GP India, Prove Libere 1: Hamilton davanti a tutti ma penalizzato di tre posizioni in griglia

GP India, Prove Libere 1: Hamilton davanti a tutti ma penalizzato di tre posizioni in griglia

Miglior tempo per Lewis Hamilton nella prima sessione di prove libere del venerdì del GP India. Il pilota della McLaren Mercedes ha girato in 1.26.836 battendo negli ultimi istanti le Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber.

Quarto tempo per l’altra McLaren di Jenson Button che precede le due Mercedes GP di Michael Schumacher e Nico Rosberg. Settimo tempo per la Ferrari di Felipe Massa.

Adrian Sutil è stato il primo a completare un giro sul nuovo circuito Buddh su una pista asciutta e in condizioni soleggiate. Tanto ovviamente lo sporco in pista. Dopo il tedesco è entrato in pista l’indiano Karun Chandhok.
I due sono stati costretti a rientrare subito ai box a causa di un’interruzione con bandiera rossa per la presenza di un cane in pista. La sessione è ripresa cinque minuti dopo ed inizialmente Chandhok e il suo rivale Narain Karthikeyan si sono divisi la scena. Michael Schumacher ha poi girato in 1.38.658. Poco dopo Jaime Alguersuari si è portato in testa iniziando la lotta con Rosberg e Sebastien Buemi per il comando.

Button ha poi girato in 1.30.794 dando il via all’attività dei top driver, Vettel incluso. Il campione del mondo è stato protagonista di un’uscita di pista alle curve 5 e 6. Button è rimasto in testa verso la seconda metà della sessione. Fernando Alonso ha invece completato solo alcuni giri prima di parcheggiare la sua Ferrari, fermata da un problema al motore.

Hamilton si è portato al comando a 25 minuti dal termine con 1.27.515 e anche Vettel ha scavalcato Button mentre Webber si è portato in quarta posizione. Negli ultimi 15 minuti le Red Bull si sono riportate al comando con Webber che ha girato in 1.27.428, battuto poi da Vettel in 1.27.416.

Alguersuari ha toccato le barriere alla curva 10 negli ultimi minuti mentre Pastor Maldonado ha accusato problemi di motore causando l’esposizione delle bandiere gialle. Anche Sergio Perez è stato protagonista di un fuoripista.

Hamilton ha poi segnato il suo miglior tempo nonostante le bandiere gialle esposte apparentemente nell’area in cui era parcheggiata la Williams di Maldonado. Il pilota della McLaren è stato poi punito dai commissari con una penalità di tre posizioni in griglia per aver ignorato le bandiere gialle.

Massa, settimo con la Ferrari, ha testato una nuova ala anteriore. Ottavo tempo per Sutil davanti a Buemi, Kamui Kobayashi (Sauber).

Pos  Pilota               Team                   Tempo              Giri
01.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes       1m26.836s    	       22
02.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault       1m27.416s  + 0.580   23
03.  Mark Webber           Red Bull-Renault       1m27.428s  + 0.592   27
04.  Jenson Button         McLaren-Mercedes       1m28.394s  + 1.558   23
05.  Michael Schumacher    Mercedes               1m28.531s  + 1.695   23
06.  Nico Rosberg          Mercedes               1m28.542s  + 1.706   29
07.  Felipe Massa          Ferrari                1m28.644s  + 1.808   22
08.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes   1m28.705s  + 1.869   23
09.  Sebastien Buemi       Toro Rosso-Ferrari     1m29.219s  + 2.383   24
10.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari         1m29.355s  + 2.519   29
11.  Paul di Resta         Force India-Mercedes   1m29.700s  + 2.864   24
12.  Vitaly Petrov         Renault                1m29.705s  + 2.869   22
13.  Bruno Senna           Renault                1m29.799s  + 2.963   20
14.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari         1m30.132s  + 3.296   25
15.  Rubens Barrichello    Williams-Cosworth      1m30.367s  + 3.531   21
16.  Jaime Alguersuari     Toro Rosso-Ferrari     1m30.566s  + 3.730   19
17.  Pastor Maldonado      Williams-Cosworth      1m30.699s  + 3.833   22
18.  Jarno Trulli          Lotus-Renault          1m30.818s  + 3.982   22
19.  Karun Chandhok        Lotus-Renault          1m32.487s  + 5.651   24
20.  Daniel Ricciardo      HRT-Cosworth           1m32.771s  + 5.935   24
21.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth           1m33.928s  + 7.092   27
22.  Jerome D'Ambrosio     Virgin-Cosworth        1m34.113s  + 7.277   30
23.  Timo Glock            Virgin-Cosworth        1m35.896s  + 8.960   19
24.  Fernando Alonso       Ferrari                1m35.899s  + 9.063    4

GP India, Prove Libere 1: Hamilton davanti a tutti ma penalizzato di tre posizioni in griglia
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

36 commenti
  1. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    28 ottobre 2011 at 08:51

    cani randagi inpidta? alcuni giustamente si sono posti delle domande:se al posto del cane ci fosse stata una mucca?
    cmq bravo lewis bravo shumi e peccato per nando

    • Fernando

      28 ottobre 2011 at 10:55

      … dopo le scomparse di Dan e Sic, credo che sia l’esempio più stupido che un pilota potesse dare sul rispetto delle regole, sicurezza propria ed altrui e per il buon esempio verso chi osserva…
      Le 3 posizioni in griglia le trovo stupide, ci vorrebbero in questi casi (o come il tentativo di speronamento di Schumy contro Barrichello in Ungheria) punizioni esemplari…

      • Massi

        28 ottobre 2011 at 12:26

        sì però adesso basta, non è che possiamo tirare in ballo Wheldon e Simoncelli per qualsiasi cosa.. può capitare di non vedere delle cavolo di bandiere quando sei a 300kmh e sei concentrato al massimo per ottenere la miglior prestazione!!!!

