F1 | Ferrari, Gran Premio del Messico: “Ce lo siamo meritato”

Seb conquista la quinta pole dell’anno per Scuderia Ferrari. Dimostrando che il team non molla mai

F1 | Ferrari, Gran Premio del Messico: “Ce lo siamo meritato”

Messico – Un ultimo giro portato a termine alla perfezione è valso a Sebastian la quarta pole position stagionale, la quinta per la Scuderia Ferrari nel 2017. Il fatto che queste pole siano distribuite più o meno in maniera equa nel corso della stagione dimostra che la squadra non ha perso la concentrazione ed è determinata a combattere fino alla fine. Kimi, al contrario, non è riuscito a mettere insieme un giro perfetto della pista messicana, lunga 4,3 km, ed ha ottenuto il quinto miglior tempo.

“Ovviamente sono contento”, commenta Seb. “Alla fine ho fatto un giro perfetto, anche se qui la pista è difficile e si scivola facilmente. E’ facile commettere errori qui oltrepassando il limite. Ma ho pensato che se riuscivo a fare bene il primo settore, allora avrei avuto una buona occasione. Anche l’ultimo tratto è stato impegnativo, perché è facile allargare la traiettoria e perdere un sacco di tempo, ma sono riuscito ad andare forte e a non sbagliare. Quindi, sono davvero contento soprattutto perché altre macchine erano molto vicine ed è bello respingere tutti gli attacchi. Ieri la macchina non andava come volevamo, ma oggi è andato tutto bene e credo che domani saremo abbastanza veloci. Vediamo cosa succederà alla partenza, dopodiché dovremmo fare una buona gara. So che il rettilineo fino alla curva 1 è molto lungo, ma in generale sono fiducioso perché le nostre partenze riescono bene. Lo scorso fine settimana è stato difficile per tutta la squadra, visto il tanto lavoro e i vari cambiamenti. Questo weekend è andato meglio; credo che ci siamo meritati questo risultato oggi e spero di fare una bella gara domani”.

Kimi ha commentato: “La qualifica è stata difficile e il risultato è ben lontano da quello che volevo. Ho fatto fatica nel mettere insieme un giro decente; non avevo aderenza ed ho fatto degli errori qui e là. In alcuni momenti andava bene, in altri no, ed era molto facile sbagliare. Ogni volta che cercavo di spingere un po’ di più, l’avantreno tendeva a bloccare, soprattutto nell’ultimo settore. In Q3 ho cercato solamente di fare un giro senza troppi problemi, per assicurarmi un tempo, ma sapevo di non essere veloce. Domani è un altro giorno e sono sicuro che andrà meglio. E’ difficile fare previsioni, ma se ci sentiamo a posto con la macchina e se le gomme funzionano, dovremmo essere a posto. Speriamo di fare una buona partenza e poi vedremo cosa accadrà nel rettilineo e nella prima curva. Cercheremo di stare lontano dai problemi e di conquistare una buona posizione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati