F1 GP Singapore, qualifiche: Hamilton imprendibile, sua la pole davanti a Verstappen

Seconda fila per Vettel e Bottas. Quinto Raikkonen

F1 GP Singapore, qualifiche: Hamilton imprendibile, sua la pole davanti a Verstappen

Un giro di quelli da manuale per Lewis Hamilton a Marina Bay, che ha permesso al britannico della Mercedes di intascarsi la pole position del GP di Singapore. Grazie al tempo record di 1:36.015, il quattro volte iridato ha rifilato 3 decimi alla Red Bull di Verstappen, giunta seconda, e oltre mezzo secondo alla Ferrari di Vettel, che domani in gara scatterà dalla seconda fila, con Bottas al suo fianco. Raikkonen, Ricciardo, Perez, Grosjean, Ocon e Hulkenberg completano le prime dieci posizioni. Le due Ferrari hanno tentato in Q2 il taglio con la mescola ultrasoft, dovendo però abbandonare l’idea dopo pochi giri. Domani in gara tutti i piloti partiranno dunque con la mescola più performante, la hypersoft.

Cronaca – Q1 – All’accendersi del semaforo il primo a lasciare i box è Grosjean con la Haas. La gomma al via è la hypersoft per tutta la griglia, fatta eccezione per le due Mercedes, su ultrasoft. Arrivano i primi crono, con Raikkonen che si mette in testa in 1:38.534, ma viene poi scavalcato da Ricciardo, il più veloce in 1:38.153. Hamilton fa una breve pausa ai box, ma la sua posizione è a rischio… il britannico rientra in pista e riesce a salvarsi per un pelo, chiudendo 14esimo, mentre rimangono esclusi dalla Q2, Gasly, Magnussen, Hartley, Vandoorne, Sirotkin e Stroll.

Q2 – Alla ripartenza le due Ferrari tentano il taglio con la mescola ultrasoft, ma saranno presto costrette a seguire la scelta del resto del gruppo, dal momento che la gomma non performa a sufficienza. Hamilton si mette a dettare il passo ma subito Verstappen fa meglio del britannico in 1:37.214. Alle loro spalle, Ricciardo Perez Bottas Hulkenberg Ocon Sainz Alonso e Vettel. Dopo una breve pausa ai box Raikkonen è il primo a rilanciarsi, beneficiando della pista libera. Il finlandese si issa al comando in 1:37.194, mentre Vettel si trova alle prese con un sacco di traffico nel suo giro lanciato, riuscendo però a salvarsi. La bandiera a scacchi manda a casa Alonso, Sainz, Leclerc, Ericsson e Gasly.

Q3 – Raikkonen Verstappen, Bottas, Hamilton, Ricciardo, Vettel, Perez, Grosjean, Hulkenberg e Ocon si giocano la partenza al palo. Gomma hypersoft per tutta la griglia, con Ocon e Hamilton i primi a lasciare i box. La Force India piazza il primo crono, poi scavalcata dalla Rossa di Raikkonen, ma è la Mercedes del britannico a togliere il fiato con uno strepitoso 1:36.015. Vettel si mette a 6 decimi, ma viene scavalcato da Verstappen. Seguono Bottas, Raikkonen, Ricciardo, Hulkenberg, Ocon, Perez e Grosjean.

I piloti passano dai box prima del rush finale. Al rientro in pista Hamilton non riesce a migliorarsi a causa di una piccola sbavatura e della Renault di Hulkenberg che gli fa perdere un po’ di tempo, ma il crono stratosferico del primo tentativo resiste, regalandogli la 79esima pole della carriera, davanti a Verstappen e Vettel.

F1 GP Singapore – Tempi e risultati qualifiche 

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati