Lotus E22: prime foto dallo shakedown

Ecco le prime foto della nuova vettura del team di Enstone

Lotus E22: prime foto dallo shakedown

La Lotus E22 sta compiendo i suoi primi passi sul circuito di Jerez. La nuova vettura del team di Enstone non ha girato nei primi test invernali e sta debuttando oggi sul circuito spagnolo in solitaria, ufficialmente per scopi promozionali (riprese video).

La Lotus percorrerà oggi con la E22 un massimo di 100 Km come stabilito dal regolamento. Intanto il team ha diffuso su Twitter le prime immagini della vettura, caratterizzata dal muso a tricheco (asimmetrico) già visto nei primi rendering diffusi qualche settimana fa.

Seguiranno aggiornamenti con altre foto della vettura appena disponibili.

Ecco il volante della Lotus E22
Lotus E22

Lotus E22

Lotus E22

Lotus E22: prime foto dallo shakedown
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

37 commenti
  1. panis96

    7 febbraio 2014 at 14:59

    Musetto sconcertante con due prolunghe asimmettriche.Potrebbe anche essere un’idea geniale per l’aerodinamica, ma non capisco dova sta il vantaggio rispetto ad un unico fallo.

    • amgalbu

      7 febbraio 2014 at 15:04

      Immagino che il vantaggio stia nella quantità d’aria pulita (senza ostacoli da aggirare) che viene indirizzata al sottovettura per far poi funzionare al meglio il diffusore posteriore

    • holly91fox

      7 febbraio 2014 at 15:08

      dall alto della mia ignoranza credo che la parte lunga serva per migliorare l aerodinamica della parte corta. Insomma lo stesso principio per cui gli aerei e gli ucceli volino meglio in formazione a V. Però c sarà sicuramente qualche altro vantaggio

    • F.Alonso

      7 febbraio 2014 at 18:08

      il disegno delle pance laterali è gradevole da guardare..

    • Capitan red

      7 febbraio 2014 at 20:20

      ma non capisco dova sta il vantaggio rispetto ad un unico fallo….
      che domande sono??…così ne puoi soffisfare 2 allo stesso tempo.

    • dylan(nuovamente ferrari)

      8 febbraio 2014 at 13:29

      non è niente di nuovo nel 2004 la BMW esordì con questa soluzione che però non diede i risultati sperati…

  2. kimi79raikkonen

    7 febbraio 2014 at 15:01

    che schifezza ma chil ‘ha progettato non si vergogna? -.-

  3. eagle.fox.one

    7 febbraio 2014 at 15:10

    io ho i miei dubbi sul fatto che queste foto siano reali…nessuno ha notato che la larghezza dell’ala ant è uguale in misura a quella dell’anno scorso?quando dovrebbe essere più stretta?

  4. cpJack

    7 febbraio 2014 at 15:13

    bhe se e’ efficace come sembra saranno guai , che abbiano azzeccato l’idea giusta ? non si capische perche sia assimmetrica ma probabilmente e’ questione di vortici….. rispetta le regole ed ha una buona portata di aria ma otterra’ le giuste pressioni ?

    • luigimar82

      7 febbraio 2014 at 17:59

      E’ asimmetrico per un motivo molto semplice: il regolamento impone che la parte più avanzata della monoposto (quella che con la nuova regola deve arrivare a 185mm dal piano di riferimento) deve essere una sola! Quindi le due punte non potevano arrivare alla stessa distanza! Ipoteticamente avrebbero anche potuto fare una punta a 185mm e una più alta!!! Questa è la bizzarria dei regolamenti scritti con i piedi…….

  5. Sbrillo

    7 febbraio 2014 at 15:32

    ma li riusciranno a fare 100 km? la redbull in 4 giorni non ce l’ha fatta..

  6. hero

    7 febbraio 2014 at 16:12

    Quel muso è la cosa piu brutta che si sia mai vista in formula uno! Orribile…

  7. panis96

    7 febbraio 2014 at 16:18

    Certo che tra questa e la Caterham non saprei chi scegliere come peggiore esteticamente (anche Force India e Ferrari non scherzano però).

  8. cpJack

    7 febbraio 2014 at 17:11

    NON CAPISCO LE OPINIONI NEGATIVE loro e la ferrari sono stati piu creativi…..

  9. -Leon-

    7 febbraio 2014 at 17:38

    io credo sia un colpo di genio, anche se a vederla fa un po’ schifo.
    rispettano le regole ma allo stesso tempo hanno tutti vantaggi di una vettura a muso alto, che x l’aereodinamica è un toccasana.

  10. darkn3ss

    7 febbraio 2014 at 18:16

    effettivamente in azienda abbiamo bisogno di un nuovo muletto.. quasi quasi

    • Revolver

      7 febbraio 2014 at 19:04

      Ma dai, che coi muletti ci si fanno pure le corse clandestine in stile fast and furious, io lo so…poi questa sarebbe irregolare…

  11. Phyl

    7 febbraio 2014 at 18:45

    Noto molta inventiva nella progettazione! Complimenti alla lotus…… mi sembra la soluzione che garantisce il maggior passaggio di aria sotto il muso…..
    Anche il disegno delle pance è molto interessante……. sono molto ristrette in basso e questo potrebbe consentire l’arrivo di aria “buona” sul diffusore……
    nonostante l’emorragia di tecnici sembra una macchina innovativa!!
    sarà anche prematuro, ma mi sarebbe piaciuto vedere inventiva e innovazione anche in ferrari, ma lì fanno sempre e solo il compitino… se non si spingono + in avanti temo che non vinceranno mai….. sicuramente per qualcuno è presto x trarre conclusioni…… però x me butta male come al solito negli ultimi anni…..

  12. ciccioguglielmino

    7 febbraio 2014 at 19:37

    È la vettura del 2010!!! Con un musetto posticcio….oppure sono tornati ad ala anteriore di quell’anno posteriore con l’ala bassa proibita da regolamento e schema sospensivo push rod al posteriore più le fiancate di quell’anno !

  13. Capitan red

    7 febbraio 2014 at 20:24

    Carina la prima foto del muso Lotus..dove nello sfondo campeggia una rivista “Autosport” con il titoli “RedBull crisis”

  14. Emanuele

    7 febbraio 2014 at 21:23

    Guarda ormai mi conoscete e sapete che non sono di certo ferrarista ma in questo caso devo prendere le difese della ferrari, sembra che quest’anno i progettisti abbiano fatto la loro parte, il muso basso e cosi progettato sembra nascondere molti segreti e potrebbe anche essere più efficiente degli altri a detta degli esperti, in parole povere è un tubo venturi che crea una forte accelerazione dei flussi permettendo di generare parecchio carico e indirizzare molta aria sul fondo anche se ad una prima occhiata si potrebbe pensare il contrario.
    Inoltre a jerez il motore sembrava molto giù di giri nelle scalate e questo fa ipotizzare che una gestione intelligente dell’elettronica che non usa il freno motore per rallentare la macchina ma usa solo i freni ed il sistema di recupero dell’energia, questo permette di caricare più velocemente le batterie e di non sprecare carburante che come sappiamo sarà fondamentale per vincere i gp.
    Anche il sistema di raffreddamento dell’aria del turbo aria acqua è l’unica che lo ha proposto e sebbene pesi di più di quello aria aria di mercedes e renault sembra necessitare di circa il 35% di masse radianti e questo migliora il drag della vettura sul veloce .
    Quindi prima di dire che la ferrari si è limitata a fare il compitino senza osare direi che è meglio aspettare l’inizio del mondiale, spesso le soluzioni migliori sono invisibili.

    • Emanuele

      7 febbraio 2014 at 21:24

      Il mio post è in risposta a phyl ma non so perchè lo ha messo sotto

    • Revolver

      7 febbraio 2014 at 22:03

      Sono totalmente d’accordo, hai fatto delle osservazioni veramente intelligenti.

  15. omarbr

    7 febbraio 2014 at 22:17

    ehm! la lotus ci sta prendendo in giro ancora una volta! la foto della macchina intera è falsa. osservate bene, l’ala davanti è quella del 2010 e infatti non corrisponde con quella della prima foto(paratie…), le pance sembrano quelle 2009, l’ala dietro ha ancora il beam wing.

    • Pedro33

      8 febbraio 2014 at 02:23

      infatti sono tutte diverse ste foto… mah

    • Phyl

      8 febbraio 2014 at 14:06

      Per ali si sa che quelle delle presentazioni, se non anche quelle dei primi test, non sono le definitive……
      Si, assomiglia alla renault 2009, però il livello della realizzazione mi sembra “evoluto”…. la macchina sembra molto più snella…..

  16. Marcoct212v

    8 febbraio 2014 at 00:13

    Guardate che a parte il muso, tutto il resto è della Renault del 2009……..

    http://f1around.files.wordpress.com/2009/01/renaultr29_2009f1car-26.jpg

  17. Pedro33

    8 febbraio 2014 at 02:22

    porko giuda e’ brutta assai….!

  18. eagle.fox.one

    8 febbraio 2014 at 11:12

    io dico che la macchina vera si vedra in australia…perché hanno una novità stile brown gp che niente niente gli da 2 o 3 gran premi di vantaggio…sai 75 punti non sono male se hai promesso agli sponsor certi risultati…

  19. Phyl

    8 febbraio 2014 at 13:57

    Ciao Emanuele, grazie per la risposta civile….
    Mah, speriamo che sia come dici tu, ma la storia del venturi la ferrari l’ha sviluppata dall’anno scorso ma con una portata d’aria ben diversa…..
    proprio con riferimento al venturi penso che la soluzione lotus potrebbe essere molto migliore non solo per il maggiore passaggio di aria, ma anche per la maggiore lunghezza delle pareti inferiori del muso….. creando un canale più lungo (rispetto alla ferrari) che si restringe progressivamente è chiaro che si ottiene una maggiore velocizzazione dei flussi di aria…..
    per quanto riguarda il motore leggevo che la ferrari ha girato volutamente in maniera “depotenziata” per evitare eventuali problemi che avrebbero ostacolato i test…..provvederà successivamente a montare pezzi più performanti prima del congelamento dello sviluppo previsto per regolamento….

    • Emanuele

      8 febbraio 2014 at 17:51

      Per andare nello specifico dovremmo lavorare alla ferrari e alla lotus e vedere i dati che hanno in galleria del vento,
      A jerez cmq credo che tutti abbiano girato in safemode diciamo senza arrivare mai al limitatore, avranno avuto così tante cose da provare e verificare che quella non era certo una priorità per nessuno.
      Non credo che solo la ferrari cmq modificherà la power unit prima di congelarlo, quella era una prima versione già ial prossimo test avremo dati più veritieri

  20. Phyl

    8 febbraio 2014 at 18:48

    Ragazzi, cmq penso che l’effetto venturi generato dal muso ferrari non possa essere nulla di eccezionale, semplicemente perchè tale effetto è correlato alla portata d’aria all’ingresso del “tubo”. Siccome la portata d’aria sotto il muso è limitata (e questo è evidente) l’effetto venturi NON PUO’essere nulla di scioccante…. è per questo che non sono convinto dalla scelta…..
    Piuttosto la forma molto arcuata del sotto muso ferrari è qualcosa che se non sbaglio si era già visto in passato mi pare sempre sulla ferrari ai tempi di barnard e forse anche sulla mclaren guidata da senna….. dovrebbe servire a creare una depressione all’anteriore…..è una soluzione che era stata abbandonata in quanto dovrebbe essere una soluzione che genera resistenza in rettilineo…..col tempo l’evoluzione dell’aerodinamica aveva permesso di cercare carico all’anteriore senza compromettere la penetrazione aerodinamica…ai tecnici l’ultima parola….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati