Ricciardo: “Non sono mai stato contattato dalla Ferrari”

Ricciardo: “Non sono mai stato contattato dalla Ferrari”

Anche se le vetture di Formula 1 sono tornate a a rodare sull’asfalto caldo dell’Hungaroring, le voci di Mercato Piloti non vogliono dissiparsi. A tenere banco è ancora la situazione che lega la Ferrari a Kimi Raikkonen. Il pilota finlandese, secondo le ultime indiscrezioni, dovrà portare a termine un fine settimana perfetto in Ungheria, l’ultima spiaggia, per provare a strappare al Cavallino Rampante il rinnovo contrattuale per la stagione 2016.

Nel caso la Rossa decida di non far valere l’opzione su Raikkonen, i nomi più accreditati per prendere il posto del finlandese a Maranello sono quelli di Valtteri Bottas, in scadenza con la Williams, e quello di Daniel Ricciardo, che avrebbe un contratto blindatissimo con la Red Bull.

Proprio il pilota australiano però ha voluto smorzare le indiscrezioni sottolineando come non sia mai stato contattato dalla Ferrari per prendere il posto di Raikkonen: “Dopo il Gran Premio di Gran Bretagna abbiamo avuto due settimane di riposo ma, da parte mia, sono sincero, e posso dire che non ho mai avuto contatti con la Ferrari – ha commentato il pilota della Red Bull – Non abbiamo avuto contatti diretti, sono solamente rumors montati dai media”.

Nel caso Ricciardo resti in Red Bull, se la Renault effettivamente comprerà la Renault, potrebbe trovarsi a correre con il motore Mercedes, ben più competitivo di quello transalpino che ha portato non poche grane agli uomini di Milton Keynes: “Il resto dei team migliorano gara dopo gara e noi dobbiamo provare a fare lo stesso. Ho molta fiducia nella Red Bull. Il nostro comune obiettivo è quello di recuperare terreno. Quando mi capita di parlare coi miei ingegneri dico loro di essere positivi, stiamo lavorando al massimo per essere competitivi nel 2016. È quello che hanno bisogno di sentirsi dire in questo momento della stagione”, ha concluso.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati