Red Bull, la FIA annulla una delle violazioni del “coprifuoco”

Red Bull, la FIA annulla una delle violazioni del “coprifuoco”

La Red Bull Racing è riuscita a farsi annullare dalla FIA una delle violazioni del “coprifuoco” dopo aver provato che il membro dello staff arrivato molto presto sabato mattina non era associato alle operazioni sulle due vetture.

Il team di Milton Keynes era uno dei quattro team che si erano visti sottrarre una delle eccezioni al coprifuoco in quanto un membro dello staff del martking era entrato in pista prima delle 4 del mattino di sabato.

Per la Red Bull Racing sarebbe stata la terza delle quattro eccezioni permesse in questa stagione. Dopo aver dimostrato che la persona in oggetto era un membro dello sponsor Infiniti la Red Bull si è vista riaccreditare l’eccezione.

Anche le violazioni di Mercedes e Virgin sarebbero state opera di personale del marketing incauto. Nel caso del team della Toro Rosso, Franz Tost avrebbe saltato una fila ai tornelli e avrebbe utilizzato il suo pass prima della fine del divieto.

Red Bull, la FIA annulla una delle violazioni del “coprifuoco”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

19 commenti
  1. iorek

    25 settembre 2011 at 11:52

    ma c’e’ una regola che determina anche quante volte uno puo’ andare in cesso ???

  2. Davideah

    25 settembre 2011 at 11:56

    Non voglio essere polemico, anzi… Se qualcuno conosce la risposta lo pregherei di aiutarmi a capire:

    cosa ci fa un addetto al marketing o un membro dello sponsor infiniti alle 4 di mattina vicino alle vetture?

    Buon GP a tutti!

    • iorek

      25 settembre 2011 at 12:07

      da quello che leggo non era vicino le auto, ma “in pista”.
      non conosco questa regola, maspiegami dove hai letto che era vicino le macchine

      • Fernando

        25 settembre 2011 at 12:37

        Infatti, si parla di pista e non di macchine e, comunque, non era solo la RedBull, ma anche altri due team. Non vedo perché esaltare solo quello angloaustriaco tralasciando Mercedes.
        E’ vero, chi vince bene e con prove di forza, non è mai simpatico…

      • Davideah

        25 settembre 2011 at 13:33

        Ho pensato che fossero vicino alle vetture perché il coprifuoco regola i lavori alle macchine… Avrò capito male, per quello chiedevo.

        Comunque la domanda resta la stessa: cosa fanno gli addetti marketing cosi presto in pista? è una semplice curiosità!

    • Mattia

      25 settembre 2011 at 17:03

      Semplicemente non era alle quattro di mattina, ma durante il pomeriggio. Il problema è che per l’orario del coprifuoco a Singapore si utilizzava l’orario europeo e quindi molti team hanno fatto l’errore di utilizzare quello locale.

    • number 1

      25 settembre 2011 at 17:03

      è semplice non è un responsabile del marketin ma piu probabilmente uno che vuole assicurarsi che la macchina……….

  3. Andrea

    25 settembre 2011 at 12:00

    chi mi spiega meglio che è successo? no perchè questa regola mi è nuova!

  4. Dekracap

    25 settembre 2011 at 12:24

    Sicurmente è andata cosi, però certo il clima non è il massim, visto che sembra già che la Rb abbia violato gli accordi tra team iscrivendo dei tecnici come addetti al marketing per aumentare la forza lavoro intorno alle auto oltre il,limite deciso dalla FOTA. Poi ci scappa proprio un uomo di marketing in pista quando vietato…
    Pensar male è peccato…… ma spesso ci si prende 😉

    • Fernando

      25 settembre 2011 at 12:40

      … allora lo hanno fatto anche Mercedes e Virgin, ma non vedo i risultati e nemmeno le prove… e ricorda: SEMBRA NON E’ UNA PROVA CERTA ed un tecnico per essere utile al team deve essere a contatto con la vettura e non solamente nei box… si pensa solo male e null’altro perché nel caso specifico prendi l’acqua…

      • Dekracap

        25 settembre 2011 at 13:19

        INfatti io non ero sicuro di nulla, magari sono notizie infatizzate proprio per far venire in mente collegamenti come quelli che hi detto io.
        Ho solo aggiunto qualche info per chi non sapesse della polemica sui finti PR.
        Però non sono sicuro di nulla, nlla toglie che posso avere dei dubbi aspettando che le inchieste me li chiariscano.

    • number 1

      25 settembre 2011 at 17:05

      bendetto

  5. Piero

    25 settembre 2011 at 12:40

    Esatto, la maggior parte dei team con massimo 40 dipendenti sulla pista, mentre i soliti furbi (non solo redbull) ne portano 80 e passa…

  6. Clary

    25 settembre 2011 at 12:49

    che cambia.. ormai possono violarli tutti visto che il mondiale è da metà stagione (forse anche prima) che l’ha vinto la Red Bull.. polemiche inutili

    • Fernando

      25 settembre 2011 at 12:56

      … a prescindere: le azioni ammesse nel “coprifuoco” sono 4, la RB con questa ne avrebbe commesse solo 3, cosa vogliono?

  7. www.polemiche.com

    25 settembre 2011 at 12:56

    Si ma… mi immagino solamente cosa avrebbero scritto i giornali se fosse stata la Ferrari a farlo… Una cosa è sicura: La Redbull ha meritato anche questo secondo titolo, ma sono una massa di furbetti, come quando dicono che non danno ordini di scuderia denigrando la Ferrari, poi sono i primi che dicono: “Mark maintain the gap…”
    Questo i giornalisti hanno paura a chiederglielo?

  8. supercla

    25 settembre 2011 at 13:37

    notizie come queste nn dovrebbero neanche apparire…
    nn ha alcun senso parlarne e/o creare polemiche su queste futili cose

    Saluti

  9. number 1

    25 settembre 2011 at 17:09

    volevo complimentarmi con sebastian e con tutto il suo team (i bibitari):complimenti avete imbrogliato un’altro mondiale c’è da imparare da voi!

  10. LUCA BORGNA

    25 settembre 2011 at 20:11

    Che vitaccia occuparsi dello sponsor…
    Ma a che ora si sara’ alzato???Anzi e’ andato a letto??
    MISTERI DELLA NUOVA F1.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati