F1 GP Abu Dhabi: Nico Rosberg è il Campione del Mondo 2016!

Hamilton vince la gara, ma con il secondo posto il tedesco della Mercedes è per la prima volta iridato. Terzo un brillante Vettel

F1 GP Abu Dhabi: Nico Rosberg è il Campione del Mondo 2016!

Nico Rosberg è Campione del Mondo 2016! Un titolo decisamente meritato per il pilota della Mercedes, che nell’ultimo appuntamento della stagione si è battuto come un leone per tutti e i 55 giri, in una gara dove nessuno si è risparmiato. Lewis Hamilton ha tagliato da vincitore il traguardo, di più non poteva fare, ma grazie al secondo posto Nico si è portato a casa il tanto agognato alloro. Bellissima gara anche per Sebastian Vettel, che ha chiuso al terzo posto regalando un’ultima gioia a una Ferrari decisamente deludente quest’anno. Verstappen, Ricciardo, Raikkonen, Hulkenberg, Perez, Massa e Alonso completano la top ten del GP di Abu Dhabi.

Cronaca – 28°C la tempartura dell’asfalto ad Abu Dhabi con tutti i piloti schierati in griglia di partenza: Button, Grosjean, Magnussen, Ocon ed Ericsson partono con le soft. Gutierrez, Kvyat, Nasr e Sainz con le supersoft – come le due Red Bull – tutti gli altri con le ultrasoft. Si spengono i semafori sull’ultimo appunatamento del Mondiale F1 2016, con Lewis Hamilton che parte bene e si lascia dietro la Mercedes di Rosberg. Dietro alla coppia di Brackley  Ricciardo viene subito infilato dalla Ferrari di Raikkonen mentre più dietro Hulkenberg va all’attacco di Verstappen: i due si toccano e l’olandese si gira alla curva 1, scivolando sul fondo della griglia. Al giro 1 Hamilton è al comando davanti a Rosberg, Kimi, Ricciardo – attaccato anche da Vettel – Perez – che ha passato Hulkenberg – Alonso, Massa e Bottas. Magnussen passa subito ai box per cambiare l’ala anteriore ma dopo un po’ è costretto al ritiro. Hulkenberg si riprende la posizione su Perez, Verstappen intanto comincia la sua rimonta. Lotta intanto tra i due della Williams, ma poi Bottas è costretto a rientrare ai box per un problema e poco dopo anche lui si ritira. Al giro 8 Hamilton rientra ai box e passa alla gomma soft. Lo segue anche la Ferrari di Raikkonen e subito dopo è il turno di Rosberg.

Il tedesco rientra davanti a Raikkonen e alle spalle di Verstappen. Al giro 10 Hamilton è al comando seguito da Verstappen, Rosberg, Kimi, Ricciardo, Vettel, Button, Hulkenberg, Perez e Grosjean. A Rosberg viene detto di andare a prendere Verstappen. Hulkenberg si prende la settima posizione su Button, che si ritira però poco dopo per la rottura della sospensione. Al giro 15, dopo i primi pit stop, sono tutti su gomma gialla tranne Verstappen, unico con le supersoft. Insieme al pilota Red Bull devono ancora fermarsi anche Grosjean, Ocon ed Ericsson. Si ritira intanto anche la Toro Rosso di Kvyat.

Al giro 19: Hamilton, Rosberg, Kimi, Ricciardo, Vettel, Hulkenberg, Perez, Massa e Grosjean. Al giro 20 il sorpasso clou della gara: Rosberg si fa sotto su Verstappen, l’olandese lascia un po’ di spazio ma poi si rimette davanti. Sul rettilineo però Rosberg ci riprova e riesce a prendersi la seconda posizione alle spalle di Hamilton. Al giro 22 Verstappen effettua la sua prima e unica sosta ai box e monta la gomma gialla. Al giro 23: Hamilton, Rosberg, Kimi, Ricciardo, Vettel, Hulkenberg, Perez, Verstappen, Massa e Alonso.

Ricciardo ai box. Gomma soft nuova per l’australiano, che rientra ottavo alle spalle di Verstappen. Raikkonen si ferma al giro successivo e rientra ottavo dietro alle due Red Bull. Verstappen passa Perez e sale quinto, e quindi quarto, dopo che Hulkenberg si è fermato ai box. Ricciardo passa a sua volta Perez, che si ferma subito dopo. Al giro 29 Hamilton ai box, Rosberg lo segue. Il tedesco rientra in terza posizione alle spalle di Vettel e Hamilton. Verstappen è quarto a quasi 4 secondi. Al giro 31, tra i primi dieci solo Vettel, Massa e Alonso devono ancora fermarsi. Vettel è leader della gara seguito da Hamilton, Rosberg, Verstappen, Ricciardo, Kimi, Alonso, Hulkenberg, Perez e Massa. Intanto via radio chiedono a Hamilton come mai stia andando così piano… Hulkenberg si prende la settima posizione su Alonso. Poi tocca anche a Perez sorpassare il pilota McLaren. Al giro 38 Vettel è ai box e monta le supersoft. Mercedes, Red Bull e Raikkonen sono invece con le soft.

Vettel riparte alla grande e strappa la quinta piazza a Raikkonen. A meno di una quindicina di giri dalla fine Hamilton è sempre al comando davanti a Rosberg, Verstappen, Ricciardo, Vettel Raikkonen, Hulkenberg, Perez, Massa, Alonso. Al giro 44 ritiro anche per la Toro Rosso di Sainz, che era stato poco prima colpito da Palmer in fase di sorpasso. Il quartetto di testa intanto si è ricompattato, con Vettel che a dieci giri dalla fine strappa prepotentemente la quarta posizione a Ricciardo e mette nel mirino Verstappen. A Hamilton viene detto più volte di aumentare il passo ma il britnnico, che vede sfumare sempre più il titolo, sembra non voler dare ascolto al suo muretto, nonostante intervenga pure Paddy Lowe a dirglielo.

Al giro 51 Vettel sale al terzo posto lasciandosi dietro le due Red Bull e andando a prendere Rosberg. Ci prova al penultimo giro sul pilota tedesco, che però resiste e vola verso il suo primo titolo iridato. I tre sono vicinissimi, ma il tempo è scaduto: sventola la bandiera a scacchi e Nico Rosberg è il Campione del Mondo 2016!

F1 GP Abu Dhabi – Classifica Gara

1 Lewis Hamilton Mercedes
2 Nico Rosberg Mercedes
3 Sebastian Vettel Ferrari
4 Max Verstappen Red Bull/Renault
5 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault
6 Kimi Raikkonen Ferrari
7 Nico Hulkenberg Force India/Mercedes
8 Sergio Perez Force India/Mercedes
9 Felipe Massa Williams/Mercedes
10 Fernando Alonso McLaren/Honda
11 Romain Grosjean Haas/Ferrari
12 Esteban Gutierrez Haas/Ferrari
13 Esteban Ocon Manor/Mercedes
14 Pascal Wehrlein Manor/Mercedes
15 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari
16 Felipe Nasr Sauber/Ferrari
17 Jolyon Palmer Renault
Carlos Sainz Toro Rosso/Ferrari
Daniil Kvyat Toro Rosso/Ferrari
Jenson Button McLaren/Honda
Valtteri Bottas Williams/Mercedes
Kevin Magnussen Renault

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

23 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati