Horner: “Renault? Cambiamenti gestionali arrivati troppo tardi”

"Mercedes ha investito meglio di noi"

Horner: “Renault? Cambiamenti gestionali arrivati troppo tardi”

Christian Horner è tornato a parlare della partnership tra Renault e Red Bull. L’inglese, in un’intervista rilasciata ad Autosport, ha spiegato quelli che sono stati i punti deboli che la Renault ha accusato durante lo scorso campionato, precisando che la Casa di Viry Chatillon ha portato avanti un programma di ristrutturazione che permetterà alla Scuderia austriaca di tornare ai vertici già durante la prossima stagione. Horner, ovviamente, ha lodato il lavoro degli uomini di Brixworth, spiegando che i francesi, al contrario della Mercedes, non hanno reagito nel migliore dei modi alle difficoltà accusate durante i test dello scorso inverno.

“Penso che la differenza tra noi e la Mercedes sia stata maggiore di quella che ci attendevamo” ha dichiarato l’inglese. “Temevamo un deficit, ma in nessun modo pensavamo che fosse così elevato come quello che abbiamo effettivamente riscontrato. Credo che, prima di tutto, dovremmo complimentarci con la Mercedes per il lavoro che hanno svolto con il loro motore. Penso che, all’inizio, fossimo in una posizione davvero difficile con la Renault, in quanto non eravamo competitivi e disponevamo di un propulsore inaffidabile. Tuttavia, credo che vada dato loro il credito di aver migliorato questo aspetto e adesso quello su cui dobbiamo concentrarci sono le prestazioni. Penso che, strategicamente, Mercedes abbia investito meglio di Renault”.

Horner ha concluso il proprio intervento parlando dello sviluppo portato avanti da Renault durante gli ultimi mesi: “Si trattava di un aspetto di cui eravamo a conoscenza e in tal senso abbiamo cercato di spingere la Renault anche se, purtroppo, il cambiamento a livello gestionale è arrivato troppo tardi per avere un impatto positivo nel corso dell’anno. Comunque abbiamo fiducia nel fatto che si farà sentire durante le prossime stagioni. Penso che a cambiare dovesse essere proprio la filosofia relativa all’accettazione della Red Bull come partner piuttosto che come cliente, poiché la power unit deve essere completamente integrata”.

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati