Manor, Rossi: “Credo di aver dimostrato di meritare la F1”

Il pilota americano ha chiuso la sua esperienza di cinque gare con la scuderia inglese

Manor, Rossi: “Credo di aver dimostrato di meritare la F1”

Cinque gare come da contratto, cinque GP per esordire con la Manor nel grande Circus, per farsi conoscere, magari apprezzare. Cinque appuntamenti iridati nei quali Alexander Rossi, americano di anni 24, non ha sfigurato, riuscendo a chiudere tre volte davanti al compagno di squadra Will Stevens. Un’esperienza positiva, l’ha definita Rossi, che punta senza nascondersi ad un accordo per correre con la Manor (motorizzata Mercedes) anche nel 2016. Intanto ad Abu Dhabi lo statunitense restituirà il volante a Roberto Merhi.

“Non è stato facile entrare negli automatismi della squadra da Singapore, a tre quarti del mondiale – ha raccontato Rossi – Sono felice di essere riuscito a stare diverse volte davanti all’altra monoposto, tra l’altro in condizioni di pista e atmosferiche sempre diverse. In realtà credo che queste cinque gare sarebbero potute andare anche meglio di così, ma credo di aver fatto un buon lavoro e di aver dimostrato di poter correre a questi livelli. Per il 2016 sono abbastanza fiducioso, penso di aver fatto tutto bene e ho i risultati dalla mia parte. Mi sento in una posizione di forza per il 2016″.

Alexander ha corso con la Manor i GP di Singapore, Suzuka, Stati Uniti, Messico e Brasile, conquistando come miglior risultato il dodicesimo posto ad Austin, nel GP di casa.

Antonino Rendina

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati