Piero Ferrari sulla MotoGP: “Mio padre avrebbe licenziato Marquez”

Il figlio di Enzo ha quindi invitato Rossi a battere gli spagnoli in pista nel 2016

Piero Ferrari sulla MotoGP: “Mio padre avrebbe licenziato Marquez”

Da grande amante delle due ruote domenica scorsa anche Piero Ferrari ha seguito con interesse dall’hospitality allestita al Mugello in occasione delle Finali Mondiali la gara di Valencia della MotoGP.

Come molti italiani deluso per il mancato successo iridato di Rossi il figlio del Drake ha voluto dire la sua a proposito della presunta combine iberica architettata a favor di Lorenzo.

“Se mio padre fosse stato alla Honda si sarebbe molto alterato e avrebbe subito licenziato Marquez dopo quanto successo in Spagna – le sue parole riportate da QN- Qui si tratta di etica dello sport. Marc si è messo al servizio di Jorge come un dipendente Yamaha. Mi sorprende che nessuno si sia fatto sentire”.

“E’ un episodio che certo lascia amarezza. A Valentino posso quindi dare un solo consiglio. Far pentire i suoi avversari e batterli in pista nel 2016” – ha concluso.

Chiara Rainis

Piero Ferrari sulla MotoGP: “Mio padre avrebbe licenziato Marquez”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. antonio6840

    10 novembre 2015 at 18:15

    Piero Lardi Ferrai, un vero signore che parla pochissimo e mai a vanvera!
    Cedo anch’io che il Drake avrebbe preso a calci Marquez!

  2. kimi-kimino

    10 novembre 2015 at 18:16

    Marquez ha fatto una gara vergognosa.

  3. grippato

    10 novembre 2015 at 20:06

    Avrebbe preferito (facendo un parallelo) far vincere un suo connazionale al posto di una Ferrari, guidando una Ferrari.
    Eh si, l’avrebbe licenziato in tronco a fine gara, senza possibilità di replica.

  4. michele

    10 novembre 2015 at 23:48

    Come si fa A non tornare quando si vedono certe cose.

    E evidente che il ragazzo deve ancora maturare parecchio un giorno forse si rendere conto di quello che ha fatto. 22 anni sono troppo pochi perché.

    C’è un vecchio detto che dice molti nemici molto onore. Valentino ne ho molti ma meglio così ne riparliamo il prossimo anno.

    Valentino ha battuto 4 generazioni di piloti. Capirete voi a quanti sta sui gabbasisi.

    Bisogna metterlo in conto.

    È come se qualcuno volesse dire, ma tu che ci fai qui che ormai hai vinto tutto in mezzo a noi ragazzini mocciosi?

    Mo te la do io una spinta, con la testa, ti faccio crepare di nervi, ti metto nelle condizioni di cedere mentalmente.

    Vale ha dimostrato di essere ancora un giovane, che può perdere la pazienza.

    Uno coi sentimenti veri.

    Caro Vale molti vogliono sbatterti fuori, e non solo il moccioso, ma tu devi tenere duro fino alla fine….

  5. felicinoss

    11 novembre 2015 at 08:10

    …il grande DRAKE età o non età lo avrebbe cacciato, magari sopportava uno sfascia macchine funambolo come Villenueve ma, questi sporchi giochi non li avrebbe permessi!

  6. Raphael

    11 novembre 2015 at 11:25

    I giochi sporchi sono apparsi tali solo DOPO le dichiarazioni di Rossi, prima NESSUNO sospettava nulla, neppure in Australia, e anche ora sono sporchi SOLO per le accuse di Rossi senza prove certe, solo sospetti instillati da Rossi.
    Mi domando se personaggi come Piero Ferrari sponsorizzino la tesi di Rossi per amicizia, interessi o semplicemente per acquistare lustro nell’immaginario collettivo italiano, o meglio per non tirarsi addosso antipatie.
    Tutto ciò è ridicolo, trasformare un calcio visibilmente dato in mondovisione in una testata ricevuta è semplicemente assurdo e ridicolo, o se vogliamo… tipicamente italiano.
    Che pena.

  7. antonio6840

    11 novembre 2015 at 12:11

    Scusa Raphael, secondo Te Piero Ferrari ha bisogno di visibilità o è in cerca di consenso popolare?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren