Marchionne: “Osceno obbligare i costruttori a cedere i motori nuovi”

Il Presidente Ferrari ha ridabito che non fornirà l'unità 2016 alla Red Bull

Marchionne: “Osceno obbligare i costruttori a cedere i motori nuovi”

Intervenuto in occasione delle Finali Mondiali Ferrari il Presidente Sergio Marchionne ha risposto in maniera piccata alle affermazioni del boss della FIA Todt secondo cui dietro alla fornitura dei propulsori ci sarebbe un ritorno finanziario talmente forte da portare Maranello a porre il veto al tetto di spesa proposto per agevolare i clienti.

“Trovo sorprendente che una persona dalla vasta esperienza in F1 come Jean non si renda conto di quanto siano alti i costi per creare e sviluppare queste unità – ha dichiarato – Solo il pensiero che la Federazione o la FOM ci possano obbligare ad aiutare economicamente altre squadre è osceno. Ugualmente è al limite dell’accettabile l’onore morale di dover cedere la propria power unit”.

“Per quanto riguarda il caso Red Bull nello specifico – ha proseguito – Restiamo disponibili ad andarle incontro, purché non ci venga chiesto il motore 2016”.

In merito invece alla stagione che si sta per concludere il manager italo – canadese ha detto: “Con tutto il gruppo abbiamo fatto passi avanti enormi. Anche se non è stato possibile vincere il titolo abbiamo portato a termine il processo di recupero e personalmente nutro grandi aspettative per la monoposto dell’anno prossimo”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati