GP Malesia: vince Hamilton, doppietta Mercedes. Alonso quarto

Dominio dell'inglese, poi Rosberg e Vettel

GP Malesia: vince Hamilton, doppietta Mercedes. Alonso quarto

Lewis Hamilton ha vinto dominando il GP Malesia di Formula 1. Doppietta per la Mercedes con Nico Rosberg secondo davanti al campione del mondo Sebastian Vettel (Red Bull). Quarto Fernando Alonso con la Ferrari davanti alla Force India di Nico Hulkenberg. Jenson Button è sesto con la McLaren davanti alle Williams di Felipe Massa e Valtteri Bottas. A punti anche Kevin Magnussen (McLaren) e Daniil Kvyat (Toro Rosso). Solo 12mo Kimi Raikkonen, gara rovinata per lui da un tamponamento di Magnussen al primo giro. Ritiro anche per Daniel Ricciardo dopo una gara piena di problemi.

Cronaca
Tutti si sono schierati con gomme option. Al via Hamilton, scattato dalla pole, ha mantenuto il comando davanti a Rosberg, autore di un ottimo avvio, e Ricciardo che ha superato con una grande partenza Vettel. Alonso si è ritrovato quinto alle spalle del campione del mondo e davanti a Raikkonen e Hulkenberg.

Il tedesco della Force India ha subito superato il finlandese e poco dopo anche Alonso, salendo in quinta posizione. Raikkonen è stato toccato da Magnussen, accusando la foratura della posteriore destra. Il finlandese è stato costretto a percorrere un intero giro a velocità ridotta e rientrato finalmente ai box per la sosta si è ritrovato ovviamente ultimo. Intanto rientravano ai box anche Bianchi e Vergne per un contatto nelle prime fasi.

La top 10 al secondo giro vedeva Hamilton, Rosberg, Ricciardo, Vettel, Alonso, Hulkenberg, Magnussen, Button, Massa, Bottas.

Al quarto giro Massa ha superato Magnussen ma il danese si è ripreso la posizione mentre Vettel superava Ricciardo in terza posizione. All’ottavo giro Maldonado si è ritirato per problemi tecnici mentre Magnussen rientrava per la prima sosta per sostituire l’ala anteriore danneggiata nel contatto con Raikkonen e montare gomme medium. Al passaggio successivo Magnussen è stato penalizzato con uno stop and go di 5 secondi per la collisione con Raikkonen. Al 12mo giro è toccato ad Alonso rientrare per la sosta (gomme medium) e al rientro in pista lo spagnolo ha subito superato Grosjean. Al 13mo giro è rientrato Ricciardo per montare un nuovo set di gomme medium. Al rientro in pista ha subito l’attacco di Alonso ma con tenacia si è ripreso la settima posizione dopo un duello ruota a ruota con lo spagnolo.

Al 14mo giro sosta anche per Vettel e Button. Il campione del mondo è tornato in pista in quinta posizione e ha subito attaccato Bottas superandolo. Stessa manovra eseguita poco dopo da Ricciardo e Alonso sul finlandese.

Al 15mo giro è toccato a Rosberg completare la sosta e poco dopo anche a Hamilton, entrambi hanno montato gomme medium. In poche curve Hamilton ha ripreso e superato Hulkenberg che ha atteso troppo per cambiare gomme. La top 10 dopo la prima tornata di pitstop: Hamilton, Rosberg, Vettel, Ricciardo, Alonso, Hulkenberg, Button, Massa, Kvyat e Bottas.

Al 18mo giro il vantaggio di Hamilton su Rosberg era già di 9 secondi mentre Vergne si ritirava per problemi tecnici. Al 26mo giro Magnussen ha scontato la penalità di 5 secondi (stop and go) e contestualmente ha completato la sua seconda sosta dando il via al secondo round di pitstop. Al 28mo giro Alonso è rientrato ai box al 28mo giro montando gomme dure e tornando in pista in sesta posizione. Stessa strategia per Ricciardo al giro successivo, rientrato in quinta posizione. Gomme medium invece per Vettel al 32mo giro, così come le due Mercedes al 33mo e 34mo giro.

Dopo la seconda sosta Hamilton ha mantenuto saldamente il comando davanti a Hulkenberg, Rosberg e Vettel. Dopo la sosta del pilota della Force India, Rosberg è tornato secondo con Vettel che ha recuperato terreno su di lui.

Al 35mo e 39mo giro ritiro in successione per Sutil e Gutierrez. Weekend da dimentricare per la Sauber. Al 40mo giro è iniziata la terza tornata di pitstop con Button che ha montato gomme dure rientrando in nona posizione.

Al 41mo giro gomme medium per Ricciardo, terza sosta per lui. Ricciardo è rimasto fermo in pitlane, i meccanici sono corsi a riprenderlo per spingerlo fino al garage. Infatti non era stata fissata bene l’anteriore sinistra. L’australiano è ripartito dopo aver perso un giro (è stato doppiato anche da Alonso che era alle sue spalle prima della sosta).

Al 43mo giro Alonso ha completato la sua seconda sosta motnando gomme medium e rientrando in pista in quinta posizione alle spalle di Hulkenberg. Al 44mo giro Ricciardo ha accusato il cedimento dell’ala anteriore ed è stato costretto a rientrare ancora ai box per sostituirla e montare gomme hard.
Poco dopo è stato punito con uno stop and go di 10 secondi per Unsafe Release.

Al 50mo giro terza sosta per Vettel, gomme dure. Poco dopo sosta e gomme dure anche per le due Mercedes mentre Ricciardo era costretto al ritiro da un problema tecnico. Hamilton ha mantenuto il comando della gara senza problemi davanti al suo compagno di squadra mentre Alonso al 53mo giro ha superato Hulkenberg salendo in quarta posizione. In Williams è arrivato l’ordine a Massa di lasciare la posizione a Bottas ma il brasiliano non ha obbedito difendendo la sua settima posizione alle spalle di Button.

Hamilton è quindi andato a vincere con ampio distacco su Rosberg e Vettel. Quarto Alonso davanti ad Hulkenberg. Button è sesto davanti a Massa e Bottas. Magnussen e Kvyat chiudono la top 10.

F1 GP Malesia – Ordine di arrivo e risultati

Pos. Naz. Pilota Team Distacco
1. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:40:25.974
2. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes +17.313
3. GER S.Vettel Red Bull Renault +24.534
4. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari +35.992
5. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes +47.199
6. GBR J.Button McLaren Mercedes +83.691
7. BRA F.Massa Williams Mercedes +85.076
8. FIN V.Bottas Williams Mercedes +85.537
9. DEN K.Magnussen McLaren Mercedes +1 giro
10. RUS D.Kvyat Toro Rosso Renault +1 giro
11. FRA R.Grosjean Lotus Renault +1 giro
12. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari +1 giro
13. JAP K.Kobayashi Caterham Renault +1 giro
14. SWE M.Ericsson Caterham Renault +2 Giri
15. GBR M.Chilton Marussia Ferrari +2 Giri
-. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault Ritirato
-. MEX E.Gutierrez Sauber Ferrari Ritirato
-. GER A.Sutil Sauber Ferrari Ritirato
-. FRA J.Vergne Toro Rosso Renault Ritirato
-. FRA J. Bianchi Marussia Ferrari Ritirato
-. VEN P.Maldonado Lotus Renault Ritirato
-. MEX S.Perez Force India Mercedes Ritirato

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

71 commenti
  1. darkn3ss

    30 Marzo 2014 at 16:32

    Gara soporifera e pallosa..
    Ferrari pietosa..
    Alonso come sempre fa quello che può per limitare i danni
    È un gran pilota e bisogna ammetterlo chi nn lo vede non capisce nulla di questo sport..
    La Mercedes per ora è su un altro pianeta ma Lewis è cmq un manico
    Sfortunato Ricciardo.. hanno cominciato con gli esperimenti, consiglio fai ancora in tempo a cambiare..
    Vettel non mi esprimo. Per ora ne carne ne pesce

    • Capitan red

      30 Marzo 2014 at 16:49

      Sorvolo sulla Ferrari pietosa…..3 forza del Mondiale ,a Maranello non saranno contenti, ma capita…l’importante è che cerchino di recuperare.

      Alonso un gran pilota ha fatto quello che poteva per limitare i danni…vero…ma perchè Vettel no?…non ha cercato di lottare con Rosberg?….diamo a cesare ciò che è di cesare…oggi ad un certo punto tifavo per lui pur di vedere un po’ di lotta in pista.

    • atta387

      30 Marzo 2014 at 19:00

      ALLA FERRARI DA QUANTO CE’ DOMENICALI NON SANNO PIU COSTRUIRE MACCHINE COMPETITIVE, DA QUANDO E’ ARRIVATO ALLA GUIDA COME RESPONSABILE ANNO COSTRUITO SOLO TRATTORI. ECCO DOMENICALI POTREBBE FORSE ANDARE ALLA FIAT SPA CHE LI FANNO TRATTORI E CAMION E L’IDEALE PER LUI

      • Emanuele

        30 Marzo 2014 at 20:39

        Ma tu cosa fai scrivi un messaggio e lo incolli in tutti gli articoli?
        Almeno controlla che sia scritto come dio comanda, hai scritto anno senza h ed in stampatello che è come urlare.

  2. mik

    30 Marzo 2014 at 18:35

    Uhm Ferrari brutta, oggi un risultato sicuramente deludente.
    Capita un brutto inzio di stagione (ultimamente spesso :|) l’importante è migliorare e provare a battere le Red Bull (le mercedes per ora sono troppo avanti, veramente complimenti!). Ricciardo sfigatissimo, Vettel in risalita. Grande Hulkenberg, bravo KvYat, buone le Mclaren e le Williams (povero massa xD). Catheram accettabili, Lotus ancora non pervenute.

  3. perplesso

    30 Marzo 2014 at 18:57

    Io capisco tuto Kers Turbo sound Ecc… ma perchè limitare il carburante in maniera così assurda???? se uno ha un problema tipo Raikkonen e costretto a passeggiare per tutta la gara!!!! ma è formula uno questa???? queste mi sembrano le corse degli Eunuchi… A risentirci va

  4. maxxi60

    30 Marzo 2014 at 19:17

    Oramai la F1 è diventata inguardabile , oltre a regole assurde che fanno delle monoposto una monomarca anche se cambia il nome , è come guardare una formula minore qualsiasi .

  5. marcello2.0

    30 Marzo 2014 at 20:48

    Purtroppo essere tifosi Ferrari non permette di essere obiettivi, con l’aggravante che si ritrovano regolarmente ad esaltare il presunto fuoriclasse anche a costo di svilire tutto il lavoro della squadra. Cosa abbia mostrato oggi Alonso resta un mistero!! Sopratutto se raffrontiamo la sua gara con quella di Vettel, che dall’inizio dei test ad oggi avrà percorso si e no il 20% dei chilometri percorsi dall’asturiano. Hamilton e Mercedes a parte, l’unico che ha fatto la differenza (rispetto al mezzo di cui disponeva) è stato proprio Vettel che a un certo punto si è trovato a mettere il sale sulla cosa addirittura a Rosberg! Senza i guai di ricciardo Alonso sarebbe 5°. Ha penato anche nel sorpasso di Hulk, dov’è tutto questo spettacolo? L’unica (magra) consolazione è che se mai Vettel dovesse arrivare in Ferrari i giudizi saranno ribaltati, esattamente come è successo per Alonso che, fintanto che era in Renault e McLaren era uno stronzo (e lo chiamavate Ladronso), oggi è un dio!

  6. carlopower

    30 Marzo 2014 at 21:48

    Non ho visto la gara e credo di aver fatto bene a non guardare questo schifo di f1,ho fatto bene ad andare a pescare,fregandomene di questa merd@ di f1,a mio parere la ferrari non recupererà mai il distacco dalla mercedes troppo scarsa,per quanto mi riguarda la formula 1 non la guarderò più il mondiale e già assegnato alla merdcedes.

  7. panis96

    30 Marzo 2014 at 22:09

    Spiace dirlo, ma la gara è stata veramente di una noia mortale. Seguo i GP dal ’79 e oggi pomeriggio sulla RAI (commento più soporifero della stessa gara) mi sono addormentato.E’ la prima volta che mi succede.Prima che malignate sull’età che avanza o sul pranzo troppo pesante vi chiedo: Chi di voi si è, non dico divertito che è troppo,ma almeno un pò interessato?Anche l’anno scorso, con il dominio di Vettel nel finale, c’era poco da stare allegri ma almeno mi paceva lo sfrecciare di quelle f1.Ma avete visto oggi nelle curve?

    • carlopower

      30 Marzo 2014 at 22:19

      Ascolta il mio consiglio,invece di guardare questo schifo,fai qualcos’altro che e meglio non ne vale la pena,fai come me fai sport svago,io no l’ho nemmeno cag-at-a,io non l’ho vista perché già lo sapevo come sarebbe andata a finire.

  8. panis96

    30 Marzo 2014 at 22:14

    Visivamente erano lentissime. Nelle curve si vedeva chiaramente che avrebbero potuto affrontarle a ben maggiore velocità. Ma il consumo…
    A parte il suono terribile, tra il rauco e lo scoppiettante sibilo, sono proprio lente.Non è vera f1 questa. E’ un’altra cosa. A questo punto Caterham e Marussia potrebbero comprarsi una GP2 e andare a vincere la gara in scioltezza.
    Orribile…che barba, che noia e che barba…che barba e che noia…

  9. panis96

    30 Marzo 2014 at 22:31

    Dopo Merlbourne mi sono detto: forse non è troppo male, forse sono solo un pò prevenuto,forse devo solo dare tempo e fiducia a tutte queste novità.Alla seconda gara mi è cascato tutto…Come faremo a sciropparci questo per altre 17 ????? gare? E poi le penalizzazioni continue. Ma non dovrebbe venire punito chi commette scorrettezze o atteggiamenti pericolosi e antisportivi?
    Cosa c’entra chi sbaglia senza cattiveria? Cosa c’entra?Ditemelo voi…

  10. panis96

    30 Marzo 2014 at 22:36

    E’ come punire un bambino a scuola non perchè non ha studiato, ma perchè non ce la fa a prendere la sufficienza pur essendosi impegnato come meglio poteva.
    Dov’è il senso e la giustizia di questo?
    NON NE POSSO PIU’ di questa federazione, del suo francese.e delle sue ossessionanti ingerenza in qualsiasi, ma qualsiasi proprio stupidaggine che avviene normalmente in una corsa.
    Ma di cosa hanno paura questi signori della FIA?

  11. kaarlt

    31 Marzo 2014 at 00:09

    SOGNORI QUESTA NON È PIÙ FORMULA 1 !!! BOICOTTIAMOLA ALLA GRANDE…NON GUARDIAMO PIU QUESTO SPETTACOLO DEPRIMENTE E CHI HA L’ABBONAMENTO A SKY SI FACCIA RIDARE INDIETRO I SOLDI !!! QUESTA NON È FORMULA 1 !!!!

  12. maurizz

    31 Marzo 2014 at 08:00

    dal prossimo gp le monoposto saranno dotate di frecce direzionali HAHAHAH che schifo di f1…. anch’io l’ho boicottata.

  13. darkn3ss

    31 Marzo 2014 at 09:12

    schifo di regole
    schifo di motori
    schifo di estetica
    schifo di gomme
    schifo di FIA
    SCHIFO DI F1 la peggiore in assoluto da quando vedo i GP..
    meglio così quest’anno mi farò più mare

  14. Ele (mclaren)

    31 Marzo 2014 at 09:55

    ..sono stra-contenta per la vittoria di Lewis..già in Australia doveva salire lui sul gradino più alto ed invece è andata in altro modo..
    Fa paura la Red Bull..sembrava morta..ora è affidabile e veloce..poveri noi…la Mercedes bisogna che guadagni più punti possibili prima che arrivi la Red Bull di gran carriera ad asfaltare tutti…chi dice che il campionato è chiuso non ha mai visto la F1..non ho mai visto un team che al secondo gp aveva ipotecato il titolo..oh ma l’avete vista la red bull o l’ho vista solo io?
    La Ferrari è ancora indietro..Mclaren che delusione..ma io l’avevo detto che l’Australia sarebbe stata un gp a parte..
    Sulla noia della gara dico che un ruolo importante l’anno scorso ce l’avevano le gomme dal decadimento facile che rimescolavano le posizioni..tolta questa variabile non ci sono più sorpassi e sorprese…

  15. MisterX

    31 Marzo 2014 at 11:07

    Spero che Montezemolo abbia visto la gara. Occorre un’inversione di rotta urgente perchè così si prospetta un’altra stagione fallimentare. Dovevamo partire quasi da favoriti e ci troviamo a lottare con la force-india (con tutto il rispetto) per il quarto posto grazie agli errori della redbull su Ricciardo.

  16. Controaltare

    31 Marzo 2014 at 13:26

    Il dominio Mercedes era già nell’aria lo scorso anno; quando scrissi che la Mercedes era destinata a vincere a breve tempo, qualche Fenomeno di questo Forum mi prese per il cu..
    Non dico il nome per correttezza, chi non è leso nella memoria certamente si riconoscerà..
    Ma l’ultima corsa, col trappolone del punteggio raddoppiato, potrebbe riservare sorprese, se la Mercedes non riesce a chiudere il conto prima…

  17. Dario

    31 Marzo 2014 at 14:49

    Dopo 5 giri ho spento la TV (l’ho guardata sul RTL in tedesco ovviamente), tutto troppo scontato, mi spiace per chi ha pagato SKY per vedere sta cagata…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Pagellonze del GP Malesia

Commenti semiseri alla gara di Sepang
Voto 5: ALLA GARA CHE TI INVITA A RECUPERARE L’ORA DI SONNO Sarà stato il mix sabato sera più ritorno
News F1

GP Malesia: analisi tecnica

Scopriamo le principali novità tecniche viste a Sepang
(Stra)potere Mercedes. Si può definire cosi’, con pochissime parole, l’inizio di questo campionato del mondo di Formula 1. La W05