F1 | Brawn pensa a cambiare la Formula 1 conservando qualità e rapporto con i fan

Il direttore generale di Liberty Media: "Non vogliamo che le vetture siano lente, ma non vogliamo troppi disagi per la vettura che segue. C'è una soluzione a questo?"

F1 | Brawn pensa a cambiare la Formula 1 conservando qualità e rapporto con i fan

Ross Brawn, nominato direttore generale di Liberty Media, si è sempre dichiarato aperto e pronto a portare nuovi cambiamenti per modernizzare la Formula 1. Parlando a Motorsport.com in una intervista sulle sue future azioni nel circus, Brawn ha detto: “Avremo alcuni esperti, persone riconosciute nell’ambiente, che penso saranno rispettate da tutti. Non sarà una grande squadra, credo cinque o sei persone, che però avranno la capacità, oltre all’esperienza ed alla conoscenza per creare in maniera motivata ed adeguata quello che vogliamo e dare un input a questo processo.

Brawn, infatti, in questa settimana è stato protagonista di una riunione organizzata da Liberty Media con i team per spiegare quali potrebbero essere i primi progetti da mettere in pratica per il futuro: “Quello che voglio fare è assicurarmi che, nel corso del tempo, siano sempre tenute in considerazione la qualità dello show, la qualità delle gare ed il costo delle gare”, ha detto. “Quindi ci sono diverse cose che devono essere spuntate ogni volta che prendiamo una decisione sulla Formula 1”, ha dichiarato Brawn.

Poi il managing director ha continuato: “Ci possono essere delle considerazioni sportive molto forti, legate all’integrità dello sport, che possono portare a prendere determinate decisioni. Ma ci saranno altre decisioni che dovranno essere prese guardando anche ad altre cose, chiedendosi: avete pensato a come reagiranno i fan? Avete pensato a quanto costerà? Avete pensato all’impatto che avrà sulle gare?“.

Il focus della “rivoluzione” di Brawn sarebbe concentrato anche sul discorso sorpassi: “Non vogliamo che le vetture siano lente, ma non vogliamo che ci siano troppi disagi per la vettura che segue. C’è una soluzione per questo? Possiamo progettare una vettura di Formula 1 in grado di seguirne un’altra senza troppi problemi? So che in passato era stato creato un working group sui sorpassi, ma non credo che allora ci fossero le conoscenze e le capacità tecniche che hanno le squadre oggi. Non si può semplicemente sbarazzarsi di tutto il carico aerodinamico. È possibile provare a puntare un po’ di più sul grip meccanico offerto dalle gomme e dal telaio, ma le vetture non potranno essere così veloci. E se vogliamo vetture veloci come queste, dobbiamo trovare un’altra soluzione. Ecco, questo è il genere di cose in cui saremo coinvolti e che dovremo assicurarci che possano funzionare”, ha concluso.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati