Sauber, sabotaggio della trattiva Force India-Nasr? “Ridicolo”

Il team elvetico è stato accusato di voler tenere a ogi costo Felipe Nasr e i suoi sponsor

Sauber, sabotaggio della trattiva Force India-Nasr? “Ridicolo”

La crisi di risultati e i problemi finanziari non sono le uniche grane con cui la Sauber deve fare i conti in queste settimane. Alla non rosea situazione sportiva ed economica del team elvetico si è infatti aggiunta la speculazione secondo la quale la squadra starebbe “sabotando” le trattative del proprio pilota Felipe Nasr per evitare che prenda il volo verso altri lidi.

La Sauber al momento occupa l’ultima posizione della classifica Costruttori, ed è l’unico team a non essere riuscito a raccogliere nemmeno un punto iridato. La squadra di Peter Sauber è stata nei mesi scorsi venduta al fondo Longbow Finance, che ne garantirà la sopravvivenza, ma nonostante questo aiuto esterno il bilancio del team è in rosso. Per questo una delle priorità della scuderia sarebbe quella di confermare il proprio pilota Felipe Nasr, che porta in dote una ricchissima sponsorizzazione del Banco do Brasil.

Recentemente, il pilota brasiliano era stato dato per partente in direzione Force India, dove il sedile lasciato libero da Nico Hulkenberg è ancora vacante. Tale transizione sarebbe vista di buon occhio dagli addetti ai lavori, secondo cui, dopo il ritiro di Felipe Massa a fine stagione, sarà indispensabile avere un pilota sudamericano competitivo.

Garanzia, quella della competitività, che la Sauber difficilmente riuscirà a dare. Già ora, infatti, sappiamo che l’anno prossimo il team elvetico continuerà a utilizzare le power unit Ferrari 2016 (salvo poi passare, con ogni probabilità, a quelle Honda nel 2018). Tuttavia, anche di recente, lo stesso Nasr aveva espresso fiducia verso la Sauber, con la quale ha debuttato lo scorso anno, affermando che la squadra aveva bisogno di tempo per riprendersi.

Mick Hammer, giornalista del Blick, ha bollato come inconsistente la teoria del sabotaggio Sauber ai danni della trattativa Nasr-Force India. “Per la Sauber il sabotaggio non ha senso, è semplicemente ridicolo – ha detto – Hanno bisogno di entrambi i piloti per l’unico obbiettivo rimanente nel 2016: il decimo posto in Campionato“. Posizione che la Sauber potrebbe raggiungere a scapito della Manor se nelle ultime tre gare del 2016 dovessero arrivare almeno due punti, senza che Ocon e Wehrlein ne ottengano altri. Il penultimo posto nella classifica è molto significativo dal punto di vista economico, dato che prevede la spartizione dei premi riservati ai team.

Lorenzo Lucidi

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati