Red Bull verso il rinnovo con Renault per i motori in F1

Red Bull verso il rinnovo con Renault per i motori in F1

La Red Bull molto probabilmente estenderà il suo contratto di fornitura con Renault Sport F1 fino alla fine dell’attuale regolamento sui motori V8 in Formula 1. La categoria regina adotterà motori turbo V6 da 1600 cc dal 2014 e intanto la Red Bull è legata al gruppo Renault Nissan anche tramite la sponsorizzazione Infiniti.

La Red Bull Racing sarebbe intenzionata a montare motori Renault almeno fino al 2013.

Il direttore tecnico del team austriaco, Adrian Newey, ha ammesso questa settimana di essersi rallegrato dal mancato arrivo dei quattro cilindri per il 2013.

All’agenzia AAP l’inglese ha rivelato che a spingere la F1 verso i motori a quattro cilindri era l’idea che questo tipo di frazionamento avrebbe favorito l’ingresso in F1 del gruppo Volkswagen.

“Poi magari avrebbero deciso di non entrare e noi saremmo rimasti bloccati con dei quattro cilindri turbo” ha spiegato Newey, rivelando che i V6 avanno un regime di rotazione ben piu’ alto dei 12.000 giri proposti dalla FIA per i quattro cilindri.

Ma se sarà alto come i 18.000 giri richiesti da alcuni organizzatori delle gare di F1, al momento non è ancora chiaro: “Il regime è ancora oggetto di discussione”, ha ammesso Newey, “ma sembra che probabilmente sarà di 14.000 o 16.000 giri al minuto”.

Red Bull verso il rinnovo con Renault per i motori in F1
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. francesco (tifoso alonso)

    29 giugno 2011 at 10:54

    ragazzi vi faccio una domanda: ma se la renault può non voler dare i motori alla red bull?? e se ciò si potrebbe fare e si rifiutassero a darglielo anche ferrari e mercedes, la red bull che fa non corre ??

  2. Furio (tifoso moderato Red BUll)

    29 giugno 2011 at 11:04

    Ma scherzi? riuscirebbe a trovare sicuramente un produttore di motori, e’ una squadra campione del mondo, sarebbe stupido lasciarsi sfuggire una simile occasione per un costruttore…

  3. cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari, estremamente incavolato per il rientro di Mike Coughlan)

    29 giugno 2011 at 11:16

    @ francesco

    se lo fa dare da cosworth il propulsore…

  4. Fernando

    29 giugno 2011 at 11:54

    Nessun motorista rinuncerebbe, oggi, ad un partner come RedBull Racing.
    Al momento garantisce un ritorno di immagine per chiunque si associ al marchio, perché vincente.
    Renault senza RB non potrebbe fregiarsi di aver vinto come motorista il campionato mondiale costruttori con RBR (in Francia la pubblicità c’è).
    E comunque la Cosworth non si tirerebbe dietro davanti ad un bell’assegno.
    La Ferrari non saprei, con il motore che si ritrovano rischierebbero la figuraccia a farsi doppiare da un’altra macchina con identico loro propulsore…

  5. Turez

    29 giugno 2011 at 12:50

    Honda tornerebbe in F1 con un team come RB.

  6. Andrea

    29 giugno 2011 at 13:20

    la Toro Rosso è equipaggiata con il motore Ferrari

  7. Kimi F1

    29 giugno 2011 at 13:45

    Beh ormai il motore Renault è uno dei migliori insieme a Mercedes e Ferrari e poi come hanno detto già alcuni utenti la Renault sarebbe davvero stupida a lasciarsi sfuggire la Red Bull

  8. Fabien

    29 giugno 2011 at 19:57

    Credo che nonostante qualche problemino avuto nel 2009, a causa di soluzioni aerodinamiche estreme che causavano difficoltà di raffredddamento, la partnership tra Renault e RBR, sia molto solida e collaudata, basti pensare anche allo sviluppo inerente agli scarichi soffiati con la farfalla sempre aperta anche in rilascio, quindi nondarei così per scontato che un motorista valga un altro qualsiasi, perchè cmq il motore seppur non come una volta a causa dei regolamenti, rimane pur sempre una cosa fondamentale per una monoiposto di f1. La storia inoltre insegna che in fatto di motori la Renault è sempre stata molto attiva sia nelle novità che nei risultati, addirittura più di marchi ben puù blasonati, in conclusione, consiglierei di riflettere un pochino di più prima di dare tutto così per scontato e qualunquisticamente facile pensando ad un nuovo fornitore di motori, a maggior ragione se un domani un team resterà legato ad un buon motorista in grado di sviluppare i nuovi motori turbo e ricordiamoci che la Renault tra il 2004 e iul 2006 ha cambiato ben 3 tipi di motori passando dal 111° di bancata al 90° di 3000cc nel 2005 fino al 90° di 2400 cc del 2006 e vinse 2 mondiali con un certo Alonso, inoltre fu la prima a utilizzare il 10 cilindri vincendo tantissimo come motorista con qilliams e benetton, senza scordare l’introduzione del turbo alla fione deglia nni 70, dove nessuno avrebbe mai creduto in una scelta vincente…dcome invece fu poi per tutti

    ciao

  9. fabrizio

    29 giugno 2011 at 20:24

    @Francesco

    Dimmi almeno un motivo per il quale la Renault no dovrebbe piu fornire i propri motori alla RedBull…per provare a vincere con Heidfeld e Petrov?Mah…

    Diciamo che per la Renault questa notizia e’ una grande rivincita dopo tutto cio’ che venne detto lo scorso anno quando qualcuno all’interno del team anglo-austriaco voleva montare i Mercedes.I motori Renault sono alla fine il miglior compromesso tra potenza,elasticita’,messa in macchina del motore e gestione.Penso che questo binomio possa ripetere il ciclo vincente della Williams-Renault.

  10. Fabien

    29 giugno 2011 at 20:31

    Francesco, guarda che io non ho fatto nessuna polemica, ho semplicemente voluto ricordare alcune cose non da poco, ma quello che dici è verissimo, come è verissimo il suo contrario, ovvero perchè dovrebbe RBR andar ea cercarsi altri motoristi, inoltre lo scorso anno certi giornalisti enfatizzavano molto alcune voci in merito alla voglia di cambiare fornitore, ipotizzare dei cambiamenti non è come metterli in pratica oltretutto a suon di risultati.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati