F1 | Haas, qualifiche deludenti, Grosjean e Magnussen puntano tutto sul passo gara

Il francese passa il taglio del Q2, ma si ferma in 15° posizione, mentre il compagno di squadra è 16°

La Haas ripone tutte le speranze nel buon passo gara dimostrato dalla monoposto nelle simulazioni di ieri
F1 | Haas, qualifiche deludenti, Grosjean e Magnussen puntano tutto sul passo gara

Se lo aspettavano, in casa Haas, ed infatti non è stata una qualifica brillante per Romain Grosjean e Kevin Magnussen. Il francese è riuscito ad entrare in Q2, fermandosi comunque, a fine sessione, in quindicesima posizione. Accanto a lui, in griglia, ci sarà proprio il compagno di squadra Kevin Magnussen, sedicesimo.

Sapevamo già prima del semaforo verde che il nostro ritmo per la qualifica non era buono quanto speravamo, ma è in linea con quanto abbiamo visto durante i test a Barcellona – ha spiegato Romain Grosjean, quindicesimo – la cosa positiva è il passo gara, che sembra essere migliore, quindi sono ovviamente speranzoso di avere delle belle battaglie domani, e di divertirci in pista. C’è ovviamente tanto lavoro da fare sulla macchina per farci guadagnare della velocità, ma abbiamo visto del potenziale. Continueremo a lavorare, a tenere la testa bassa e vedremo come andrà“.

Ancora più deluso Kevin Magnussen, che ha terminato la sua sessione di qualifiche in Q1.

Non siamo riusciti a qualificarci dove volevamo. Le mie speranze erano alte, così come quelle del team. E’ un po’ deludente ritrovarci fuori già in Q1, ma era tutto ciò che potevamo fare. La sedicesima posizione non è l’ideale. Ho fatto del mio meglio, credo sia stato anche un giro decente, ma non è facile. Al momento, sembra che gli altri team siano più avanti rispetto a noi. Abbiamo lavorato per migliorare la macchina e continueremo a farlo, siamo concentrati sulla gara di domani. Il nostro passo gara ieri non era poi così terrible, specialmente se messo a confronto sui tempi di qualifica. Abbiamo bisogno di qualcosa in più. Sono speranzoso e farò del mio meglio per la gara”.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati