I piccoli team di Formula 1 contrari al ripristino dei test

I piccoli team di Formula 1 contrari al ripristino dei test

La metà delle squadre di Formula Uno è contraria al cambiamento del regolamento in materia di test. Le scuderie più piccole non sono d’accordo con la proposta delle grandi scuderie di reintrodurre alcune giornate di test durante la stagione, Lotus, HRT, Virgin, ma anche Williams, Sauber e Force India vogliono che il divieto dei test rimanga in vigore.

Peter Sauber: “Dovremo ripristinare un test team a parte il che è una spesa inutile”.

Dalla Williams il direttore tecnico Sam Michael giudica l’attuale divieto di prove un sistema che garantisce pari opportunità a tutti i team.

Dalla Force India il progettista Otmar Szafnauer conferma: “Siamo contrari al cambiamento delle regole in materia di test. Questo regolamento garantisce pari opportunità per tutti i team. Prendiamo come esempio il condotto ad F: un tempo le squadre test avrebbero lavorato freneticamente ed entro due gare avrebbero sfornato una soluzione efficace al pari di chi l’aveva inventata. Ora, ad esempio, squadre come Ferrari e Red Bull, non sono ancora riuscite a sviluppare un soluzione efficace come quella McLaren. Il nostro sistema ad esempio funziona bene, questo grazie al divieto dei test e alla bravura degli ingegneri. Il divieto di test ha dirottato risorse nella simulazione, nelle gallerie del vento, nel CFD e nei banchi prova ma non siamo ai livelli di spesa necessari per mantenere una squadra test”.

Quindi continua Szafnauer: “Se il problema dei grandi team è quello di provare giovani piloti e fargli fare esperienza, possono fare come facciamo noi con Paul di Resta. Sacrificare una sessione del venerdì per dare un’opportunità ai giovani”.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. Federico Barone

    22 Luglio 2010 at 18:27

    Si può fare come una volta. Test per chi se li può permettere e chi ha le capacità manageriali per crescere, da piccolo* può diventare grande e permettersi di spendere di più. Dov’è il problema della disparità? Quello esisterebbe comunque. I test rendono la F1 semplicemente più sportiva ed interessante.

    *ricordo un piccolo team di nome Williams (ora di nuovo piccolo, però…) che divenne molto grande.

  2. Jim

    22 Luglio 2010 at 20:08

    Questi nuovi team hanno rotto i c…ni arrivano in f1 e pretendono di comandare!! Non avete i soldi per fare i test? cavoli vostri non potete condizionare gli altri

  3. Daniele

    22 Luglio 2010 at 21:10

    Due/tre giorni di Test per tutti ogni tre GP, questo sarebbe interessante, non la galleria del vento.

  4. Jacopo

    22 Luglio 2010 at 23:52

    La cosa che fa ridere è che questi nuovi team, tramite i loro responsabili, parlano come se adesso, senza test, avessero l’opportunità di vincere a discapito di Red Bull, McLaren e Ferrari. Invece sono solo dei comprimari e continueranno ad esserlo, test o non test.

  5. negro

    23 Luglio 2010 at 08:24

    I test tendono ad avvantaggiare i grandi team (che hanno più soldi anche perchè la F1 non divide i soldi equamente tra i team ma in base ai punteggi finali) e a uniformare le vetture. Dopo le prime gare tutti andrebbero a copiare le soluzioni di chi è in testa! Forse sarebbe il caso di aprire una finestra di 3/4 giorni ad Agosto, una sorta di test di riparazione.

  6. gian

    23 Luglio 2010 at 16:51

    una volta tanto montezumolo in merito ai test ha detto una cosa giusta : questo e’ l’unico sport in cui e’ vietato allenarsi.
    Per risparmiare soldi potrebbero fare i test tutti insieme in giorni prestabiliti. Magari una volta ogni x gran premi. La formula 1 e’ la massima espressione tecnologica in campo automobilistico, lo sviluppo delle auto e’ una cosa fondamentale,altrimenti il campionato finisce subito…. vedi red bull.

  7. Motore Asincrono Trifase

    23 Luglio 2010 at 18:15

    il problema dei test e’ che bisogna assumere una squadra a parte con tecnici e piloti.I test andrebbero bene solo se li possono fare la squadra effettiva,tipo il lunedi dopo i gp o in apposite pause del campionato.Per quanto riguarda i nuovi team hanno tutto il diritto di votare per regole che ritengono giuste.Quando furono vietati i test ricordo che dissero che si risparmiava quasi la meta’ del badget.Ora come ora raddoppiare i costi non mi sembra sensato

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati