F1 | Ferrari, Gené sulla gara di Vettel a Montecarlo: “Ha pensato al campionato, anche se la vittoria era alla portata”

"Monaco era una gara in cui la Ferrari doveva togliere punti alla Mercedes in entrambi i campionati e lo ha fatto", ha sottolineato lo spagnolo

F1 | Ferrari, Gené sulla gara di Vettel a Montecarlo: “Ha pensato al campionato, anche se la vittoria era alla portata”

Nella trasferta di Montecarlo la Ferrari è tornata a podio con Sebastian Vettel, dove il tedesco mancava da due gare. Il secondo posto ottenuto nel Principato ha permesso all’alfiere del Cavallino di rosicchiare tre punti a Lewis Hamilton, giunto terzo, in classifica iridata.

Sulla gestione della gara di Vettel a Monaco, che non ha mai tentato un vero e proprio affondo sulla Red Bull del vincitore Daniel Ricciardo, malgrado un calo di potenza accusato dalla RB14 numero 3 per buona parte della corsa, ha esternato il proprio punto di vista Marc Gené, collaudatore Ferrari e opinionista di Sky Sport F1.

Red Bull è andata più veloce perché ha gestito meglio le gomme – ha dichiarato il pilota spagnolo all’emittente satellitare -. In una pista normale Seb avrebbe fatto il sorpasso, ma Ricciardo ha avuto il problema dopo il pit-stop e la gara era già congelata e ha fatto molto bene a tenere Vettel alle sue spalle”.

Se pensi in ottica campionato, e  Vettel, ci sta pensando, come Hamilton, hai troppo da perdere e poco da guadagnare – ha sottolineato Gené -. Ricciardo avrebbe fatto di tutto pur di non farlo passare e un incidente sarebbe stato molto probabile, con Hamilton che ci avrebbe guadagnato. Questa era un gara in cui la Ferrari doveva togliere punti alla Mercedes in entrambi i campionati, lo ha fatto anche se la vittoria era alla portata”.

Su Ricciardo e Red Bull possibili protagonisti nella lotta iridata: “Non possiamo sottovalutarli, potranno dare fastidio a Ferrari e Mercedes”, ha concluso Gené.

F1 | Ferrari, Gené sulla gara di Vettel a Montecarlo: “Ha pensato al campionato, anche se la vittoria era alla portata”
5 (100%) 4 votes
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati