Le pagelle del Gran Premio di Gran Bretagna

Le pagelle del Gran Premio di Gran Bretagna

Ecco le pagelle di questo pazzo weekend inglese che ha scombinato tutte le carte in tavola e ci ha regalato tantissime emozioni.

Lewis Hamilton

VOTO: 9

La ruota della fortuna prima o poi doveva girare a suo favore e non c’era posto migliore se non il Gran Premio di casa: dopo una non eccellente qualifica al sabato, Lewis porta a casa la sua ventisettesima vittoria, trionfando davanti al pubblico inglese. Una gara sin da subito in rimonta: si accoda al compagno di squadra ed inizia a martellare giri veloci per raggiungerlo (evidenziamo un 1.37 basso con gomme hard). Tutto lo sforzo sembra però insufficiente fino a quando la freccia d’argento saluta Rosberg e apre la via della vittoria al pilota inglese.

Valtteri Bottas

VOTO: 9.5

Spettacolare gara quella di Valtteri Bottas che dopo delle qualifiche a dir poco disastrose, chiude la visiera del casco ed inizia una strabiliante rimonta, chiudendo in seconda posizione, miglior piazzamento di carriera. Non ha scrupoli nei confronti di nessuno: sin dai primi giri infila un sorpasso dietro l’altro e il secondo posto è un premio più che meritato.

Daniel Ricciardo

VOTO: 8

Di nuovo il pilota Redbull sul podio è lui: se al sabato è il compagno di squadra a sembrare più favorito per un buon risultato, in gara si dimostra lui superiore, gestendo in maniera grandiosa le gomme.

Jenson Button

VOTO: 8.5

Il podio sarebbe stato un bel regalo per lui e per il suo papà: di sicuro era parecchio che non vedevamo Jenson in queste posizioni e a lottare in questo modo. Molto bene le qualifiche, molto bene la gara, in cui cerca fino all’ultimo di raggiungere Ricciardo.

Sebastian Vettel

VOTO: 6.5

Il pilota tedesco prende un po’ più della sufficienza per aver avuto la meglio nella sfida con il pilota spagnolo: la gara però è da cancellare. Una pessima partenza è associata ad una gara sulla difensiva: perde posizioni fin dalle prime curve, l’unico momento di luce è proprio nel confronto con Alonso, anche se fatica a superare la Ferrari e si lamenta un po’ troppo.

Fernando Alonso

VOTO: 8

Ottima prestazione per il ferrarista: da cancellare le qualifiche, da elogiare la rimonta. Se la gara sembrava già pregiudicata da una partenza nelle retrovie, la situazione viene peggiorata da 5 secondi di stop and go per essersi posizionato male in griglia di partenza. Ma il pilota spagnolo tira fuori la grinta dei momenti migliori: una grande rimonta, fermata solamente dalla sfida con Vettel che riesce ad avere la meglio, anche se Fernando gli dà parecchio filo da torcere.

Kevin Magnussen

VOTO: 6.5

Modesta prestazione da parte di Magnussen che riesce ad andare a punti ma non si mette particolarmente in evidenza durante la gara.

Nico Hulkenberg

VOTO: 6

Anche per Hulkenberg una prestazione sottotono: è da qualche weekend che il giovane pilota non riesce ad emergere come prima, attendiamo un miglioramento. Premiamo la costanza di risultato sempre nella top ten, ma manca quella grinta in più per mettersi in mostra.

Daniil Kvyat

VOTO: 6.5

Il pilota russo, insieme al compagno, non solo riesce a portare in Q3 la sua ToroRosso, ma riesce anche a portarla a punti.

Jean-Eric Vergne

VOTO: 6.5

Anche per l’altro pilota ToroRosso un buon weekend quello inglese, Q3 e qualche punticino, utile per lui e per la squadra: al via rischia di essere tagliato fuori da Perez, ma fortunatamente rimane in gara.

Sergio Perez

VOTO: 6

Una partenza disastrosa, dove rischia di eliminare sé e l’incolpevole Vergne, poi si fa autore di una piccola rimonta che lo porta a chiudere subito fuori dalla top ten.

Romain Grosjean

VOTO: 6

Purtroppo Romain non è stato particolarmente inquadrato dalle telecamere: una prestazione opaca come le grigie giornate inglesi. Questa stagione oramai va così: speriamo nell’anno prossimo. Il problema è della monoposto che dall’anno prossimo sarà motorizzata Mercedes: staremo a vedere.

Adrian Sutil

VOTO: 5.5

Non un buon weekend per Sutil che chiude 13esimo, mettendosi dietro entrambe le Marussia e le Catheram, ma con pessime qualifiche e una gara anonima.

Jules Bianchi

VOTO: 7.5

Tanti complimenti a Bianchi per l’eccellente qualifica: purtroppo in gara non può fare molto con la sua monoposto, ma chiude con un buon 14esimo posto.

Kamui Kobayashi

VOTO: 6

Penultimo piazzamento per il pilota giapponese che anche in questa gara dà prova di grandi difficoltà: pessimo investimento rientrare nel Circus su una Catheram.

Max Chilton

VOTO: 5

Si prende un drive throught per essere rientrato ai box con la bandiera rossa e chiude ultimo: non buona la sua prestazione.

Pastor Maldonado

VOTO: 5

“Chi la fa, l’aspetti” ed ecco che arriva anche per lui l’ebbrezza del volo grazie ad un contatto con Gutierrez: riesce a continuare la gara, anonima, e purtroppo al penultimo giro la sua monoposto si surriscalda e lo obbliga a ritirarsi, conseguenza del precedente contatto.

Nico Rosberg

VOTO: 9

Purtroppo questa volta il ritiro è toccato a lui: davanti a tutto e a tutti, l’unica cosa che poteva fermarlo era la sua stessa monoposto e così è stato. La scatola del cambio della sua Mercedes ha tradito il primo in classifica generale, obbligandolo, dopo una disperata quanto invana ricerca di una soluzione, a ritirarsi al 30esimo giro.

Marcus Ericsson

VOTO: 4

Fuori pista venerdì, sabato, domenica: ha forse sbagliato sport?

Esteban Gutierrez

VOTO: 4

Piccola vendetta su Maldonado che però viene punita da un ritiro causa problema anteriore destra. Davvero troppi errori per il pilota messicano che paga dazio anche questa volta con penalità nella prossima gara: rimettere la testa sulle spalle, grazie.

Felipe Massa

VOTO: sv

Errore della squadra in qualifica, errore suo in partenza: nulla può nell’incidente con Kimi, essendo coperto in visuale da Kobayashi. Non bello festeggiare così il 200° GP.

Kimi Raikkonen

VOTO: 4

Pessime qualifiche a causa della squadra ed errore da rookie nel rientrare in pista con conseguente disastroso incidente che poteva comportare danni peggiori. Tiriamo una bella linea e voltiamo pagina. Bisogna cambiare.

Ylenia Griggio

Leggi altri articoli in Pagelle

Lascia un commento

14 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati