Lotus Renault: sia Petrov che Senna fuori dalla zona punti

Lotus Renault: sia Petrov che Senna fuori dalla zona punti

Un weekend deludente per la Lotus Renault, fuori dalla zona punti un’altra volta ad Abu Dhabi.

Bruno Senna, 16mo: “Siamo onesti, non c’è niente di confortante in questa performance. Abbiamo sofferto di un problema al KERS, un drive through e una macchina non a suo agio su questo circuito. Mettete assieme tutti questi elementi e capirete perché sono finito dove sono finito. C’era troppo tempo perso da recuperare e abbiamo scommesso su una strategia che non ci ha ripagato. Come ritmo, stavo andando bene, magari per il Brasile andrà meglio, spero di avere un weekend migliore”.

Vitaly Petrov
, 13mo: “E’ stato un pomeriggio frustante, perché il mio DRS non funzionava. Abbiamo pensato di poter lottare con le macchine davanti, ma non avevamo troppe speranze di poterlo fare e abbiamo cambiato strategia. Abbiamo messo le gomme medie, ma sfortunatamente queste non sono durate molte, quindi abbiamo cambiato con le morbide ed eravamo comunque troppo lenti. La realtà è che il ritmo non era buono abbastanza per poter arrivare in zona punti”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

17 commenti
  1. massi

    13 Novembre 2011 at 19:47

    sarà anche la macchina, ma bruno senna è stato davvero penoso nelle ultime 4 gare

    poi va beh lasciam perdere le strategie renault che sono da suicidio

    • Agisette

      14 Novembre 2011 at 08:37

      BRUNO SENNA NO COMMENT!!! Obrobrioso come pochi!

      Partenza di Me3da come sempre e poi il solito errore che lo costringe a rientrare ai box. Poi una volta rientrato in pista fà ben poco.

      DELUSIONE TOTALE! Scusami Bruno ma come già detto non vali nulla.

      • luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

        14 Novembre 2011 at 09:22

        penso sia rientrato ai box per togliere subito le dure per fare poi tutta la gara con le morbide. non ha avuto contatti in partenza. certo che con strategie suicide così tra lui e webber non so chi è messo peggio

    • Fernando

      14 Novembre 2011 at 20:21

      Senna ha mostrato a tutti il suo vero valore: zero! Tralasciando le qualifiche di Spa, dove poi ha rovinato la gara di Alguersuari con una partenza degna dei migliori kamikaze, sulle piste tecniche da manico ha mostrato la sua più completa inconsistenza. Va bene la mediocrità della vettura, ma questo discorso per Heidefeld non fu fatto e venne malamente “esonerato”…
      Credo che Boullier, più che sproloquiare sulle piste europee e le loro alternanze, debba seriamente pensare ai futuri piloti della futura Lotus-Renault, ancor prima che alla vettura che metteranno in pista!

  2. alexbellof

    13 Novembre 2011 at 22:42

    Secondo me, non aspettano altro che finisca il campionato. Prime gare a parte, quest’anno è stato un FLOP totale per il team, a causa dell’assenza di Kubica, dell’incapacità di sviluppare la macchina di cui sono complici anche i piloto oltre agli ingegneri; a cui si aggiunge l’adozione di strategie discutibili dall’esterno per lo meno

  3. piero

    13 Novembre 2011 at 23:28

    senna e’ proprio un paracarro… nn condividevo e non lo faccio tuttora l appiedamento di heidfeld

  4. The.Next

    14 Novembre 2011 at 00:07

    L’ho detto pure dopo le qualifiche…
    La Renault quest’anno ha avuto una involuzione pazzesca…
    Devono ringraziare i due podi nelle prime due gare che hanno fruttato 30 punti,altrimenti stavano dietro alla Force India e probabilmente in lotta con Sauber e Toro Rosso…

  5. ivan27

    14 Novembre 2011 at 08:30

    Hanno realizzato 6 punti in 7 gare da quando hanno appiedato Heidfeld, Senna si sta rivelando mediocre come ho sempre sostenuto e mi sa che la sua carriera in F1 finirà fra 15 giorni…bravo Boullier!

  6. ridas22

    14 Novembre 2011 at 12:19

    Heidfeld per molti non era capace, ma chissà perchè i punti li portava sempre

  7. Lorenzo

    14 Novembre 2011 at 14:38

    sarebbe stato davanti a petrov di qualche secondo se non gli avessero dato un drive thru… (mamma mia sti commissari oh )
    comunque è proprio la macchina che fa cagare , anche se ci fosse stato heidfeld non sarebbe cambiato praticamente niente .

  8. LUCA BORGNA

    14 Novembre 2011 at 18:56

    Era colpa di Heidfield…
    Bastava dirlo:lo facciamo per soldi.
    TEAM RIDICOLO

  9. rosario78

    14 Novembre 2011 at 22:17

    quando la Lotus ingaggiò Bruno LALLI(x me Senna era solo suo zio!) molti qui erano entusiasti, io lo dissi che questo pure in gp2 era scarso, ma non era meglio tenere Heidfeld?

  10. danowski

    15 Novembre 2011 at 10:32

    ricordateglielo a Secchi che è un paracarro Bruno Senna, lui che lo definiva astro emergente 🙂

    • Ingenuo (tifoso Ferrari)

      15 Novembre 2011 at 11:32

      Eppure con la Brawngp del 2009 fece vedere di che pasta era fatto battendo nei test perfino Button, poi condivido con tutti voi nel dire che non sta facendo praticamente niente, però non so se sia per colpa della macchina che fa decisamente ca..re o perché sia in effetti un paracarro, anche Petrov (che non è affatto malvaggio) sta facesndo schifotto

  11. LucaR

    15 Novembre 2011 at 13:48

    La storia si ripete: un piccolo team (Team Lotus-verde) contro una casa costruttrice (Lotus Cars-nero), il primo costretto a cambiare nome per lasciare spazio alle manie di grandezza del secondo e ora, mentre il piccolo team di Fernandes è in ascesa, il futuro team Lotus (oggi renault) sta precipitando in popolarità e prestazioni…forse, per il bene del marchio era meglio rispettare il volere di Chapman, tenere divisi i due nomi.

    Chissà le facce dei dirigenti della Lotus Group, quando ‘anno prossimo le Caterham andranno più forte delle Lotus!

  12. heidfeld

    16 Novembre 2011 at 10:47

    media punti gara renault:
    senna 0,3 petrov 2 heidfeld 3
    Posizioni recuperate da senna in gara totale -10
    Posizioni recuperate da heidfeld in gara totale + 50
    Meditate gente meditate

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati