Ecclestone giudica un disastro la scelta di Lewis Hamilton di separarsi dal padre manager

Ecclestone giudica un disastro la scelta di Lewis Hamilton di separarsi dal padre manager

La decisione di Lewis Hamilton di non avere più il padre come manager, sostituendolo con un manager delle celebrità, è stato un disastro, secondo Bernie Ecclestone, che ha affermato che i problemi personali del pilota – inclusa la separazione dalla sua fidanzata Nicole – sono stati accentuati anche per la mancanza del padre e manager Anthony Hamilton.

Al momento, il padre di Hamilton è manager di Paul di Resta.

“Molte cose dipendono moltissimo dalle persone di cui ti circondi, e dalla posizione che rivestono, perché sono in grado di influenzarti” ha detto Ecclestone.

“Penso che [Lewis] si sia circondato di persone che non sono adatte a lui. Quando c’era suo padre accanto a lui, chiaramente il padre di Lewis non era adatto a lui, ed è per questo che si sono separati, ma penso che Lewis non abbia apprezzato tutto l’aiuto che gli ha dato suo padre”.

Hamilton ha firmato un contratto con la XIX Entertainment e con il manager Simon Fuller.

“Penso che sia stato un disastro” ha affermato Ecclestone “Incontra persone che probabilmente non avrebbe mai incontrato prima e che forse l’hanno influenzato negativamente”.

“Lewis incontra persone come loro [riferendosi anche al rapper Ice-T, apparso nel Gran Premio del Canada], le ammira e cerca un po’ di copiarle in quello che fanno”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

14 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati