Toro Rosso, James Key: “Il nostro obiettivo quest’anno è il sesto posto in classifica costruttori”

Un obiettivo ambizioso per la squadra di Faenza

Toro Rosso, James Key: “Il nostro obiettivo quest’anno è il sesto posto in classifica costruttori”

Il direttore tecnico della Toro Rosso, James Key, è convinto che la squadra potrà lottare per il sesto posto nella classifica di Formula 1 di quest’anno, anche se ammette che è un obiettivo ambizioso.

“Quello che ho visto nella squadra è che ci sono due aspetti”, ha detto Key, che si è unito alla Toro Rosso l’anno scorso.

“Il primo è l’ambizione di fare molto meglio della nona posizione nella classifica costruttori dello scorso anno.”

“Il secondo, credo che per la dimensione del team e le risorse che abbiamo, il sesto posto sia un grande passo.”

“Sarebbe un obiettivo fantastico e la squadra è motivata a raggiungerlo.”

Key ha anche ammesso che i cambiamenti delle regole che entreranno in gioco l’anno prossimo sono una grande sfida per le squadre come la Toro Rosso.

“Abbiamo una lunga stagione, e, alla fine dell’anno, con tutte le trasferte oltre oceano, sarà difficile aggiornare la macchina, quindi ci sono tutta una serie di considerazioni da fare.”

“Sarà importante lavorare da subito sulla vettura del 2014”.

Toro Rosso, James Key: “Il nostro obiettivo quest’anno è il sesto posto in classifica costruttori”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

19 commenti
  1. TifosoRosso

    16 febbraio 2013 at 13:21

    Gira voce che abbia sviluppato un particolare dispositivo che fa andare automaticamente l’auto fuori strada ogni qualvolta si presenta una RB di dietro con l’intenzione di sorpassare.

    • Maxfunkel

      17 febbraio 2013 at 11:15

      non servono dispositivi, basta una comunicazione adatta… i padroni vanno lasciati passare no?

      • Maria

        18 febbraio 2013 at 22:20

        abbiamo imparato, la Ferrari è stata un’ottima scuola fin dai tempi di Barrichello! 😛

  2. anonima tifosa vettel

    16 febbraio 2013 at 15:33

    Speriamo di vedere una velocissima TR..TifosoRosso caso mai fara’tale e quale a quello che ha fatto Perez o Massa ne di piu’ne di meno 😉 rimanendo in tema di(gira voce) Lauda ha cercato Vettel,ma la RB lo ha blindato per moltissimi anni..Percio’fino al 2016 Vettel in RB se non di piu’ Questa si che e’ una stupenda e Bellissima notizia 😛

    • Maxfunkel

      17 febbraio 2013 at 11:16

      Ricordati, il Dio Denaro compra tutto e i contratti sono fatti per essere stracciati… per il resto chi crede alle fedeltà dei piloti (di qualsiasi pilota)è un credulone…

  3. TifosoRosso

    16 febbraio 2013 at 16:31

    Guarda le loro tute. C’hanno scritto Red Bull in modo gigante, mentre Toro Rosso sta scritto piccolo e nascosto XD

  4. anonima tifosa vettel

    16 febbraio 2013 at 20:00

    Ritenta 😉 guardati prima la tuta del supervalutato cosa c’e’ scritto in modo gigante poi ne riparliamo 😉

    • Maxfunkel

      17 febbraio 2013 at 11:17

      Invece su quella del LEONCINO PIANGINO c’è scritto “i sono il numero uno altrimenti piango”

  5. Rezz

    16 febbraio 2013 at 20:57

    Speriamo!
    Sarebbe bello vedere la TR lottare per i punti, ma dal 9° al 6° è un bel salto…

    • Federico Barone

      17 febbraio 2013 at 09:22

      Bravo Rezz! Non speravo più in un commento all’articolo… siamo rimasti in pochi, evidentemente, altri fanno solo flame. 😉 Anch’io sono curioso di vedere come anda la Toro Rosso.

      OT – seguo con interesse la carriera di Key (l’avrei voluto a Maranello) e mi piacerebbe conoscere il vero motivo dell’interruzione della collaborazione con la Sauber (che poi mi ha sorpreso, io pensavo che avrebbero sentito la mancanza di questo progettista).

      • Rezz

        17 febbraio 2013 at 11:13

        Ho imparato a leggere i nick prima dei commenti, così salto direttamente quelli dei “soliti noti” e leggo solo quelli di chi solitamente commenta le notizie e magari ne sa qualcosa di storia della F1, di automobilismo, piloti, motori… a questo proposito mi dispiace molto non leggere più, da qualche tempo, i commenti di “Beppe (tifoso Red Bull)” che mi hanno spesso spinto ad informarmi maggiormente su cose di cui sapevo poco.

        Rispetto a te conosco meno l’aspetto ingegneristico della F1. Perché trovi interessante la carriera di Key?

      • Maxfunkel

        17 febbraio 2013 at 11:25

        Rezz concordo con te preferirei anche io leggere commenti tecnici e moderati invece di velenose pagine di partigianeria. E concordo sul dispiacermi di non leggere più Beppe, uno dei pochi “avversari” che stimo e ho sempre stimato.

      • Federico Barone

        17 febbraio 2013 at 15:12

        @ Rezz:
        perchè ritengo che Key sia un giovane ingegnere molto bravo. L’ha mostrato in Force India, in Sauber (anche se poi entrambi i teams hanno continuato a fare bene anche senza di lui) e ha già fatto vedere qualcosa modificando l’approccio al weekend di gara e la strategia in Toro Rosso, nella seconda parte del 2012.

        Forse mi sbaglio, ma credo che sia bravo. Penso che Mateschitz l’abbia voluto in Red Bull perchè confida in una buona continuazione, qualora Newey non avrà più motivazioni sufficienti (credo che dovremo aspettare ancora a lungo perchè ciò avvenga e non sono sicuro che si possa realizzare).

      • Federico Barone

        17 febbraio 2013 at 16:51

        @ Rezz:

        “sembra” che io conosca meglio l’ambiente ingegneristico… 😉
        I nomi che girano sono noti, meno quelli degli ingegneri dei teams minori (non li conosco nemmeno io).

      • Rezz

        17 febbraio 2013 at 20:27

        @ Maxfunkel: se Beppe ci legge ancora speriamo che torni a scrivere…

        @ Federico Barone: diciamo che conosci l’ambiente ingegneristico meglio di me… 🙂 Spero tu abbia ragione su Key… sarebbe bello vedere una Toro Rosso arrivare a podio!

      • Federico Barone

        17 febbraio 2013 at 22:06

        05.09.2012, 12.00 | Radiobox
        F1 | James Key, alla Toro Rosso per arrivare alla Red Bull ?
        A quanto pare James Key oggi è il progettista più ambito del Circus dopo Adrian Newey. Questo perché la sua ultima creatura, la Sauber C31 ha stupito tutti per le sue soluzioni innovative in termini di recupero del carico aerodinamico, e non solo per quello. Infatti la vettura elvetica come abbiamo scritto ampiamente nei mesi scorsi è un piccolo gioiellino tanto che in sequenza, prima Red Bull e poi Ferrari hanno seguito la stessa strada per quanto riguarda la zona degli scarichi dove grazie a questo schema si riesce ad amplificare al meglio quello che è il famoso effetto Coanda.
        Tornando alla figura di Key, il tecnico britannico rappresenta il nuovo che avanza in quanto appena quarantenne e con una carriera ancora molto piena davanti a sé. A soli 33 anni era stato nominato capo progettista della Jordan, rimanendo per diverse stagioni nel team nonostante i continui cambi di nome e proprietà. Nel 2010 è approdato alla Sauber e la monoposto di quest’anno è stata la prima interamente disegnata dalla sua penna.
        Purtroppo come si sa subito dopo la presentazione di Febbraio Key, annunciò di voler abbandonare la compagine elvetica perché ufficialmente aveva intenzione di riavvicinarsi alla famiglia tornando a lavorare in Inghilterra. Sicuramente la scelta dell’abile progettista britannico dipende da tutto ciò, ma non è solo la questione degli affetti a guidarne i passi. Sembra che la McLaren abbia richiesto i suoi servigi e fosse anche già pronto un contratto, ma successivamente si è messa di mezzo anche la Red Bull che non solo ha copiato la soluzione degli scarichi Sauber, ma attraverso le parole di Newey si è letteralmente complimentata con Key per il suo lavoro.
        Facendo un passo indietro appaiono quindi le improvvise dimissioni di Ascanelli dal ruolo di responsabile tecnico della Toro Rosso, perché questo potrebbe preludere davvero all’arrivo di Key in quel di Faenza dopo il necessario periodo di “gardening leave” lungo sei mesi che tutti i tecnici devono rispettare quando passano da un team all’altro nell’ambito della F1. Quello che risulta strano è il fatto che Key se ne sia voluto andare da Hinwil con la motivazione precisa di tornare a casa, mentre poi invece accetta l’offerta di un team con base in Italia che propriamente non è a due chilometri da Londra.
        E qui potrebbe nascondersi il vero intento della Red Bull che dopo un periodo di rodaggio nello Junior team, le cui prestazioni tra le altre cose non sono ora il massimo (Key potrebbe contribuire a migliorarle), lo vorrebbe alla sua corte di Milton Keynes nientemeno che al fianco del genio Newey. In futuro il quarantenne inglese avrebbe quindi la possibilità di subentrare ad Adrian che ormai ha 54 anni e sinceramente non vorrà andare avanti in eterno a progettare auto di F1, soprattutto perché già in passato ai tempi della McLaren aveva mostrato segni di insofferenza verso il sistema.
        In definitiva quindi è lecito pensare che Key attualmente considerato uno dei migliori tecnici in circolazione, possa avere la possibilità di andare anche se non immediatamente in quello che è considerato il team più avanzato insieme alla McLaren nella progettazione di auto di Formula 1. La certezza su tali movimenti di mercato ovviamente non esiste, ma gli indizi al momento conducono davvero in questa direzione.
        F1P | Luca Ferrari

      • Strige

        18 febbraio 2013 at 01:48

        anche a me piace molto key e mi sarebbe piaciuto vederlo in un top team a combattere contro Newey. Secondo me aveva ottime possibilità di battere il mago newey.

        Mi dispiace solo che la toro rosso non abbia preso hulkenberg. Mi sarebbe piaciuto vedere Hulk su una sua vettura, secondo me avrebbe fatto scintille.

        P.S. questa toro rosso, l’ha disegnato lui?

      • Rezz

        19 febbraio 2013 at 12:17

        @Strige: anche io mi stavo domandando se questa Toro Rosso l’abbia disegnata lui o meno. I tempi per disegnarla li avrebbe avuti, anche considerando i 6 mesi di gardening leave… qualcuno ha notizie più precise?

        Certo è che un ingegnere giovane e di talento è approdato in TR, con probabile futuro RB e non Ferrari… tanto per cambiare… 🙁

  6. Maria

    18 febbraio 2013 at 22:16

    io me lo auguro per loro però sarà dura….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati