F1 | Morte Floyd, Ross Brawn: “Sosteniamo appieno Hamilton e ciò che ha detto”

"Lewis è un ambasciatore del nostro sport, lottiamo da tempo per abbattere la diversità", ha detto l'ex Ferrari

Liberty Media si schiera al fianco del campione del mondo britannico
F1 | Morte Floyd, Ross Brawn: “Sosteniamo appieno Hamilton e ciò che ha detto”

L’assurda morte di George Floyd, ucciso da un poliziotto di Minneapolis negli Stati Uniti ha lasciato tutti senza parole. Nell’ambiente Formula 1 a scatenare il disgusto per quanto avvenuto è stato Lewis Hamilton, sei volte campione del mondo. Al britannico, dopo il suo post su Instagram hanno fatto seguito anche le reazioni di altri suoi colleghi, ma a quanto pare non è bastato, tant’è che Lewis ha accusato il Circus di essere prettamente dominato dai bianchi. A spegnere ogni polemica e supportare in toto l’iniziativa di Hamilton ci ha pensato Ross Brawn, uno dei vertici di Liberty Media.

“Credo che Lewis sia un grande ambasciatore per questo sport, e penso che i suoi commenti siano molto validi, lo supportiamo totalmente – ha dichiarato Brawn su Sky Sports F1. Sosteniamo ciò che ha detto, quello che è successo a George Floyd è stato terribile, succede troppo spesso. Avete visto che reazione pubblica ha avuto, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Come Formula 1 stiamo lavorando per abbattere la diversità, lo stiamo facendo da diversi anni ormai, ma si deve iniziare dalle basi, come nelle scuole, e adesso ne siamo anche coinvolti. L’abbiamo sempre sostenuto, ma siamo diventati molto più presenti anche lì da due anni a questa parte. Possiamo dire che un buon 40% di bambini coinvolti in Formula 1 nelle scuole sono ragazze, questo è positivo! Ed essendo una competizione internazionale, abbiamo concorrenti da tutte le parti del mondo. Adesso stiamo esaminando come supportare le basi delle corse automobilistiche: ho trascorso gli ultimi mesi a lavorare con un gruppo specializzato per capire come avviare un processo di karting, molto semplice, per coinvolgere i bambini nel mondo del kart in una fase molto precoce”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati