Grosjean: “E’ stata una gara pazza, ma la squadra ha fatto un lavoro fantastico”

Il francese della Lotus ha azzeccato la giusta tattica e ha sfiorato perfino la vittoria

La Lotus indovina tutto con la vettura del francese a Montreal, ed è stata capace di completare 49 giri con un set di gomme soft
Grosjean: “E’ stata una gara pazza, ma la squadra ha fatto un lavoro fantastico”

Romain Grosjean, come Sergio Perez, conquista il suo secondo podio in carriera al GP del Canada, ma lo fa con una strategia quasi opposta al messicano della Sauber.

Il pilota della Lotus infatti ha effettuato come Perez una sola sosta, ma è partito con le Supersoft prima di montare al giro 21 le Soft, con le quali ha completato 49 giri. E vedendo lo stato pietoso delle coperture di Fernando Alonso, passato agevolmente dal francese, si capisce come la vettura di Enstone sia davvero più gentile con i pneumatici rispetto alla concorrenza. “Abbiamo pensato di puntare su una tattica a una fermata e vedere poi quello che sarebbe successo”, ha spiegato Grosjean, che ha chiuso la gara a soli 2”5 dal vincitore Lewis Hamilton. “La macchina andava abbastanza bene, ero in battaglia con Mark Webber e Nico Rosberg, ma non sapevo cosa stavano facendo. Quando Webber è entrato per la sua seconda sosta, non mi ero reso conto di essere terzo, ma le mie gomme erano abbastanza fresche. Poi improvvisamente sono passato davanti a Fernando Alonso, che stava rallentando, ed ero secondo. E’ stata una gara pazza”.

Il 26enne comunque conquista il suo primo secondo posto in carriera, che segue il podio in Bahrein e ha reso omaggio agli sforzi del team di Enstone. “La squadra ha fatto un lavoro strepitoso per darmi una vettura che fosse capace di minimizzare il degrado sui suoi pneumatici. Sapevamo che con il caldo oggi la E20 sarebbe andata meglio. E’ un risultato fantastico”, ha aggiunto.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

6 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati