Boullier: “Ancora è troppo presto per gli ordini di scuderia”

Secondo il francese la Red Bull ha sbagliato a non punire Vettel

Boullier: “Ancora è troppo presto per gli ordini di scuderia”

Il boss della Lotus, Eric Boullier ha dichiarato che non avrebbe imposto degli ordini di scuderia a questo punto della stagione, dopo la controversia che ha visto coinvolta la Red Bull e l’ormai famoso caso “multi 21”.

Sebastian Vettel ha lottato con il compagno di squadra della Red Bull Mark Webber nonostante la decisione della squadra di “congelare” le posizioni.

Boullier ha dichiarato che nella sua carriera ha già avuto casi simili di piloti che disobbediscono agli ordini di scuderia, ma è convinto comunque che gli ordini non siano necessari a questo punto del campionato.

“Questo succede a causa dell’adrenalina e dell’eccitazione che dà la vittoria, ma credo che in Formula 1 certe cose non dovrebbero accadere” ha dichiarato Boullier.

“Principalmente non si dovrebbero dare degli ordini di scuderia a questo punto della stagione poichè il campionato è allo stato iniziale. Quando ciò succede devi sistemare la situazione molto velocemente”.

Il francese infatti pensa che la Red Bull avrebbe dovuto sanzionare in qualche modo il suo pilota.

“Non bisogna dimenticare che i piloti sono pagati per lavorare per te, e dunque per la tua azienda” ha sottolineato il boss della Lotus.

“Io non ho mai visto nessuno al mondo che in condizione di non seguire gli ordini della sua azienda e non essere sanzionato, al limite bisogna ottenere una spiegazione sul perchè non si è eseguito l’ordine”.

Boullier ha anche insistito sul fatto che sarebbe in grado di imporre degli ordini di scuderia anche sul suo primo pilota Kimi Raikkonen se necessario.

“Uno dei nostri piloti è famoso in quanto fa quasi sempre quello che vuole, ma quando hai 600 persone dietro di te, bisogna avere rispetto per l’intero team” ha detto Boullier.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

14 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati