11 commenti
  1. Susan

    21 giugno 2019 at 17:11

    Commissari VENDUTI e CORNUTI e fa anche rima

  2. Susan

    21 giugno 2019 at 17:28

    F1 al soldo dei krukki

  3. Susan

    21 giugno 2019 at 17:29

    Ferrari nn sai farti rispettare

  4. Susan

    21 giugno 2019 at 17:31

    Commissari da far fuori subito e x gli ani a venire dalla f1

  5. Susan

    21 giugno 2019 at 17:32

    F1 : Formula Imbecilli nessuno escluso

  6. Susan

    21 giugno 2019 at 17:35

    Errata corrige anni e nn ani …. pardon

    • Zac

      21 giugno 2019 at 17:48

      Fuori subito per gli… ani… a venire: non dispiaceva.

  7. Cuore Rosso

    21 giugno 2019 at 17:36

    La Ferrari non è inglese, e in F1, se non sei inglese non puoi, e non devi vincere, a tutti i costi. Questa è la realta de mondo F1.
    Vedi Mercedes, per vincere, la squadra ha sede in Ingilterra, e hanno preso un pilota inglese.

  8. Antoniof1

    21 giugno 2019 at 18:22

    Signori, non avete capito nulla. Si è solo dimenticato di mettere la freccia per segnalare a Hamilton che stava rientrando. E questi signori si chiamano Commissari?
    Stendiamo un velo pietoso (sopratutto sull’italiano) e mettiamoci una pietra sopra. Tanto era già tutto stabilito

  9. Zac

    21 giugno 2019 at 18:59

    Nelle FP1 il destino premonitore: “P5-5 S…” vuol dire: quinta posizione per il numero cinque Sebastian; oppure Penalità per il numero 5 cinque secondi?

  10. Magu

    21 giugno 2019 at 19:14

    Insulti insinuazioni insulti….nessuna argomentazione….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati