F1 GP Messico, Prove Libere 2: Vettel “fredda” le Mercedes e chiude al comando

Hamilton secondo davanti a Rosberg. Quarto Raikkonen

F1 GP Messico, Prove Libere 2: Vettel “fredda” le Mercedes e chiude al comando

Un venerdì da favola per la Ferrari in Messico, con Sebastian Vettel che chiude la prima giornata di Libere al primo posto, con il miglior tempo di 1:19.790, staccando di soli 4 millesimi la Mercedes di Hamilton. Temperature più alte rispetto al mattino – ma nel complesso più fresche se confrontate con quelle incontrate in altri appuntamenti – e una pista più pulita, con tempi più veritieri e indicativi di quelli delle FP1. Terzo tempo per Nico Rosberg, a quasi mezzo secondo dal vertice, con la Rossa di Kimi subito dietro. Concludono la top ten Ricciardo, Hulkenberg, Verstappen, Bottas, Sainz e Alonso.

Cronaca – Temperature più alte rispetto al mattino, con l’asfalto a 31°C, quando la Manor di Wehrlein dà il via alla seconda sessione di Prove Libere. Con la mescola soft usata lo segue subito dopo la Ferrari di Kimi. Vettel invece è con le medium nuove. La Manor è anche la prima a fermare il cronometro, girando in 1:22.909, poi è il turno di Kimi e Vettel, leader in 1:22.024. Seguono Gutierrez, Verstappen, Wehrlein, Palmer, Kvyat, Magnussen, Ocon e Hulkenberg. Gomma medium per la maggior parte dei piloti, soft solo per Raikkonen, Alonso, Sainz, Gutierrez, Wehrlein, Palmer e Hamilton. Alonso si infila al terzo posto davanti a Sainz e Kvyat. Hamilton prende le redini in 1:20.362, e dietro di lui arriva Sainz: entrambi con la soft nuova. Mescola medium per Rosberg che strappa la seconda piazza allo spagnolo. Ricciardo, anche lui con le medium, è quarto.

A venti minuti dal via: Hamilton, Rosberg, Sainz, Ricciardo, Vettel, Kimi, Alonso, Hulkenberg, Bottas e Perez. Soft solo per Hamilton, Sainz, Kimi e Alonso. Vettel è il primo a passare alle supersoft e schizza al comando in 1:19.790. Kimi lo segue e si porta alle sue spalle, a quasi mezzo secondo. Via via passano alle supersoft anche Kvyat, Palmer, Verstappen, Wehrlein e Magnussen. Quarto Kvayt, ottavo Wehrelin. Poi Verstappen e quindi Rosberg si prendono la quarta posizione ai danni del russo.  Sesto posto per Ricciardo, quando tutta la griglia è ormai passata alla rossa, tranne le due Force India.

Secondo posto per Hamilton, che chiude la sua simulazione di qualifica a 13 millesimi dal vertice. A metà sessione Vettel mantiene la testa seguito da Hamilton, Rosberg, Kimi, Ricciardo, Hulkenberg, Verstappen, Bottas, Sainz e Kvyat. Hamilton ci riprova ma non riesce a scavalcare la Rossa, rimanendo secondo a solo 4 millesimi ora. Vettel nel frattempo è passato alla simulazione del passo gara con la gomma medium. Anche Kimi passa dai box ma la sua simulazione è con la soft. Alonso intanto si è preso la decima piazza su mescola rossa.

A trenta minuti dalla conclusione la classifica rimane invariata, con Hamilton che effettua diverse prove di partenza. La Haas di Grosjean intanto, dopo avere passato quasi tutta la sessione ai box con la monoposto bloccata da un problema all’ERS, è pronto a tornare in pista e segnare il primo crono, con la mescola supersoft. Vettel e Raikkonen proseguono nella simulazione di Qualifica differenziata, con il finlandese che ripassa alle supersoft. Alonso nel frattempo lascia i box e conclude la sessione con una ventina di minuti di anticipo. Gomma supersoft anche per Vettel nei minuti conclusivi della sessione.

La bandiera a scacchi e il “freddo” regalano alla Ferrari di Vettel la prima giornata, davanti a Hamilton, Rosberg, Ricciardo, Hulkenberg, Verstappen, Bottas, Sainz e Alonso.

F1 GP Messico – Tempi, risultati e giri Prove Libere 2

1 05 Sebastian Vettel Ferrari 1’19″790 47
2 44 Lewis Hamilton Mercedes +00″004 1’19″794 36
3 06 Nico Rosberg Mercedes +00″435 1’20″225 46
4 07 Kimi Raikkonen Ferrari +00″469 1’20″259 37
5 03 Daniel Ricciardo Red Bull +00″658 1’20″448 43
6 27 Nico Hulkenberg Force India +00″784 1’20″574 43
7 35 Max Verstappen Red Bull +00″829 1’20″619 42
8 77 Valtteri Bottas Williams +00″839 1’20″629 41
9 55 Carlos Sainz Toro Rosso +01″184 1’20″974 46
10 14 Fernando Alonso McLaren +01″213 1’21″003 25
11 26 Daniil Kvyat Toro Rosso +01″403 1’21″193 39
12 22 Jenson Button McLaren +01″408 1’21″198 39
13 19 Felipe Massa Williams +01″536 1’21″326 45
14 20 Kevin Magnussen Renault +01″652 1’21″442 39
15 11 Sergio Pérez Force India +01″969 1’21″759 41
16 30 Jolyon Palmer Renault +01″995 1’21″785 44
17 23 Pascal Wehrlein Manor +02″190 1’21″980 42
18 09 Marcus Ericsson Sauber +02″207 1’21″997 42
19 12 Felipe Nasr Sauber +02″247 1’22″037 43
20 08 Romain Grosjean Haas +02″315 1’22″105 14
21 31 Esteban Ocon Manor +02″508 1’22″298 44
22 21 Esteban Gutiérrez Haas +02″618 1’22″408 33
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

F1 | Alfa Romeo, Bottas e Zhou entrambi in Q3F1 | Alfa Romeo, Bottas e Zhou entrambi in Q3
News F1

F1 | Alfa Romeo, Bottas e Zhou entrambi in Q3

"Ora abbiamo una concreta possibilità di conquistare dei punti" ha dichiarato Zhou
L’Alfa Romeo piazza entrambe le vetture in Q3. Un risultato già preannunciato almeno per Valtteri Bottas, che nelle FP2 ha