F1 | AlphaTauri, Immobile diciassettesimo nel Virtual GP della Cina: “Esperienza magnifica”

Ottava posizione per Liam Lawson: "Risultato un po' frustrante, sono stato tamponato alla prima curva"

Ciro Immobile ha corso la sua prima gara virtuale su F1 2019, portando la sua Toro Rosso al diciassettesimo posto. Buona prova per Liam Lawson, ottavo al traguardo dopo un inizio difficile
F1 | AlphaTauri, Immobile diciassettesimo nel Virtual GP della Cina: “Esperienza magnifica”

E’ finita con la diciassettesima posizione al traguardo la prima gara ufficiale di Ciro Immobile su F1 2019, la piattaforma virtuale messa a disposizione del circus per correre una sorta di campionato virtuale. Al Virtual GP della Cina, terzo evento della stagione a spuntarla è stato ancora una volta Charles Leclerc, che ha bissato la vittoria di Melbourne, davanti ad Albon e Zhou. L’attaccante italiano ha corso per l’AlphaTauri (sul gioco ancora Toro Rosso), avendo ancora qualche problema di gioventù con piattaforma e simulatore, ma tutto sommato non male. Ottava piazza invece per Liam Lawson, pilota del Red Bull Junior Team, anche lui all’esordio quest’anno.

“È stata una magnifica esperienza potermi confrontare con i professionisti di questo sport: è una cosa che non mi ha fatto dormire la notte – ha ammesso Ciro Immobile. Non nascondo che nelle ore precedenti alla gara ero un po’ teso e continuavo a cercare i decimi che mi mancavano. Le qualifiche sono andate bene, partire in tredicesima posizione non è stato male, anche se ho avuto un problema durante l’ultimo giro lanciato, in qualifica, e sono dovuto rientrare ai box. La gara è iniziata malissimo, il primo problema è stata la selezione della strategia, mi è stata montata una gomma media al posto della rossa. Poi, alla prima curva, mi sono ritrovato una macchina di traverso e mi hanno preso in pieno da dietro. Ripartendo dall’ultima posizione ho cercato di mantenere il mio ritmo, ma ero anche un po’ frustrato dal punto di vista psicologico, quindi non ho potuto dare il meglio di me. Senza le varie sventure probabilmente avrei avuto il passo per rimanere intorno alla posizione di partenza, e poi magari chissà, con la strategia cercare addirittura di entrare in top ten. Grazie alla Scuderia AlphaTauri e alla Red Bull per questa opportunità, ho cercato di dare il massimo dall’inizio alla fine, com’è nel mio DNA!”.

“Il risultato finale è stato un po’ frustrante – ha dichiarato Lawson. Durante le prove avevamo un ottimo passo e mi sentivo abbastanza in forma per la gara. In qualifica c’è stata una po’ di confusione, con un cambio di strategia all’ultimo minuto, così ho fatto un solo giro cronometrato che non era il massimo e sono partito nono. Alla prima curva tutti sono stati molto aggressivi e sono stato spinto fuori. La stessa cosa è successa al giro successivo. Una volta che si sono calmate le acque, ho iniziato la mia rimonta. Sono partito con le gomme medie, così da allungare il primo stint mentre gli altri si fermavano e sono riuscito a stare in testa alla gara per un po’, tra quelli con le Medium, grazie a un ottimo stint. Poi ho provato a montare la gomma dura e anche con quella il passo è stato molto competitivo. C’è stata una battaglia ruota a ruota con Giovinazzi, che è stato molto aggressivo, quindi mi ci è voluto un po’ per superarlo. Alla fine, ho tagliato il traguardo in ottava posizione e penso sia un buon risultato, considerando tutto quello che è successo, anche se è un peccato: se tutto fosse andato per il meglio all’inizio, avrei potuto lottare per i primi cinque posti. Grazie alla Scuderia AlphaTauri e alla Red Bull per questa opportunità!”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Pingback: F1 | Norris: “Ricominciare? Non dipende da noi”

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati