F1 | GP Cina 2019: orari tv e anteprima del weekend

Terzo appuntamento del mondiale 2019

F1 | GP Cina 2019: orari tv e anteprima del weekend

Ecco gli orari del weekend del GP di Shanghai 2019 di F1, trasmesso in esclusiva in diretta su Sky Sport F1 HD e in differita (in chiaro) su TV8. Scopri tutta la programmazione di prove libere, qualifiche e gara del terzp Gran Premio stagionale di Formula 1.

Orari (diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD)

Venerdì 12 aprile
PL1: 04:00 – 05:30
PL2: 08:00 – 09:30

Sabato 13 aprile

PL3: 05:00 – 06:00
Qualifiche: 08:00 – 09:00 (differita su TV8 dalle 14:00)

Domenica 14 aprile
Gara: 08:10 (differita su TV8 dalle 14:00)

Gara Precedente

Nel Gran Premio del Bahrain, non sono mancati i colpi di scena. Quando ormai la vittoria sembrava essere nelle mani di Charles Leclerc (autore della sua prima pole in carriera con tanto di record della pista), un problema al motore della SF90 ha infranto il sogno del monegasco e di tutti i ferraristi. Il trionfo è andato così a Lewis Hamilton, seguito poi da Valtteri Bottas e dallo sfortunato Leclerc. La Red Bull di Max Verstappen ha ottenuto il quarto posto, seguito da Sebastian Vettel. Il tedesco, ha perso l’ala anteriore dopo un testacoda e per questo motivo, ha dovuto rientrare ai box e questo gli ha fatto perdere inevitabilmente del terreno. Da segnalare il sesto posto di un bravissimo Lando Norris, alla sua terza gara nel mondiale. Settimo posto per l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen; chiudono in top 10: Gasly, Albon e Perez. Clamoroso il ritiro delle due Renault di Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg nello stesso punto e allo stesso giro per un problema alla MGU-K. Una gara davvero sfortunata per la scuderia di Maranello, che sicuramente farà di tutto per riscattarsi questo weekend.

Circuito

Nome: Shanghai International Circuit

Luogo: Shanghai, Cina

Costruzione: Costruito nel 2002, il circuito ha ospitato la prima gara di Formula 1 nel 2004. Sono state utilizzate delle particolari fondamenta in poliestere per far fronte al terreno paludoso sul quale il tracciato poggia. I costi di costruzione di tutto il complesso, uno dei più grandi al mondo, sfiorano i 450 milioni di dollari. La zona del paddock è molto ampia e ricca di architetture all’avanguardia, come la torre di controllo di ben nove piani, e le due strutture che si sviluppano al di sopra della pista dove si trovano la sala stampa e varie hospitality, per non parlare della zona riservata ai team, costruita come fosse una grande palafitta appena al di sopra di un laghetto. La pista presenta una carreggiata ampia; le tribune principali sono coperte con degli speciali tetti a forma di fiore di loto, simbolo ufficiale della zona di Shanghai. Visto dall’alto il tracciato ricorda vagamente l’ideogramma Shàng, dal quale deriva il nome della città.

Distanza a giro: 5,451 km

Numero di curve: 16, nove a destra e sette a sinistra

Senso di marcia: orario

Particolarità del tracciato: Quella di Shanghai, è una pista particolarmente tecnica, per la quale è necessario avere una monoposto perfettamente aerodinamica. Qui il carico aerodinamico è di notevole importanza, soprattutto per la trazione in uscita dalle curve lente. Per quanto riguarda l’ala mobile, si può attivarla nei due lunghi rettilinei, punti strategici per il sorpasso sfruttando la scia dell’avversario. La superficie liscia dell’asfalto, è un aiuto per i team in quanto facilita di non poco la ricerca del giusto setup.

Freni:
Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 8
Tempo speso in frenata: 18% del giro
Energia dissipata in frenata durante il Gp: 97 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il Gp: 51.353 kg
Frenata più impegnativa: la settima staccata, alla curva quattordici


Zona DRS: 
rettilineo tra curva 13 e curva 14 (con detection point dopo la curva 11). Rettilineo dei box (tra curva 16 e curva 1, con detection point dopo la curva 15)

Pneumatici: C2, C3, C4, queste sono le mescole scelte da Pirelli per il Gran Premio di Shanghai. Le curve più impegnative per le gomme, sono la 1 e la 13 che si percorre ad altissima velocità. Lo sforzo maggiore, sarà sostenuto dallo pneumatico anteriore sinistro e Pirelli prevede graining, un fenomeno che compare in caso di pista sporca o non gommata.

https://twitter.com/pirellisport/status/1115223689954496513

RECORD

Giro prova:  1’31″095– S Vettel – Ferrari– 2018
Giro gara: 1:32.238 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Distanza: 1h29:12.420 – R Barrichello – Ferrari – 2004
Vittorie pilota: 5 – L Hamilton
Vittorie team: 5 – Mercedes
Pole pilota: 6 – L Hamilton
Pole team: 6 – Mercedes
Migliori giri pilota: 4 – L Hamilton
Migliori giri team: 3 – McLaren
Podi pilota: 8 – L Hamilton
Podi team: 11 – Ferrari

Albo d’oro

  • 2004 R Barrichello – Ferrari
  • 2005 F Alonso – Renault
  • 2006 M Schumacher – Ferrari
  • 2007 K Raikkonen – Ferrari
  • 2008 L Hamilton – McLaren Mercedes
  • 2009 S Vettel – Red Bull Renault
  • 2010 J Button – McLaren Mercedes
  • 2011 L Hamilton – McLaren Mercedes
  • 2012 N Rosberg – Mercedes
  • 2013 F Alonso – Ferrari
  • 2014 L Hamilton – Mercedes
  • 2015 L Hamilton – Mercedes
  • 2016 N Rosberg – Mercedes
  • 2017 L Hamilton – Mercedes
  • 2018 D Ricciardo – Red Bull

Fonti: Brembo, Pirelli

 

F1 | GP Cina 2019: orari tv e anteprima del weekend
4.5 (90%) 2 votes
Leggi altri articoli in Anteprima

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati