Hamilton accusa la Toro Rosso di averlo bloccato per favorire Vettel

Hamilton accusa la Toro Rosso di averlo bloccato per favorire Vettel

Lewis Hamilton ha accusato i piloti della Toro Rosso di averlo ostacolato per favorire Sebastian Vettel e la Red Bull Racing. Al termine delle prove libere a Monaco, Hamilton ha dichiarato di essere stato bloccato durante i doppiaggi al GP Spagna.

“Questo genere di cose non dovrebbero accadere perchè in teoria non sono un team satellite, giusto?” ha dichiarato Hamilton. “Senza dubbio l’ultima gara è stata una sorta di…spostarsi sempre sulla mia traiettoria, il che ha aumentato il distacco, il gap che avevo chiuso da Sebastian e poi ho riperso. L’hanno lasciato passare e mi hanno tenuto dietro per le curve successive. Se continuerà ad accadere, dovrebbero arrivare delle penalità. Non voglio lamentarmi ma l’ho già detto al mio team in modo da contattare la FIA e metterne a conoscenza i commissari”.

Christian Horner, boss della Red Bull, ha negato le accuse di Hamilton: “I piloti della Toro Rosso hanno ricevuto queste lamentele anche dai nostri piloti. Non ci sono contatti tra i team. I team operano in modo indipendente. Non ci sono tattiche per aiutare uno o l’altro team”.

Un portavoce della Toro Rosso ha dichiarato: “Quando è entrata in vigore la regola, prima della stagione, che non permette di condividere alcuna conoscenza tecnica, la co-operazione è cessata. Quindi ogni sospetto di blocco di altre vetture per favorire la Red Bull è solo polemico”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

62 commenti

Articoli correlati