F1 | Montoya e l’ipotesi Ferrari: “Non mi piaceva l’idea di correre come seconda guida”

"Avrei considerato la Ferrari se Michael non fosse stato lì", ha affermato il colombiano

Montoya ha raccontato un retroscena legato alla Ferrari
F1 | Montoya e l’ipotesi Ferrari: “Non mi piaceva l’idea di correre come seconda guida”

Intervistato da Antena 3, Juan Pablo Montoya ha raccontato un curioso retroscena legato al suo rapporto con la Ferrari, sottolineando come la Scuderia di Maranello fosse interessata lui a cavallo tra le stagioni 2004 e 2005.

Prima di approdare in McLaren, infatti, la Rossa ha avviato alcune discussioni col colombiano, il quale veniva considerato come uno dei piloti pià talentuosi all’interno dello schieramento di partenza.

A causa del ruolo da seconda guida proposto da Jean Todt, però, JM scelse di declinare la proposta, dirottando le proprie attenzioni sulla scuderia di Woking come “team mate” di Kimi Raikkonen.

“Avrei considerato la Ferrari se Michael non fosse stato lì”, ha affermato Juan Pablo Montoya. “La Rossa è una grande squadre e lo è ancora. All’epoca, Schumacher era il numero uno indiscusso del team e correre lì come seconda guida non mi piaceva affatto come idea”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati