F1 | Fumata nera per le sprint race a griglia invertita

Nell'incontro con FIA, Liberty Media e team è mancata l'unanimità

Come ha riferito il CEO del Circus Chase Carey verranno prese in esame altre idee
F1 | Fumata nera per le sprint race a griglia invertita

Le sprint race a griglia invertita non s’hanno da fare. Nelle scorse ore infatti i vertici di FIA, Liberty Media e team hanno discusso sulla possibilità di sostituire le normali sessioni di qualifiche in brevi gare ma senza trovare comunione di intenti.

L’idea infatti era quella di rimescolare le carte in pista per la seconda gara consecutiva che si svolgerà sullo stesso tracciato, dunque al Red Bull Ring e a Silverstone, ma non è stata trovata l’unanimità.

Abbiamo discusso negli ultimi due anni per apportare alcuni cambiamenti che onorano lo sport, rispettando ciò che ha reso grande lo sport ma pensiamo che sarebbero cambiamenti che migliorerebbero l’esperienza per i fan”, ha sottolineato il CEO del Circus Chase Carey.

Continuando con la propria disamina ha poi aggiunto: “Abbiamo sponsorizzato una griglia inversa nei due doppi appuntamenti, ma non tutti i team erano d’accordo ad apportare modifiche che richiedevano l’unanimità in questo breve lasso di tempo”.

Ma questo non impedirà alla Formula Uno di pensare a eventuali nuovi cambiamenti: “Continueremo a esaminare le idee – ha ammesso Carey -. È un grande sport con una grande storia, grandi eroi, grandi stelle, piloti incredibilmente talentuosi e altre persone che vogliamo rispettare. Questa stagione, unica nel suo genere, offre più opportunità di provare qualcosa che non penso che faremmo a meno che non fosse una reale possibilità di aggiungere qualcosa alla gara”. 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. calimero

    4 Giugno 2020 at 09:07

    Da ferrarista dico che il più veloce in qualifica deve sempre e comunque partire in pole, dovesse esserci la mercedes da qui a 50 anni.
    Mi intriga molto di più correre sullo stesso circuito al contrario semmai, anche se la maggior parte, almeno ora, non rispondono ai requisiti di sicurezza per poterlo già fare.

  2. Pingback: F1 | Brawn replica a Wolff sulla Sprint Race

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati