La Fia e gli scarichi soffianti: Ufficio Complicazione Cose Semplici

La Fia e gli scarichi soffianti: Ufficio Complicazione Cose Semplici

Non ci bastavano il Kers, il DRS, il detection e l’activation point. L’epopea della Formula 1, stagione 2011, non finisce qui. E la Fia è sempre più protagonista, con il rischio di vincere l’Oscar come peggior attore in campo.

Il caos esploso oggi dopo le libere di Silverstone riguardo le deroghe sugli scarichi soffianti rilasciate alle vetture motorizzate Renault (Red Bull inclusa) e pare anche a quelle motorizzate Mercedes, è l’emblema di una Federazione vittima di sè stessa, ma soprattutto assolutamente incapace di determinare con chiarezza le regole di questo sport. Incapace di dettare le regole e di farle applicare, oltretutto. Cornuti e Mazziati.

Non staremo qui a parlare di dettagli tecnici, per capire i quali bisogna quasi essere degli ingegneri. Qui stiamo rischiando seriamente di minare una credibilità già in bilico da tempo. Cambiare le regole in corsa è, già di suo, poco gentleman e sportivo. Soprattutto quando la meccanica è congelata come in F1 e le squadre coinvolte dalle restrizioni di metà campionato non possono, di fatto, adeguarsi. Ma qui abbiamo capito che l’intenzione di vietare mappature e scarichi soffianti era mirata, soprattutto, a limitare i vantaggi della Red Bull sul resto del gruppo. Vantaggio sudato e meritato, oltretutto, così come quelli della Ferrari dei primi anni 2000.

Ma il problema di fondo non è tanto quello delle soluzioni border-line utilizzate dalle varie squadre che, per guadagnare mezzo secondo al giro, si inventano buchi nei diffusori, f-duct, ali flessibili. Il problema di fondo o la colpa, se vogliamo dirla tutta, è sempre e comunque della Federazione. Il caso odierno è emblematico di una situazione al limite del ridicolo.

Perchè prima la Fia decide di limitare chi sta vincendo per cercare, in qualche modo, di portare più avanti possibile la fine di un Mondiale che, visto l’andamento, pare già deciso. Poi, è costretta a ritornare sui propri passi per oggettivi problemi che sorgono per le squadre coinvolte in relazione all’affidabilità delle proprie vetture.

Insomma, i motori sono ‘congelati’, non si possono toccare. E sono progettati (in questo caso i Renault), da tempo per giunta, con il ‘soffiaggio incluso’. Se tu, Federazione, durante l’arco del Mondiale ordini che dal giorno X il soffiaggio non si utilizzi più, le soluzioni sono tre: o permetti al motorista di rivedere completamente il suo progetto (deroga al congelamento, costi, perdita di tempo e prestazioni) o lasci che questo veda decine di motori fumare da qui alla fine del campionato. Oppure mantieni il tutto allo stato attuale, senza quindi rischiare di compromettere un intero Campionato.

Vi immaginate Vettel e Webber rompere in gara una volta si e una volta no per un divieto imposto a metà Mondiale?
Ora, il patatrac è servito. Per due settimane in Red Bull hanno mostrato le corna vista la paura di perdere il vantaggio accumulato nel tempo. Da adesso in poi saranno tutti gli altri a lamentarsi, vista la deroga Fia per problemi di affidabilità che, di fatto, riporta tutto com’era stato fino ad ora.

A questo punto, non era forse meglio rinviare il tutto al 2012, perdendo qualche giorno in più per redigere un regolamento chiaro e che non lasciasse spazio ad interpretazioni varie? Per evitare polemiche, diatribe, accuse, veleni che ci porteremo dietro fino alla fine dell’anno? E, soprattutto, per organizzare delle verifiche tecniche serie che non vengano umiliate dalle riprese televisive?

FIA, Ufficio Complicazione Cose Cemplici. Non si può chiamare in altro modo.

Alessandro Secchi
F1Grandprix.it

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

85 commenti
  1. strige

    8 Luglio 2011 at 23:16

    ma quindi la ferrari non potrà sfruttare il famoso 50%? se è così è una farsa bella e buona.

  2. alessandra

    8 Luglio 2011 at 23:17

    Lasciamo perdere, concordo perfettamente con te. Il detto era mica che la gatta frettolosa ha fatto i micini ciechi/storpi? Ecco, potrei iniziare con una serie di pedanti adagi, ma quest’episodio si va ad aggiungere ad una marea che stanno contribuendo a ROVINARE questa disciplina. Ma è possibile? A sto punto aspettate e fate iniziare il divieto più avanti. No. Ogni anno dobbiamo affannarci dietro cambi su cambi di regolamenti. Figurarsi quanto mi piacciano quelli fatti in corsa. Portano disastri annunciati. Mah.

    • Federico Barone

      9 Luglio 2011 at 00:48

      Molliamolo, ‘sto carrozzone. Forse – svanendo il pubblico (e gli introiti) – si accorgerebbero che il giocattolo è logoro, quasi rottp e si affretterebbero a ripararlo.

      • vincenzo

        9 Luglio 2011 at 03:34

        malgrado tutto è maledettamente difficile!

      • Ingenuo (tifoso Ferrari)

        9 Luglio 2011 at 11:41

        Non è mica così semplice, dovresti andare a convincere milioni di appassionati…

  3. David

    8 Luglio 2011 at 23:19

    rivoglio Mosley

    volevo Vatanen

    Todt è come Alvaro Vitali il grande comico

    Todt come presidente della Fia nn capisce un c…
    Todt torna far direttore sportivo della Ferrari o altra squadra ..mai alla McLaren

    W Mosley W Vatanen

    • Frenk

      9 Luglio 2011 at 00:22

      Mamma ti ha fatto male…

    • pollo

      9 Luglio 2011 at 06:33

      Non capisco che collegamento fai tra Mosley e Vatanen..se Todt per te è un incompetente Mosley lo era ancora di più, per Vatanen invece sono d’accordo con te, l’avrei voluto alla presidenza della FIA, ma non associarlo a Mosley, per piacere. 😉

    • maxfunkel

      9 Luglio 2011 at 09:54

      Mai alla McLaren…altrimenti rischiereste di VINCERLO IL MONDIALE AH AH AH

  4. jack

    8 Luglio 2011 at 23:23

    allora per non far rompere i motori renault si permette di far vincere alla redbull un mondiale a mani basse ??? DELLA SERIE VI LASCIAMO UN VANTAGGIO SU TUTTI , ma grazie fia hai rovinato uno sport che adoravo , sono molto deluso .
    se penso che alla ferrari hanno vietato di usare 2 centimetri di ala in piu’ mi incazzo come una bestia….
    alla redbull avrtebbero dovuto sapere sin dall’inizio che aggirando il regolamento in quel modo ci sarebbe stato il rischio di venir censurati , se col 10 % di apertura in una fase in cui il valore dovrebbe essere 0%
    si rischia di rompere sono affari loro , gia che c’erano potevano fare 2 regolamenti , ah no forse e’ meglio di no , gia con uno si incasinano di brutto ahahahahahaha

    • dx

      9 Luglio 2011 at 02:19

      straquoto soprattutto per l’ala ferrari!!

    • vincenzo

      9 Luglio 2011 at 03:42

      Ma il problema è che gli scarichi che soffiano in frenata non erano un aggiramento del regolamento. Piuttosto è assurdo che in una f1 dove tutto è regolamenteto, vogliano regolare anche la quantità dei gas di scarico! La prossima volta imporranno a tutti quanti di correre con una McLaren (tanto la centralina ce l’hanno già) con regolazioni possibili solo sulle ali, sulle sospensioni, sull’angolo dello sterzo e sui rapporti del cambio e così la fanno finita! così posso settare una vettura anche io e così finalmente è davvero finita (la f1)!

    • ste57

      9 Luglio 2011 at 08:04

      Straquoto anche per tutte quelle ali flessibili che passano controlli inutili ed inadeguati e che sono chiaramente le furbate degli ingegneri. Se vuoi essere il più bravo fallo senza interpretazioni “ad personam”.

  5. il realista

    8 Luglio 2011 at 23:27

    chi ha il coraggio di parlare di singole scuderie mi sa che non ha capito niente.
    Un commento del tipo “ma la ferrari sarà svantaggiata” è del tutto inutile poichè sicuramente non perderanno un campionato per questo.

    Semmai quà si parla di regolarità sportiva che è stata infranta con l’introduzione dei divieti delle mappature a valencia.

    • ayrton boss

      9 Luglio 2011 at 03:03

      concordo con te nn credo ke le scuderie centrino apparte alcune pressioni ke ovviamente vengono sempre fatte..ci sono cose della f1 ke non sappiamo..io credo sia un fatto esclusivamente economico in primis e poi disorganizzattivo(sempre causato dal cash)io vivo in inghilterra ma la gestione della f1 si assomiglia sempre + al governo italiano!roba grave insomma

    • Beppe (tifoso RedBull)

      9 Luglio 2011 at 09:37

      ti quoto in pieno
      qui non si parla dei vantaggi o svantaggi dei singoli team o motori ma della credibilità sempre più vacillante di una Federazione fantozziana.

      Beppe

  6. Er Trancio (tifoso Ferrari)

    8 Luglio 2011 at 23:36

    Il problema, è vero, sta nella FIA. Ma siamo proprio sicuri che l’affidabilità dei motori sia messa in gioco? E se fosse un modo per aggirare nuovamente le regole?

    Da Newey e Horner ormai posso aspettarmi di tutto.

  7. Alef1fan

    8 Luglio 2011 at 23:37

    @Dottor Secchi

    Un pizzico di imparzialità non farebbe male. In “la fortuna come giustificazione delle vittorie” e in questo articolo si nota troppo il tuo tifo per la Red Bull e Vettel.

    • salvatore

      9 Luglio 2011 at 00:33

      ale arrivi in ritardo!!! ale non è mai stato e mai sarà imparziale! ormai ci abbiamo fatto l’abitudine, ah il signor secchi potrebbe ricordarsi che il soffiaggio è una moda degli ultimi anni e prima i motori funzionavano senza, dunque questi famigerati problemi non li vedo!!!

      • strige

        9 Luglio 2011 at 01:16

        se posso permettermi, hai dato dell’ignorante a R26 perchè scriveva male, ma mio caro, pure te non è che sei messo meglio nella comprensione del testo. Io ti consiglio di rileggere bene l’articolo, così noterai gli eventuali problemi che i motori renault hanno. E direi che è pure scritto in modo abbastanza semplice. Va beh, sarà stata una svista, presumo.

      • salvatore

        9 Luglio 2011 at 09:22

        strige credimi, capisco bene i problemi a cui secchi si riferisce, sarebbe un “travaso” d’aria dal carter alla camera di combstione, detto in termini molto chiari, ma ciò che dico io è, se questi motori sono stato concepiti per funzionare senza il soffiaggio caldo, non vedo perchè ora non possano funzionare senza!

      • quickest

        9 Luglio 2011 at 10:29

        sono d’accordo con Salvatore; i motori hanno sempre funzionato senza scarichi soffiati; sta diventando una chiara scusa. E comunque basta imporre scarichi che fuoriescano dal retrotreno l’anno prossimo e poi vedi se per i consumi – dato che a quel punto non potranno piu’ trarre vantaggio aero – come le fanno chiudere quelle farfalle

      • quickest

        9 Luglio 2011 at 10:31

        pero’ non sono d’accordo con Salvatore sull’obbiettivita’ del Secchi; la sua e’ una motivazione sportiva, che concordo pur da Ferrarista

    • Alef1fan

      9 Luglio 2011 at 10:35

      Strige scusami se mi permetto. Io l’affidabilità dei motori Renault la trovo una grande, grande balla. Dimmi cosa gli cambia a loro se gli permettono un utilizzo da quel 10-20 % consentito a un 50%. Per me niente. Se davvero avessero avuto quei problemi avrebbero dovuto pretendere il 100%.

      Ieri ero arrabbiato, oggi posso essere più obiettivo. E’ vero che questi caspita di scarichi potevano renderli direttamente illegali dal 2012 (o alla prima gara). Quindi io adesso rimetterei tutto al 100% , e poi voglio vedere come fanno i Renault per il 2012, perchè se è vero che hanno problemi di affidabilità oggi , figurati il prossimo anno. Voglio proprio vedere se chiederanno alla FIA di mettere mano ai propri motori per risolvere il problema.

  8. Sergio

    8 Luglio 2011 at 23:38

    Ma sbaglio o l’ “obiettivissimo” e “sportivissimo” tifoso bibitaro si è dato alla macchia? Alla faccia della loggia pro-Ferrari. E’ davvero un peccato che i costruttori VERI, pertanto non bibitari prestati alle competizioni, non abbiano il coraggio di tirarsi fuori da questo teatrino che ormai rasenta il ridicolo.

    • strige

      9 Luglio 2011 at 01:19

      guarda che ci sono, non è che si sono dati alla macchia. Solamente che l’ennesima truffa FIA (doppia truffa) ha incasinato ulteriormente la situazione. Aggiungo inoltre che il problema non è RBR, ma è RENAULT/INFINITI. La RBR l’anno scorso ha chiesto i motori mercedes, la mclaren si è opposta. che colpa ne ha la RBR se il motore renault funziona in questo modo? Si può dire di tutto alla rbr, ma sui motori non hanno colpe.

      • MAAXXX (tifoso Ferrari moderato)

        9 Luglio 2011 at 02:32

        i motori renault da quello che ho capito io lavorano in questo modo proprio su richiesta della Red Bull stessa.. quindi..

      • salvatore

        9 Luglio 2011 at 09:23

        strige, ma per caso sei pagato da secchi per difenderlo? 🙂

      • quickest

        9 Luglio 2011 at 10:35

        una cosa e’ sentire quello che dichiarano sull’affidabilita’, un’altra e’ credere che sia vero. Il problema e’ che a questo punto NESSUNO a parte il costruttore motori sa la verita’. E per la FIA la responsabilita’ di poter mettere a repentaglio l’affidabilita’ motori e’ troppo grande. Gioco politico secondo me, piu’ che sportivo.

    • Beppe (tifoso RedBull)

      9 Luglio 2011 at 09:46

      Caro Sergio
      la macchia è diventata rossa quindi per me non c’è più posto.
      Grande guru Sergio se vuoi sapere la mia opinione personale è che la situazione è scandalosa; qui non si tratta più di Ferrari, Mclaren, Redbull ma di tutta la credibilità della F1.
      Forse non hai ancora colto il fatto.

      Beppe

      • quickest

        9 Luglio 2011 at 10:42

        vero Beppe. La FIA ha proprio aperto un grosso “can of worms” – una lattina piena di vermi che non si puo’ richiudere – riferimento alle lattine puramnte casuale. E adesso e’ la politica che regna, non si puo’ neanche piu’ sapere se sia vero o meno il fatto della presunta affidabilita’ in causa. Chi di politica colpisce di politica perisce.

      • Sergio

        9 Luglio 2011 at 12:59

        Guarda e meno male che ci sei te a cogliere i fatti. Se gli “aggiustamenti” al regolamento vanno in un senso c’è la maFIA, se invece vanno nell’altro “non si tratta più di Ferrari, Mclaren, Redbull ma di tutta la credibilità della F1”. Se praticassi l’obiettività con i fatti, anziché farlo solo a parole, faresti figure migliori. Chiediti come mai i problemi di affidabilità si verificano rimuovendo una caratteristica introdotta dopo il congelamento dei motori. Se l’italiano non è un’opinione, le opzioni sono due: o il buon Horner ci sta prendendo tutti per i fondelli, e qualora fosse vero andrebbe sanzionato. Oppure la Renault ha sviluppato il motore successivamente al “blocco”, e allora andrebbe sanzionato. Qui non si tratta di essere guru (evita questo tono da saccente, perchè probabilmente quando noi si guarda la formula 1 te guardavi Bonolis a bimbumbam) ma di volere restituita la Formula1, quella vera. Quella che forse te non hai mai visto, saluti e buona domenica. PS La maFIA è tornata non so se hai letto, caro il mio guru.

  9. FLYBUBY

    8 Luglio 2011 at 23:39

    si ma qual è il problema basta che alla redbull e renault sia imposto di togliere gli scarichi dalla posizione attuale a filo dell’estrattore e farli mettere piu alti così il motore nn si rompe e contemporaneamente gli scarichi perdono l’effetto aerodinamico…semplice

    • Alef1fan

      8 Luglio 2011 at 23:55

      Bah… Passare dal 20% di utilizzo al 50% ci risolve tutti i problemi di affidabilità.

      Ma mi faccia il piacere [cit. Totò]

      P.S. Per chi vuole intendere intenda…

  10. Luca

    8 Luglio 2011 at 23:51

    Non sono d’accordo, un po’ più di imparzialità sarebbe servita, caro Alessandro!

  11. Marco

    8 Luglio 2011 at 23:56

    Sarebbe stato tutto più semplice se gli scarichi fossero stati illegali dal 2012, ma la FIA ormai ci tiene troppo a creare problemi e confusione.

  12. Emanuele

    8 Luglio 2011 at 23:58

    Possiamo stare qui a parlare per ore e ore ma arriveremmo sicuramente a dire che l’unico grande problema della F1 è la FIA.
    QUINDI:
    Ben vengano campionati alternativi, ben vangano tutte le tecnologie possibili ed immaginabili elettroniche o meccaniche che siano.

    Personalmente non credo di continuare a seguire quasto sport ancora per molto almeno che non cambino diverse cose tra cui i poteri in mano ad ECCLESTONE e FIA.

    Credo che gli unici che possano e debbano davvero avere il potere decisionale sia la FOTA e i piloti stessi.

    Magari sbaglio, ma sono sempre più di questo idea.

    • ayrton boss

      9 Luglio 2011 at 03:12

      giusto!ormai la situazione e’ ridikola!seguo la f1 dai 6 anni!!ne ho 32 ora e le cose nn fanno ke peggiorare…il problema e’ ke questa storia del campionato alternativo non la vedo realizzabile..nel senso ogni tanto kualke team minaccia di lasciare come la ferrari e poi rinnovano i contratti e non se ne fa niente!c’e’ troppo cash in ballo e a nessuno conviene lasciare.i soldi stanno rovinando kuesta specie di sport.una bella scissione sarebbe una gran bella svolta!

    • quickest

      9 Luglio 2011 at 10:45

      il problema e’ che a capo di un qualsiasi campionato ci deve comunque essere un organo di gestione, che sia la FIA o chi per essa. E nel momento in cui cominciano a girare i soldi che girano in F1 si e’ da capo. Inutile pensare che possa essere differente. Forse quando Ecclestone non ci sara’ piu’? Lui ha certo un gran potere di tirare i fili, e gli e’ sempre piaciuto

  13. Philip J. Fry

    9 Luglio 2011 at 00:04

    Sveglia! E’ solo una SCUSA per eludere per l’ennesima volta il regolamento!!! Non è mica vero che i motori Renault si sarebbero rotti!!

    Fino a ieri hanno sempre detto che non sarebbe cambiato nulla per la RBR tranne una minima perdita di prestazione e solo adesso nel mezzo alle libere vengono fuori tutti questi problemi ai motori!! Ma se è un secolo che non si rompe un motore in F1!

    E’ sicuramente possibile intervenire sulle mappature del motore per evitare il “soffiaggio” al 20%! E’ tutta una BUFALA ma i soliti incompetenti della FIA ci sono cascati in pieno ancora una volta!! Che tristezza!!

    • quickest

      9 Luglio 2011 at 10:47

      Anch’io sono di questa opinione. Poi pero’ se i motori cominciano davvero a rompersi…cosa fai?

  14. gyonni

    9 Luglio 2011 at 00:07

    ho guarda guarda! la renault si he accorta solo ora che senza il soffiaggio può rompere i motori! evidentemente l’aria di silverstone a qualcosa di speciale. che ganzi! e la fia gli và dietro! chapeau hai geni della lampada

  15. Iorek

    9 Luglio 2011 at 00:32

    Giusto solo ora dopo un mese che ne parlano salta fuori un problema di affidabilità ? E poi non ho capito, Renault e Mercedes hanno deroga e Ferrari no ? Ma non fanno prima a dire scusate scherzavamo lasciamo tutto come prima ? E poi se il motivo portato avanti dalla FIA per vietare gli scarichi soffianti e’ una inregolatita’, il problema e’ solo della Renault ( mi baso sul postulato regolamentare che la FIA ha posto per vietare gli scarichi) . Di sicuro la federazione e’ ridicola e una banda di dilettanti allo sbaraglio . Comunque mi meraviglia il silenzio Ferrari che a questo punto e’ l’ unica che ne risulta penalizzata . Ok non e’ sportivo, ma vista l’incompetenza della federazione a questo punto io farei un bel ricorso e poi vediamo cosa succede.

    Ridicoli

    • whitefox

      9 Luglio 2011 at 10:10

      il silenzio Ferrari….la stagione oramai è rovinata e non solo per gli scarichi soffiati ma anche per il problema alla gelleria del vento….adesso hanno una scusa per giustificarsi a fine stagione.

  16. Federico Barone

    9 Luglio 2011 at 00:46

    Io dico: era meglio rinviare tutto al 2012.
    Da non dimenticare che comunque il regolamento tecnico e sportivo attuale sarebbero da modificare profondamente. Come sono ora non mi piacciono proprio.

  17. Richard

    9 Luglio 2011 at 00:52

    Mamma mia che casino, qui ce da cambiare tuutta la direzione FIA, così hanno fatto intendere che le redbull hanno un gran vantaggio.
    Ma dove arriveremo……….

  18. Pulcione

    9 Luglio 2011 at 01:33

    Ferrari in pista con due piloti esordienti , 18 cambi gomme e solo col limitatore. Così, tanto per farsi prendere per i fondelli fino alla fine.

  19. dx

    9 Luglio 2011 at 02:30

    il circus della formula 1 lo chiamano!!!il circus composto solo da pagliacci!!!!vergogna!avete rovinato lo sport più bello del mondo!!!io rivaluterei l’opzione del campionato alternativo…non so voi..

  20. Randy

    9 Luglio 2011 at 02:31

    Ma allora visto che il congelamento dello sviluppo dei motori è in vigore già da un biennio significa che i motori renault nascono così già da ben 2 anni e quindi sono regolari! Ma siccome gli scarichi sono disposti in un certo modo (anche questo regolamentare) diventa irregolare (o per lo meno fuori dello spirito del regolamento!) la combinazione dei 2 fattori che se presi singolarmente sono regolari! Mi sa che andiamo verso il cosiddetto abuso del diritto di sinistra applicazione nelle materie fiscali che detto per inciso è un terrificante ed osceno obbrobrio giuridico!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati