Pagellonze del GP Spagna

Commenti semiseri alla "doppietta doppiata" di Barcellona

Pagellonze del GP Spagna

VOTO 4 alla Formula noia
Gara quasi soporifera, per via di due macchine che sembrano essere delle Formula Uno tra tante Formula Gloria. Il vantaggio sul terzo classificato, Ricciardo, è imbarazzante, un distacco da endurance più che da Gp di F1. La colpa di tutto ciò? Dei continui cambi di regolamento che, vuoi o non vuoi, portano a situazioni di questo tipo piuttosto che ad un livellamento di prestazioni tra i vari team, con lo spettacolo che ne guadagnerebbe di conseguenza. Per un campionato che sembrerebbe già chiuso ci vorrebbe l’introduzione delle zavorre come accade nel Wtcc per cercare di frenare un po’ quei due lì, o comunque i dominatori di turno.

VOTO 8 alla “remuntada” di VETTEL
Dopo tante gare insapore finalmente Seb mette in pista una prestazione maiuscola. E’ vero, arriva ancora una volta dietro Ricciardo, ma tra sorpassi e ritmo ok la rimonta è da vero campione. E poi non è mica colpa sua se quest’anno anche la sua Red Bull, e non più soltanto quella del compagno di squadra, ogni tanto accusa qualche problema di natura tecnica.

VOTO 7,5 alla rinata LOTUS
Sembra quasi un miracolo quello visto in Spagna. Dopo il “dalle stelle alle stalle” di inizio campionato, siamo quasi tornati “dalle stalle alle stelle”. La cosa che più stupisce è che un miglioramento del genere sia stato ottenuto così, da una gara all’altra, anche se in tal senso la pausa di 3 settimane avrà aiutato. Ottimo ovviamente Grosjean, che dimostra che non si è certo dimenticato come si guida, mentre al suo caro compagno di squadra va un bel 4, ad esser generosi, dato il week-end semplicemente disastroso.

VOTO 4 ALLA FERRARI
Vada che le Mercedes hanno doppiato praticamente tutti, ma le rosse, almeno in questo GP, sembrano proprio delle 348 bruciate al semaforo dalla Golf GTI del coattone romanaccio, come da celebre racconto di Luca Luca. Viene poi da chiedersi come facciano in Lotus a migliorare così, da una gara all’altra, mentre le due Ferrari, dopo il podio cinese, vanno indietro in stile gambero. Dov’è lo sviluppo? Dove sono i miglioramenti?

VOTO 6 ad entrambi i piloti della F14T
L’unica buona notizia, in casa Ferrari, è quella di un Kimi finalmente un po’ più in palla, che riesce a mettersi dietro il compagno di squadra in qualifica, ed a tenerlo dietro anche per buona parte del Gp, nonostante la strategia dal muretto palesemente a favore di Nando. Ed a fine gara non le manda certo a dire ai giornalisti, lamentandosi per il trattamento da “seconda scelta”. Lo stesso voto lo prende Fernando, perché lotta senza mai arrendersi. Con una Ferrari così non si può chiedere di più.

VOTO 2 ai freni di KOBAYASHI
Houston abbiamo un problema. Per quanto il pilotino giapponese possa essere un grande staccatore (forse lo è, chissà..) non può essere che rimanga per la seconda volta senza freni come una Fiat Uno Turbo ad un track day. E’ un problema non da poco, da risolvere subito per la sicurezza sua e degli altri.

Gianluca Mauriello

Pagellonze del GP Spagna
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. albo94

    19 maggio 2014 at 13:05

    Formula noia. Ok. Va bene. Ma quello che mi chiedo da 3 mesi è :” E quando a dominare erano le Williams, le Mclaren,le Ferrari o le Red Bull, e delle volte con un solo pilota (penso a Vettel o a Schumacher) che formula 1 era ?”
    E dire che, prendendo in considerazione gli ultimi 30 anni, i domini occupano un gran bella fetta di tutti i mondiali.
    Credo che la gente sia insaziabile, oramai c’è una ricerca dello spettacolo estremo. Si inneggia al passato come se ci fosse stata una f1 fatta di soli sorpassi, duelli all’ultima curva e di macchine allo stesso livello o altro di così trascendentale, il che non è vero.
    O forse siamo solamente stufi di vedere la Ferrari così indietro ?

    • Ele (mclaren)

      19 maggio 2014 at 14:13

      ho scritto le stesse cose da un altra parte..ma più o meno quello che volevo fare capire è quello che dici tu..si sono stancati di vedere non vincere la Ferrari e quindi non va bene..

      Io parlo con gente che segue la moto gp e critica la F1 ..ora non sanno cosa dire con Marquez che ha vinto 5 gare su 5..almeno in F1 la lotta è tra due compagni di squadra..la non c’è nemmeno quella…

    • Dany_M

      19 maggio 2014 at 14:14

      Ottimo commento.
      Io aggiungo che almeno adesso c’è un po di suspance relativa alle possibili lotte in pista tra rosberg ed hamilton. Stanno andando molto forte entrambi ed è bello che la loro squadra li lasci battagliare liberamente in pista!

  2. Luisa

    19 maggio 2014 at 13:19

    Contesto il voto ed il commento sulla Ferrari, nonché la bieca ironia utilizzata, che trovo non all’altezza di questo sito! 8-(

  3. Kenway92

    19 maggio 2014 at 13:27

    Poco pilota e troppa macchina..troppa elettronica troppe stronzate meccaniche e giu di lì. Voglio vedere più pilota che macchina.

  4. Jess

    19 maggio 2014 at 15:01

    Annoiati di non veder vincere la Ferrari? Da Ferrarista è ovvio che la vorrei vedere lottare per il titolo, ma ammetto che gli anni di dominio rosso con il crucco sono stati belli all’inizio, perchè il popolo rosso era a secco da vent anni, poi però mi annoiavano un po’! Ad ogni modo per me è formula noia, e badta!
    Ridicolo chi dice che è bello vedere Hamilton e Rosberg lottare tra di loro…Mi annia pure quello, perchè alla fine prendono, vanno via e a fine gara Roisberg tenta qualche vano attacco al più dotato compagno di squadra, che, salvo colpi di testa, ha gia il mondiale in tasca (non per favoritismi, ordini di squadra o altro, ma perchè è più bravo di Nico, tutto li).
    La colpa? Dei cambi di regolamento, troppi in questi anni, assurdi quelli di adesso, che hanno snaturato l’essenza stessa della Formula 1, fatta di velocità, rumore… Ok che la Fromula 1 è al servizio dell’industria automobilistica, serve a fare ricerca e, dato che si va nella direzione ecologica di motori ibridi che consumano il meno possibile, le attuali pu sono il naturale banco di prova delle vetture del futuro. Però è uno sport, quindi che si spinga per avere competizione, per avere spettacolo! blocchiamo sti benedetti regolamenti per 10 anni, diamo la possibilità a tutti i costruttori di sviluppare le vetture, liberi anche di fare errori, al massimo rifanno la vettura, ma se la azzeccano la usano pure la stagione successiva… I costi si ridurrebbero, lo spettacolo crescerebbe. Adesso a che punto siamo? siamo in una fase in cui la §Mercedes ha fatto meglio di Ferrari e Renault. Le Pu sono più importanti dell’aerodinamica, perchè ora se sotto non hai il motore che spinge hai perso, anche se hai il telaio disegnato da newey! Il futuro? finiranno per concedere deroghe a Renault e Ferrari , per sviluppare o rifare le Pu, altrimenti la Renault si ritira e Montezuma ci pensa su….Finchè non succederà addio formula 1, sarà solo noia, noia, noia e tanti titoli di Campione del mondo nella bacheca di Hamilton!

  5. Federico Barone

    19 maggio 2014 at 21:00

    Un momento, fermi tutti!!!

    Il titolo della rubrica è “Pagellonze”, per cui non vale la pena di commentare.

    Questa volta soprattutto perchè l’ironia va e viene e si mescola a battute semiserie che non si capisce bene perchè siano inserite. Il risultato è che la gente (mi riferisco ai commenti finora scritti) evidentemente fatica a sorridere e che quindi lo scopo di questa rubrica non è stato raggiunto. Altre volte l’intento era evidente ed il copione veniva rispettato.

    Quindi, vi prego di non prendervela ed aspettiamo la prossima puntata, nella speranza che le “pagellonze” possano tornare a far sorridere i lettori, cosa che il titolo promette senza possibilità di equivoco.

    Su con la vita! 😉

  6. biker

    19 maggio 2014 at 21:21

    Gianluca M. quando il Gatto non arriva al salame dice che puzza.

  7. biker

    19 maggio 2014 at 21:30

    Formula noia sarebbe se i regolamenti non venissero cabiati? F1 Technology all’enesima potenza

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati