Vettel si scusa con Button per l’incidente di Spa

Vettel si scusa con Button per l’incidente di Spa

Sebastian Vettel si è detto dispiaciuto per aver innescato l’incidente che è costato la gara a Jenson Button nel Gran Premio del Belgio. I due erano in lotta per la posizione quando Vettel è scartato verso sinistra e in frenata ha perso il controllo della vettura travolgendo la McLaren dell’inglese.

“Prima di tutto sono dispiaciuto. Ovviamente non era intenzione distruggere la sua gara o la mia. Ero vicino, piu’ veloce di lui. Quando Robert Kubica si è avvicinato sapevo che ci avrebbe passato perchè non eravamo i piu’ veloci in rettilineo. Mi sono avvicinato un paio di volte ma non abbastanza. Ho provato a frenare all’esterno. Quando mi sono spostato ho perso la vettura in frenata su un avvallamento e poi non ho potuto piu’ controllarla e sfortunatamente mi sono schiantato sulla sua vettura”.

La gara di Vettel, proseguita dopo la sostituzione del musetto, è peggiorata con un drive-through e una foratura.

“Con la pioggia alla fine avremmo potuto raccogliere qualche punto. In ogni caso c’erano a disposizione per noi punti facili oggi, almeno il secondo o il terzo posto. Ma ormai non ne abbiamo raccolti oggi. Vedremo cosa sarà possibile fare nella prossima gara” ha concluso Vettel.

Vettel si scusa con Button per l’incidente di Spa
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

15 commenti
  1. Motore Asincrono Trifase

    29 agosto 2010 at 22:03

    vettel sta facendo errori come solo alonso sa fare.Non merita il mondiale anche se in red bull stanno facendo di tutto per darglielo a scapito di webber

  2. SEZAR

    29 agosto 2010 at 22:43

    Deve maturare ancora un pò!! In futuro se avrà sempre una vettura competitiva, cn esperienza, ne vincerà anke più d uno….. E cm dice Barry, anke i veterani sbagliano e imparano ogni giorno!! Grande segno d umiltà!!

  3. Sembee

    29 agosto 2010 at 23:22

    Beh, però devo dire che, nonostante l’errore clamoroso, apprezzo moltissimo queste parole di dispiacere per l’incidente causato, anche se io direi di più “involontariamente innescato”.

    Certo, non é il fenomeno che tutti volevano far credere, e soffre molto questo Webber stratosferico (per non parlare del confronto con Hamilton, che ha triturato all’esordio un bicampione del mondo, figuriamoci un Vettel, nonostante la superiorità Red Bull), ma quando uno riconosce con dispiacere che l’incidente si poteva evitare, e spiega onestamente l’accaduto, a me piace molto, ha scontato la penalità ed ha spiegato l’accaduto, così si fa.

    Non come qualcuno che schiaccia a muro il pur odioso Barrichello e poi sbotta con sufficienza “se é passato vuol dire che c’era spazio”, oppure come quelli che sorpassano con 4 ruote fuori pista Kubica e si lamentano pure della penalità!

  4. Gilberto

    29 agosto 2010 at 23:38

    Assurdo come Vettel abbia quest’etichetta di campione pasticcione, ogni qual volta decide di fare qualche manovra che può decidere il suo GP combina guai… è da rivedere

  5. Jean

    29 agosto 2010 at 23:44

    Vettel Vettel ma Vettel ma cosa combini
    ragazzi parliamoci chiaro e logico che chiede scusa a sbagliato al 100% non poteva mica dire che Button a messo la retromarcia
    ah ah ah
    comunque la penalita (drive-through) era eccessiva, si a rovinato la gara a Button ma perlomeno stava facendo quello che tutti vogliono vedere UN SORPASSO
    se danno delle penalita a chi tenta di superare mi sa che i piloti dovranno pensarci su 2 volte prima di provare la monovra di sorpasso
    lui ci a provato ed a sbagliato e ne a pagate già li le conseguenze Button è stato + sfortunato ma fa parte di questo “sport”

    comunque tirando le somme la Ferrari e + robusta della McLaren visto la botta che a preso sulla ruota post. Alonso da Barrichello e il “colpetto” sul fianco preso da Button da Vettel
    ah ah ah

  6. D-Lord

    30 agosto 2010 at 09:45

    Jean permettimi un piccolo consiglio: ripassa l’uso del verbo avere! 😉

    Secondo me però il drive trought potevano risparmiarselo così si rischia di impedire ulteriormente i sorpassi per paura di una penalità, anche perchè sono sicuro che con un errore del genere la lezione l’ha imparata e per Button dispiace anche a me, ma non è di certo la prima volta che succede una cosa del genere. Piuttosto sembra che abbiano voluto assicurarsi di togliere un pretendente al titolo…

  7. Daniele

    30 agosto 2010 at 10:14

    La penalità ci stava tutta, visto che capitan uncino vettel ogni volta che tenta un sorpasso sperona qualcuno.
    Lo mettessero a correre con le autoscontro.

  8. Grandprix37

    30 agosto 2010 at 13:30

    Ha molta voglia di vincere ed è bravo, ci rivedo un po’ Villeneuve padre (ma giusto un po’) e come lui rischia così di non vincere alcun mondiale, per la penalizzazione era un semplice incidente di gara, continuando così si rischia di sanzionare anche l’intenzione di sorpasso, davvero eccessivo.

  9. Grandprix37

    30 agosto 2010 at 13:41

    Dimenticavo, sono d’accordo con il sig. Sezar (l’educazione non mi è mai costata fatica, anche perchè non ci conosciamo di persona). Riguardo agli ordini di scuderia le ricordo la coppia Lauda-Regazzoni che fecero perdere il mondiale ’74 (credo) per la non “sottomissione” di uno dei due o le scaramucce Prost-Senna quando erano alla McLaren, al momento non ne ricordo altre di lotte intestine allo stesso team.

  10. pastaker

    30 agosto 2010 at 16:52

    X me Vettel è sopravvalutato. Fa ancora troppi errori.
    La penalità ci stava tutta…e che facciamo, figli e figliastri? Era una manovra azzardata, si è spostato così velocemente dalla traiettoria che ha mandato la macchina in testacoda e non è più riuscito a controllarla.
    Episodi del genere restituiscono alla F1 un’immagine più umana: anche il pilota conta!

  11. Jean

    30 agosto 2010 at 17:42

    la penalità ci stava tutta, Vettel è un buon pilota ma non sa sorpassare, ricorda molto il buon vecchio Hill.

    spero che in Red Bull a questo punto decidano di puntare su Webber, come sicuramente fa la Mclaren con Hamilton, ma considerando che Vettel è il cocco di casa, ne dubito fortemente.

  12. ridas22

    30 agosto 2010 at 19:12

    Sembrava quasi avesse preso talmente la scia che quando ne è uscito ha perso carico aerodinamico per una sterzata violenta. Secondo me ha ragione chi dice che è un po’ sopravvalutato e che ultimamente quando tenta un sorpasso importante finisce sempre male!

    Continuo a ricordarvi che lo scorso anno se avesse commesso meno errori avrebbe potuto vincere il titolo tranquillamente, ma Button ha meritato (non solo per le sei vittorie) ma anche perchè è stato quasi impeccabile e formichina.

    Comunque è giovane ed è probabile che tra un po’ la smetterà di sbagliare così spesso, altrimenti soffre la pressione. Ricordo anche Hamilton che ne ha fatte, adesso invece sembra lo Schumacher della Ferrari (quando non vinceva il titolo, ma le gare sì!) che anche se va fuori pista rientra per fortuna e anche un po’ di bravura. Michael ad esempio uscì di pista verso la fine a Monaco ’97 e Argentina ’98 quando era primo proprio come Lewis ieri

  13. Alessio

    30 agosto 2010 at 20:58

    E’vero ciò che dite è bello vedere dei sorpassi, ma va penalizzato… e questo non basta perchè chi ridarà i punti persi a Button??!! NESSUNO!!!
    Parliamoci chiaro non è un normale contatto tra due piloti che stanno duellando, Button stava facendo la sua traiettoria e si è trovato speronato!!
    Se fosse capitato ad Hamiltonma un Vettel o a un Webber che sono in vera lotta per il campionato pensate che si sarebbero accontentati di un “mi dispiace!!”
    Io penso di no…al di la della penalità o meno sta di fatto che a causa di questo incidente la situazione campionato è stata sfalsata, da una doppietta McLaren con Vettel e Kubica davanti a Webber……….quale sarebbe la classifica piloti??!! e quella costruttori??

    Non vorrei dire ma quello di Vettel è stato un gran bel gioco di squadra, intenzionale o meno che sia stato!!!

  14. Grandprix37

    31 agosto 2010 at 08:32

    Allora si doveva punire anche Barrichello (lo è stato? Adesso mi sfugge)

  15. Bond

    31 agosto 2010 at 21:10

    La FIA dovrebbe adottare il regolamento di un nuovo articolo. In incidenti del genere quando un pilota viene buttato fuori dalla gara per colpa altrui il pilota che genera l’ incidente dev’ essere penalizzato di tanti punti quanto ne avrebbe raccolti il danneggiato nel momento dell’ incidente.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati