La nuova livrea Lotus-Renault potrebbe andare contro la legge canadese?

La nuova livrea Lotus-Renault potrebbe andare contro la legge canadese?

La nuova livrea nera e oro presentata da Lotus-Renault, scelta per omaggiare le storiche auto Lotus degli anni passati, potrebbe comportare delle difficoltà con il Gran Premio del Canada.

Il Canada, molto attento alle politiche sociali, e aperto sostenitore della lotta contro il fumo. La nuova livrea, benchè non citi esplicitamente alcun marchio di sigarette, potrebbe riportare alla mente i colori del marchio Imperial Tobacco John Player Special, e sarebbe quindi sanzionabile dal governo canadese che da quest’anno ha varato una nuova legge contro il fumo.

Il CEO di Lotus-Renault, Dany Bahar, prova a minimizzare il problema: “La nostra livrea non porterà alcun problema alla lotta contro il fumo”. Un portavoce del Ministero della Salute canadese però avvisa: “La vettura richiama un noto marchio di sigarette, dobbiamo prima sentire cosa dicono gli ispettori del circuito. Se l’auto venisse sanzionata, la squadra non potrebbe correre il Gran Premio”.

Da Imperial Tobacco, indirettamente collegata alla questione, fanno sapere: “E’ categoricamente proibito presentare vetture che ricordino marche di sigarette, possibile che in Lotus non ci hanno pensato?”.

Gian Maria Di Stefano

La nuova livrea Lotus-Renault potrebbe andare contro la legge canadese?
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

17 commenti
  1. lucab

    18 gennaio 2011 at 23:19

    In effetti, hanno chiesto ed ottenuto dalla Ferrari di eliminare il logo sul cupolone perchè poteva richiamare il marchio Marlboro. Se anche la nuova livrea Lotus-Renault richiama un produttore di sigarette, deve essere utilizzato lo stesso metro di giudizio, quindi va modificata anch’essa.

  2. Alex. (tifoso Williams)

    18 gennaio 2011 at 23:49

    Sono d’accordo la legge è uguale per tutti, pero qui non vi è nessun logo, solo colori, in Ferrari il logo c’era, ed era inequivocabile.
    Per me è una polemica pilotata, fatta per poterne parlare, come dice il detto, ” se ne parli bene o male, l’importante che se ne parli!”

  3. Jean

    19 gennaio 2011 at 00:06

    è ridicolooooooooooooooooo
    ma guarda questi a cosa si attaccano, di cosa parlano.
    ma non si rendono conto delle minchiate che tirano fuori?
    ma vuoi vedere che salta il GP del Canada per ste vaccate?

    @Alex il logo sulla Ferrari quando è stato abbolito era un codice a barre bianco con sfondo (ovviamente) rosso http://www.f1badger.com/wp-content/uploads/2009/04/barcode.jpg
    se la gente vede le sigarette ovunque vul dire che è malata di testa e non per colpa di una livrea di una monoposto di F1
    io abbolirei anche il fumo che esce dalle marmitte…………..sapete può ricordare le sigarette ah ah ah 😉

  4. visce5schumythebest

    19 gennaio 2011 at 00:29

    è ridiloco…
    allora….

    Lotus no colore nero-oro perkè sembra JSP.
    Ferrari no colore rosso perkè sembra Marlboro.
    McLaren no colore griglio e freccie rosse sembra west.

    ecc…ecc…
    ma ke ridicoli sti Canadesi.

    Poi se la lotus fa il GP Canada…. può cambaire livrea per un giorno…al posto nero mette rosso 😀

  5. Federico Barone

    19 gennaio 2011 at 06:54

    Per coloro che dicono che è ridicolo, che sono due cose diverse:

    a me non sembra proprio, anzi direi che questa colorazione ricorda molto di più il logo JPS rispetto all’ultimo codice a barre sul cupolino Ferrari, dal quale il colore nero – che rammentava la scritta “Marlboro” – era addirittura scomparso.

    Io lascerei tutto libero, considerando che la Ferrari ebbe pure la sponsorizzazione Martini (e l’alcol uccide comunque più del fumo) e su queste sponsorizzazioni non si è ancora presa posizione, se non sbaglio.

    Questo problema l’avevo subito individuato, alla vista di questa livrea, vedremo come finirà.

  6. Alexandro HAMALORAI

    19 gennaio 2011 at 07:50

    certo che se ne va a cercare di rogne la Lotus eh!

  7. Tommyhommy

    19 gennaio 2011 at 08:48

    Vedo anche io la cosa molto stirata, sembra più (Come di ce Alex) un modo per parlarne. A vista dei canadesi comunque non dovrebbero accettare colori:
    bianco-rosso
    bianco-blu
    nero-oro
    argento
    bianco-oro
    giallo
    bianco-verde
    blu-argento

    Insomma mi sembra che parliamo di fuffa.

  8. Mattia

    19 gennaio 2011 at 09:56

    Non vedo dove sia il problema. Se in Canada la sua livrea sarà illegale, potrà modificarla solo per quel Gran Premio. Tanto non ha problemi di sponsor perché l’oro non è dovuto a nessuno di essi e potrebbe utilizzare una livrea alternativa che la farebbe notare di più per quel Gran Premio (come ha fatto molte volte la Red Bull con le foto dei fan, la sponsorizzazione al film di Superman, ecc…).

  9. Strige

    19 gennaio 2011 at 11:41

    Ma scusate, la livrea della lotus-renault non è la livrea della UPS società di spedizioni? xD

  10. VelocitàMassima

    19 gennaio 2011 at 12:27

    Ahahahahah XD
    Grande Strige!

  11. Mister_Willy

    19 gennaio 2011 at 12:59

    Al bando anche le pile Duracell,perchè sono nere e oro!
    Per anni ho creduto di inserire delle comuni pile nei miei apperecchi elettronici e invece sotto sotto mi stavano propinando un marchio di sigarette!!!
    Se certa gente si occupasse di cose veramente serie invece di perder tempo in czzate…

  12. MilleBolleBlu

    19 gennaio 2011 at 13:53

    Eliminate le sigarette non le macchine

  13. nix

    19 gennaio 2011 at 17:20

    Anche il carro funebre della famiglia Frentzen sarebbe illegale in Canada 🙂 .

  14. niki

    19 gennaio 2011 at 18:37

    Non sono cose stupide o cazzate: se in Canada esiste una legge contro il fumo con certe regole, piaccia o non piaccia, va rispettata (come è successo lo scorso anno per ferrari e ducati con il codice a barre in europa). ed è un bene che se ne parli ora, piuttosto che il venerdì delle prove con due auto bloccate ai box. Sicuramente dietro c’è un po di can-can mediatico, della lotus-renault, per il Gp per attirare pubblico o probabilmente con lungimiranza per allontanare un problema che potrebbe diventare serio… magari anche della JPS che non è detto che gradisca di vedere un’auto fatta come un suo pacchetto di sigarette!

  15. John78

    19 gennaio 2011 at 20:01

    Trovo assurdo che ci siano ancora 2 macchine che utilizzano lo stesso nome. Team Lotus, Lotus Renault…tanto se alla fine quando si parla di Lotus si fa riferimento sempre alla vettura di Tony Fernandes e si continua a chiamare Renault la macchina di Kubica e Petrov che senso ha avuto creare quel polverone??? Che senso ha chiamare Lotus Renault se la macchina sarà sempre presentata come Renault?? mah…. Almeno la Red Bull ha fatto una cosa intelligente ha chiamato un team con il nome originale e l’altro con la traduzione in italiano facendo cosi in modo che,colori a parte, ci fossero 2 vetture differenti ma il caso della Lotus è completamente diverso perchè non hanno lo stesso proprietario! Per quanto riguarda la livrea JPS tutto ciò è ridicolo, credo sia giusto che ognuno possa utilizzare il colore che vuole…assurdo dire che richiama il marchio di sigarette ecc ecc…. piu si va avanti con gli anni piu si peggiora sotto questo aspetto..se uno fuma sono fatti suoi peggio per lui, non si smette o si inizia a fumare in base al colore di una macchina! Allora perchè non sollevavano la questione durante la stagione passata visto che la Sauber (involontariamente) come colorazione ricorda il pacchetto delle Rothmans, la Mclaren e la Mercedes le West ecc…. Ridicoli!

  16. ValtellineseDOC

    20 gennaio 2011 at 19:25

    La Redbull (bevanda) contiene caffeina… Troppa caffeina fa male e non è vero che mette le ali!!!! Banniamo la redbull!!!! Mamma mia il 2011 ne ha portate di str…ate eh!!??

  17. Luis

    21 gennaio 2011 at 16:57

    Il problema non sussiste! Si cambia livrea per un Gp ed il gioco è fatto! Il resto mi sembra aria fritta!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati