L’ala anteriore della Mercedes sfrutta il W-duct

L’ala anteriore della Mercedes sfrutta il W-duct

Gli addetti ai lavori hanno già dato un nome all’innovativa ala anteriore della Mercedes: ‘W-duct’. Dopo il debutto ufficiale della W03 a Barcellona abbiamo appreso alcuni dettagli sul funzionamento del sistema.

Quando la vettura viaggia in rettilineo, il flusso d’aria che entra dall’apertura sul muso viene disperso in un percorso a forma di “W” che attraversa l’ala anteriore.

Ma quando la vettura sta curvando, i flussi d’aria sono predominanti in uno dei lati, migliorando il bilanciamento e l’handling della vettura.

A differenza del sistema F-duct, il W-duct non richiede l’intervento del pilota. Il sistema Mercedes è completamente passivo, non richiede componenti mobili ed è quindi legale.

Intanto il team boss Ross Brawn, ha difeso la scelta del team di ingaggiare molti tecnici senior come Aldo Costa, Bob Bell e Geoff Willis.

“Come possa funzionare un organigramma del genere è un mistero per me” ha commentato il consulente della Red Bull, Helmut Marko, al Die Welt. “Ma la Mercedes sa sicuramente quello che sta facendo”.

Video W-Duct

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

39 commenti
  1. LordKelvin

    22 Febbraio 2012 at 18:24

    Voglio far notare a tutti quelli che dicevano che la Mercedes fosse identica alla Ferrari, permettendosi di interpretare da veri esperti un fermo immagine di un video fatto a lunga distanza dietro alcuni ostacoli con videocamera di bassa risoluzione,come tale affermazione si sia poi rivelata assolutamente fondata (ironico)…COMPLIMENTI per l’occhio…;)
    Eh si … tutto merito di Costa che si è portato via i progetti !!!

    • Massimo

      22 Febbraio 2012 at 19:47

      Costa si è sicuramente portato via qualcosa di ben diverso dei progetti … vale a dire la sua testa e 16 anni di conoscenza … non credo abbiano potuto anche fargli il lavaggio del cervello ….

    • Paolo93

      22 Febbraio 2012 at 20:09

      A proposito di occhio: nessuno si è accorto che la Mercedes ha “nascosto” il motorino del DRS nel profilo dall’ala posteriore?

    • maxell

      22 Febbraio 2012 at 21:25

      guardala dall alto e poi ne riparliamo.
      le pance sono fotocopiate

  2. Gianni

    22 Febbraio 2012 at 18:31

    sapete dirmi perchè il video è con una Ferrari?!?

  3. Claudio

    22 Febbraio 2012 at 18:56

    Come la mettiamo quando sono in scia?

  4. Marcello

    22 Febbraio 2012 at 19:03

    E’ una buona idea il W-Duct sebbene ne abbia gia’ sentito parlare l’anno scorso quindi tanto innovativa come idea non e’. Credo ad ogni modo che funzioni con auto estremamente bilanciate, poiche’ se l’auto dovesse soffrire di sovrasterzo nelle curve e specie nelle curve veloci, il pilota nel correggere la traiettoria e puntare il muso verso l’esterno della curva questo W-Duct non creerebbe sottosterzo al tempo stesso?

  5. SchumacherPRO

    22 Febbraio 2012 at 19:52

    Non capisco cosa centri la Ferrari con la Mercedes..

    E specialmente cosa centri alzonzo -.-

    Cmq è un sistema particolare questo W-Duct bisogna vedere quanto sarà determinante.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Focus F1

F1 | Vettel-Mercedes: pro e contro

Il nostro Piero Ladisa ha analizzato gli aspetti positivi e quelli negativi sull'eventuale passaggio del tedesco alla corte della Stella
Del domani non c’è certezza. Lo sa molto bene Sebastian Vettel che a fine 2020 si ritroverà, almeno per il