F1 | McLaren, Alonso preoccupato: “La nostra mancanza di velocità in Canada potrebbe penalizzarci”

Il due volte campione del mondo lamenta il solito deficit di potenza della power unit Renault

F1 | McLaren, Alonso preoccupato: “La nostra mancanza di velocità in Canada potrebbe penalizzarci”

Il solito, ridondante, ritornello fluttua in casa McLaren: a detta di Fernando Alonso, anche in Canada la scuderia di Woking potrebbe soffrire le velocità di punta. Nonostante il passaggio dai motori Honda a quelli Renault, la monoposto inglese anche quest’anno sta pagando un annoso deficit di potenza rispetto ai diretti rivali di metà classifica: proprio per questo, il pilota spagnolo non intende fare voli pindarici in vista del weekend di Montreal.

“Siamo arrivati in Q3 a Barcellona e a Monaco, dunque sarebbe bello mantenere questo trend nelle prossime gare e confermare i nostri progressi” – ha esordito il due volte campione del mondo. “Però penso che il Canada sarà impegnativo: è un circuito difficile con lunghi rettilinei e la nostra mancanza di velocità forse ci penalizzerà. Sarà un buon test per noi”.

Proprio in Canada, la McLaren potrà comunque contare su una versione evolutiva dell’attuale power unit Renault: anche se la strada appare lunga e in salita, l’auspicio è quello di avvicinare le performance dei propulsori Mercedes e Ferrari.

F1 | McLaren, Alonso preoccupato: “La nostra mancanza di velocità in Canada potrebbe penalizzarci”
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. undertaker

    7 giugno 2018 at 08:02

    Fernando Fernadno……..mi pare che la RB con lo stesso motore non sia cosi lenta….
    Prova a cambiare….prova a dire alla McL di farti una macchina decente, vedrai che i risultati arrivaranno.

    • francof1

      7 giugno 2018 at 08:32

      sembre il solito che si lamenta e le cose quando non vanno la colpa e sembre degli altri

  2. elettro1990

    7 giugno 2018 at 13:13

    Ormai lo conosciamo, non è mai stato un pilota costruttivo e sicuramente il suo atteggiamento non fa’ evolvere la competitività della macchina e squadra.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati