L’ala anteriore della Mercedes sfrutta il W-duct

L’ala anteriore della Mercedes sfrutta il W-duct

Gli addetti ai lavori hanno già dato un nome all’innovativa ala anteriore della Mercedes: ‘W-duct’. Dopo il debutto ufficiale della W03 a Barcellona abbiamo appreso alcuni dettagli sul funzionamento del sistema.

Quando la vettura viaggia in rettilineo, il flusso d’aria che entra dall’apertura sul muso viene disperso in un percorso a forma di “W” che attraversa l’ala anteriore.

Ma quando la vettura sta curvando, i flussi d’aria sono predominanti in uno dei lati, migliorando il bilanciamento e l’handling della vettura.

A differenza del sistema F-duct, il W-duct non richiede l’intervento del pilota. Il sistema Mercedes è completamente passivo, non richiede componenti mobili ed è quindi legale.

Intanto il team boss Ross Brawn, ha difeso la scelta del team di ingaggiare molti tecnici senior come Aldo Costa, Bob Bell e Geoff Willis.

“Come possa funzionare un organigramma del genere è un mistero per me” ha commentato il consulente della Red Bull, Helmut Marko, al Die Welt. “Ma la Mercedes sa sicuramente quello che sta facendo”.

Video W-Duct

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

39 commenti
  1. Massi (quello vero)

    22 Febbraio 2012 at 12:05

    Hey Marko… fatti gli affari tuoi.

    • Ing. Cosimo (tifo:Toro Rosso; simpatizzo:Ferrari) [a tutela F1 no a: Coughlan, Briatore,blocco sviluppo motori, DRS, regole stupide Fia]

      22 Febbraio 2012 at 12:18

      che capperi gliene importa dell’organico della mercedes, si vede che non ha un cappero da fare se sta a pensare a queste corbellerie

  2. Zardoz

    22 Febbraio 2012 at 12:15

    Interessante, ma potrebbe non essere l’ unica a sfruttare questo sistema, ne sappiamo ancora molto poco……

  3. albino

    22 Febbraio 2012 at 12:18

    esempio su come spendere un sacco di soldi per trovare una soluzione da 2 o 3 centesimi di secondo al giro… blaaaaaaa

  4. Simone

    22 Febbraio 2012 at 12:30

    Però che genialata..se davvero ha influenza tanto di cappello agli ingegneri x aver pensato una soluzione del genere

  5. Axel

    22 Febbraio 2012 at 12:31

    Semplicemente geniale… Altro che Newey…

    • Giuseppe Belardo

      22 Febbraio 2012 at 12:37

      Beh ho notato un sistema del genere anche sulla F2012

      • kroky78

        22 Febbraio 2012 at 20:15

        E dove? la Ferrari al momento non presenta nè la feritoia frontale, nè i piloni di sostegno con sezione allargata per ospitare i condotti dell’ aria. Comunque ad occhio non dovrebbe essere un sistema complicatissimo da realizzare. Restano da valutare i reali benefici.

  6. Tranci (tifoso Ferrari)

    22 Febbraio 2012 at 13:03

    Se è vero è una genialata…e può rendere moltissimo, sopratutto nei circuiti ad alto carico…

  7. Federico Barone

    22 Febbraio 2012 at 13:11

    Un’ottima idea. Immagino che – se questo sistema portasse dei notevoli vantaggi – la Mercedes si potrà togliere qualche soddisfazione (e forse anche di più) nel 2012.

    Inoltre immagino che avrebbe degli effetti ancora maggiori sull’ala posteriore, perchè non l’hanno applicato anche su quella? Se non ricordo male l’F-Duct fu vietato perchè sistema aerodinamico mobile (azionato dai piloti). O sbaglio? Questo è invece passivo, fa tutto da solo, quindi…

    • Mattia

      22 Febbraio 2012 at 15:40

      Sull’alettone posteriore penso che non si possa utilizzare, perché c’è già il DRS che fa quel lavoro e inoltre penso che sia difficile trovare un altro buco dove far entrare l’aria che possa arrivare fino al posteriore della vettura.

    • Andrea M.

      22 Febbraio 2012 at 19:43

      Vedrai che se la Mercedes avra’un vantaggio da questo sistema,qualcuno della FIA lo fara’smontare alla velocita’della luce!
      Anche se è un dispositivo legale qualcuno in caso di vittoria Mercedes ci mettera’sicuramente il becco!!
      Non possono creare un monomarca e allora vietano ogni minima idea!!

  8. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    22 Febbraio 2012 at 13:43

    Geniale e con un principio d’azione relativamente semplice.

    Come dice il mio boss: keep it simple!

    Se porta davvero vantaggi tutti lo copieranno.

  9. mimmo

    22 Febbraio 2012 at 14:21

    ma i buchi sul muso non erano vietati???

    • Mattia

      22 Febbraio 2012 at 15:42

      I buchi sul muso ci sono da molto tempo e sono utilizzati anche per il raffreddamento. Sono vietati i buchi come quello della Ferrari del 2008 e non quelli sulla punta.

  10. NR

    22 Febbraio 2012 at 14:31

    La Merccedes sta prendendo tutto lo scarto degli altri Team compresi il pilota fabbro.

    • Massimo

      22 Febbraio 2012 at 19:43

      Caro NR, meglio se avessero preso te che ne sai….

      • NR

        22 Febbraio 2012 at 22:47

        Infatti i risultati già si stanno vedendo ….

  11. MC-Nicky69

    22 Febbraio 2012 at 14:42

    Il muso della mercedes è l’unico muso con lo scalino che mi piace oltre quello Red Bull non è orrendo come gli altri!
    Parlando di questa innovazione bisogna vedere se farà guadagnare alla vettura in termini di prestazione comunque sembrerebbe l’unica “grossa” novità di questo 2012 finora l’unica carta svelata

  12. Il Ratto

    22 Febbraio 2012 at 15:43

    Sprecate troppe parole tipo “geni”, “genialata”…

    Se lo fosse veramente, ci sarebbero voluti diversi GP prima di capirne il funzionamento.

    Quanto tempo crederete che ci metteranno le altre scuderie a copiarlo? (dato per certo che funzioni, eh)

  13. mimmo

    22 Febbraio 2012 at 15:57

    @Mattia .
    scusa, ma cosa cambia dalla fessura sulla ferrari a quella sulla mercedes?

  14. Giovanni

    22 Febbraio 2012 at 16:26

    che quella sulla ferrari prendeva aria da sotto e la buttava fuori da sopra, ed ovviamente per fare ciò si deve forare la struttura deformabile del muso rischiando di renderla meno resistente ad urti più severi di quelli dei crasch test.

  15. leon

    22 Febbraio 2012 at 16:42

    bella idea…….
    però non so fino a che punto sia valida.
    esempio: e se tira vento? che succede? magari raffiche laterali? non si carica in modo differente destra e sinistra anche in rettilineo? oppure se sto curvando a destra e arriva una raffica di vento dalla stessa parte non carica in modo uguale destra e sinistra?
    ammenochè non nasconda qualcosa che devia l’aria in base all’angolo di sterzata.

  16. luciano

    22 Febbraio 2012 at 17:01

    mi chiedo se a 300km/h in rettiline, si possa frenare come con un ala normale… visto che con l’ auto dritta, il carico è ridotto…

    • luciano

      22 Febbraio 2012 at 17:08

      mettiamo il caso, che siccome non permette di ritardare molto la frenata l’ alettone abbia la regolazione come uno normale, ma in curva ha molto piu carico da un lato che dall altro… quindi aiuta a combattere il sottosterzo, bisognerebbe dimuire il sovrasterzo… quindi, o ammorbidire l’anteriore, e ridurre l’ agilità, o irrigidire il posteriore, e consumare di piu le gomme, oppure caricare di piu il posteriore, e perdere velocità.. di certo però potrebbe essere piu veloce in curva

  17. Giovanni

    22 Febbraio 2012 at 17:32

    E chi la detto che in rettilineo il carico sia minore? quel sistema potrebbe solo spostare il carico da un lato a l’altro.
    Poi ovviamente potrebbe rivelarsi inutile, ma avranno modo di verificarlo.

  18. Giovanni

    22 Febbraio 2012 at 17:35

    Inoltre quel sistema preleva altra aria in più, non quella dell’alettone.

  19. the driving dutch

    22 Febbraio 2012 at 17:37

    Guardate che non ha la stessa funzione dell’F-Duct: non fa stallare l’ala anteriore in rettilineo, cioè non riduce la resistenza all’aria (sarebbe pericoloso per frenate/sterzate improvvise), ma aumenta il carico nella parte d’alettone interna alla curva, sfruttando la pressione dell’aria all’interno del muso.

  20. maurooo

    22 Febbraio 2012 at 17:56

    vedremo chi ha ragione….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati