La Mercedes placa le voci di cospirazione per il guaio a Rosberg di Singapore

C'è subito chi ha pensato al complotto per pareggiare i conti dopo i fattacci di Spa

La Mercedes placa le voci di cospirazione per il guaio a Rosberg di Singapore

Appena pochi giorni fa era stato reso noto cosa ha fermato la Mercedes di Nico Rosberg a Singapore, una sostanza estranea impiegata per le procedure di manutenzione. Secondo le analisi condotte dal team nel quartier generale di Brackley questa componente, in uso dal 2008, sarebbe penetrata nelle parti elettroniche della colonna dello sterzo causando un cortocircuito ad intermittenza, già nelle fasi del pre-gara. Non appena la notizia è trapelata, tanti sono stati gli appassionati che hanno pensato come, qualcuno della Mercedes, possa aver sabotato la monoposto di Rosberg per tenere aperto il campionato, in un certo senso pareggiando i conti dopo i fattacci del Gran Premio del Belgio. Ma è arrivata la secca smentita da parte della scuderia tedesca.

“La contaminazione da parte della sostanza estranea non è stata possibile vederla fino alla domenica, quando Nico si è schierato sulla griglia di partenza. Non c’è stato alcun complotto nei confronti del nostro pilota, sottolineiamo come la sostanza sia un prodotto impiegato per le procedure di manutenzione”, si leggeva nella nota diramata dalla Mercedes.

Eleonora Ottonello

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. ILLINOISF1

    29 Settembre 2014 at 12:13

    Ce solo domandare il perché questa sostanza si trovava li, e chi l’ha messo?
    E chiaro che non si tratta di una rottura improvvisa di una componente della macchina, ma di un black out, dovuta a un fattore esterno.
    E difficile pensare che non e stato un complotto.

    • enzo477

      29 Settembre 2014 at 12:23

      Sono d’accordo. E colgo l’occasione per dire che non capisco il motivo per cui Nico è così antipatico a un sacco di gente. Personalmente ritengo che, come pilota, Ham sia un pelino più forte, ma dal punto di vista umano, Nico è un bel ragazzo, sempre sorridente, parla perfettamente italiano. Dite che è stato ‘scorretto’ con Ham ? Secondo me molto meno di tante altre occasioni in passato che non hanno suscitato cotanta indignazione. E poi, siamo sicuri che il Nero, al suo posto, non si sarebbe comportato così ?
      p.s. mi sembra ovvio che io tifo più per Nico che per Ham, ma se quest’ultimo vincerà (meritatamente) il titolo, non starò certo a gridare al complotto, io.

  2. Daytona

    29 Settembre 2014 at 12:44

    Eh eh..che sia la troppa”qualità”dello svitol Arexons??

  3. maxxi60

    29 Settembre 2014 at 13:15

    Difficile non pensare al sabotaggio , oramai nel mondo va di moda il ” nero” che deve essere difeso e protetto in qualsiasi situazione.

  4. biker

    30 Settembre 2014 at 06:55

    “Italiani Razzisti e non lo sanno”

  5. robbie2k

    30 Settembre 2014 at 18:32

    Personalmente non tifo per nessuno dei due, tuttavia ritengo ancora Hamilton il pilota più farte in circolazione insieme ad Alonso, con Ricciardo sullo sfondo ed in arrivo.
    Tuttavia anche sapendo che Ham non è uno stinco di santo, ritengo Rosberg uno sei piloti più scorretti del circus, è sempre lì a zigzagare quando sta per subire un sorpasso o spingere fuori traiettoria quando qualcuno lo affianca per sorpassarlo, sinceramente dei piloti in attività solo il neoarrivato Magnussen può essere più scorretto di Rosberg.
    Pertanto spero sinceramente che possano scannarsi fino alla fine senza scorrettezze, e che vinca il più forte (Hamilton).

  6. Controaltare

    1 Ottobre 2014 at 13:59

    Se c’è stato davvero un sabotaggio per pareggiare i conti, beh, i conti ancora non sono in parità…
    Hamilton ad oggi è stato più penalizzato di Rosberg dai guasti tecnici.
    Ma l’importante è che prima dell’ultima corsa il divario in classifica fra i 2 piloti non superi i 13 punti, così che chi vincesse l’ultima gara diventerebbe campione.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Hakkinen: “Bottas è un grande pilota”

Nel corso di un'intervista, l'ex campione del mondo crede che Bottas abbia le qualità per puntare al titolo nel 2020
Tra i più grandi estimatori di Valtteri Bottas, c’è chi ha avuto l’opportunità di lavorare con il pilota finlandese a