        Devo però riconoscere che sei coerente con il tuo nickname, visto che hai fatto un intervento contro Hamilton “cammuffato” da delle finte considerazioni sulla sicurezza..

      • fabrizio

        28 ottobre 2011 at 20:07

        Wheldon e Simoncelli vanno solo ricordati e rispettati senza tirare in ballo il loro nome per considerazioni demagogiche e senza senso.L’errore commesso da Hamilton e Perez lo commise anche Villeneuve a Suzuka nel 1997 quando era in lotta per il titolo.E venne bastonato in modo sproporzionato all’infrazione rischiando di perdere il titolo.E’ un errore che ci sta e non e’ certo una scorrettezza.

    • fabrizio

      28 ottobre 2011 at 20:11

      Nel 2011 non e’ ammissibile una situazione simile…visto che puniscono i piloti quando commettono qualche stupidata…in questi casi dovrebbero far pagare salato questo genere di situazioni all’organizzatore.Invece sino a che non si fa male qualcuno va tutto bene.Chi ricorda il cervo centrato da Johansson nel 1987 a Zelweg?Auto distrutta(pilota per fortuna illeso)e cervo..polverizzato.

  2. Walter176

    28 ottobre 2011 at 10:11

    Alla faccia della sicurezza!

  3. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    28 ottobre 2011 at 10:23

    kartikeyan davanti a ricciardo, non significa nulla ma forse sto indianino non è così scarso mentra la figuraccia in questo caso la fa liuzzi

    • Daniele

      28 ottobre 2011 at 12:04

      Kartikeyan è due decimi piu lento di ricciardo sul giro veloce..

      • luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

        28 ottobre 2011 at 12:36

        avevo bevuto stamattina scusate

  4. Victor

    28 ottobre 2011 at 10:35

    Lewis è sempre davanti a tutti non solo in India…alla facciaccia dei suoi ingiusti denigratori…quando nel mondo del motorsport si materializza un talento di questo livello bisognerebbe fare un atto di umiltà e mettere da parte gli stupidi campanilismi e le tifoserie isteriche ed essere tutti contenti del grande spettacolo sportivo che abbiamo la fortuna di vedere…fate funzionare il cervello ragazzi fatelo funzionare adesso per non perdervi un pezzo importante di storia della F1….

    • michele

      28 ottobre 2011 at 10:46

      Qui su circuito nuovo… si vedranno gli attributi dei piloti.
      Sempre forza Luigino!!!!!

      • speed

        28 ottobre 2011 at 17:24

        Ma quale ” luigino”?
        Credo che si chiami” Lumumba”
        per dire la verita`!

    • Fernando

      28 ottobre 2011 at 11:05

      Come no, in testa lo è soprattutto nello sprezzo di regole e rispetto! Ti ricordo, tornando a parlare di sport (lo conosci tu lo sport e le regole??) che anche in Corea era in testa, ma sappiamo bene com’è andata…

    • michele

      28 ottobre 2011 at 11:51

      Lascia perdere, non voglio raccogliere le tue provocazioni.
      Chi è peggior cieco di chi non vuol vedere?
      Ma a voi fa comodo vederlo sempre penalizzato, è l’unico modo per i vostri pupilli di stargli davanti.
      Mi dispace, ma è così.
      Nessuno ha pensato che forse un pilota quando sta a 300 all’ora non semnpre si può concentrare sulle bandiere gialle o blu.
      Bisogna avere il buon senso di capire e questo buon senso la giuria spesso l’ha usato per altri piloti, ..ma quando si tratta di Lewis….pollici giu! sempre!
      Credo che Malcom X avesse ragione…l’unico modo è il pugno di ferro!
      Alla Mc Laren però fa comodo così…perchè il loro pupillo Button….così può stare davanti ad Amistar….
      Fratello…tieni duro….per te doppio lavoro..ma alla fine vincerai!!
      E’ passa alla ferrari..così niente più penalità.. e sai già perchè!
      Ma povero nando…lui non vuole..se no..per lui augelli senza zucchero!!!

      • Fernando

        28 ottobre 2011 at 11:55

        … come sai far bene la vittima, sembri Hamilton!

      • michele

        28 ottobre 2011 at 12:01

        Ai tempi di gil…sicuro..tu saresti stato tra coloro che lo volevano in croce…
        Ma ricorda che chi giudica un giorno verrà giudicato..e …si porta dietro il peso delle proprie decisioni..sempre!
        La F1 è bianca…io sono bianco e pure tu…allora?
        abbasso i neri?
        alla Mc L dico..contintuate così..che tra un pò al vostro lewis lo metteranno a pulire la pista prima e dopo la corsa e poim a raccogliere il cotone!!!

    • michele

      28 ottobre 2011 at 12:09

      @VICTOR
      Ti voglio bene.
      Ora devo chiudere…
      saluti.. e riflette qualche volta..non lasc iatevi portare sempre dal campanilismo, e dalla tifoseria!

  5. enzo

    28 ottobre 2011 at 10:43

    Io cercherei di far funzionare il cervello di ginetto visto la penalità che ha beccato….bah…mi pare di rivedere un altro mansell…molto talento ma zero cervello….i mondiali non si vincono di certo cosi.

    • Beppe (tifoso RedBull)

      28 ottobre 2011 at 12:35

      Il paragone sembra proprio azzeccato a volte Lewis sembra il Nigel Mansell del 21 secolo, giusto per vincere i mondiali occorre anche un minimo di testa non serve solo il piede pesante.
      Per info chiedere a Nigel!!

      Beppe

      • Francesco Petri

        28 ottobre 2011 at 14:50

        bè alla fine Mansel un titolo lo vinse! certo nel 1992 non aveva rivali, ma se avesse fatto di nuovo delle ca***te ecco che il titolo poteva vincerlo poi Patrese. e poi nn dimentichiamo che nell’86 e nell’87 ebbe pure della sfiga.
        a Me Lewis sembra + un nuovo Montoya (anche se nn gli auguro di fare la stessa fine), xkè come JPM pure lui corre in un epoca in cui le regole sono molto + rigide e certe manovre sono molto meno convenienti. ai tempi di Mansell certi modi di guidare li avevano un pò tutti, certo ki + e ki –

      • Frenk

        28 ottobre 2011 at 20:02

        Mansell nel 21° secolo?
        Forse hai gaffato Beppe caro…

      • fabrizio

        28 ottobre 2011 at 20:16

        Beh Mansell nel 1986 ed 87 aveva la vettura migliore del lotto e riusci’ a perdere in entrambe le stagioni.Piquet era palesemente piu lento di lui ma vinse d’astuzia.Nel 1992 non poteva perdere quel titolo..il team lavorava per Mansell e Patrese era il n.2 dichiarato.Nigel era comunque piu veloce del padovano.

  6. Loris

    28 ottobre 2011 at 11:10

    Dopo i cani ci saranno le pantegane?

  7. Jimmyeu

    28 ottobre 2011 at 12:38

    tarpare le ali, non voglio che voli questo autentico fuoriclasee; non c’è bisogno di commissari super pagati e ammantati di grande esperienza, mandate dei nostri vigili urbani!

  8. Sembee

    28 ottobre 2011 at 12:52

    Ok abbiamo capito: la Ferrari non può chiudere la stagione con un solo GP vinto (e vinto grazie ad una proibizione regolamentare ad hoc, sennò manco quello vinceva), perchè sennò Montezemolo piange e Santander pure, e allora iniziano le grandi manovre per consegnare d’ufficio la vittoria di questo GP alla Ferrari.
    Bravi, questo sì che è sport, complimenti 😉 !!!

    • Benni ( tifoso Ferrari )

      28 ottobre 2011 at 13:07

      tu hai problemi

    • Frenk

      28 ottobre 2011 at 20:04

      Mi dispiace ma sono d’accordo con Benni,che c’entra la Ferrari con gli errori di Lewis?

  9. altair

    28 ottobre 2011 at 13:07

    l’assioma tifoso di Hamilton = idiota continua, purtroppo, a confermarsi.

    • michele

      28 ottobre 2011 at 19:51

      @Altair
      ora stai esagerando…
      Pensa ai tuoi di campioni…bravi solo a farsi pugnette aspettando che arrivi la penalità per fottere la prima fila a Gil!!!
      e poi altair è il nome di una stella,. la docicesima in potenza nel cielo quasi di quinta magnitudo, e tu proprio tutto sei tranne una luce…. che brilla di suo…

      • Frenk

        28 ottobre 2011 at 20:05

        Già,invece tu brilli di tuo?

  10. controaltare

    28 ottobre 2011 at 13:30

    Non credo proprio che tutti i tifosi di Hamilton siano idioti!

    • Frenk

      28 ottobre 2011 at 20:06

      Molti sì,visto che non sanno riconoscere quando Lewis scantona…

  11. Francesco Petri

    28 ottobre 2011 at 14:20

    ho letto ora ke un cane è entrato in pista. Di chi parlavano, di Chandok o di Karthykeian?

  12. Victor

    28 ottobre 2011 at 15:58

    finchè Todt che è sempre a libro paga Ferrari sarà alla FIA (federazione internazionale assassini) vedremo solo porcherie di questo genere per fa vincere una scuderia che di fatto in pista non riesce a vincere più niente….

    • michele

      28 ottobre 2011 at 19:47

      Bel colpo Victor!!!!

      • Frenk

        28 ottobre 2011 at 20:07

        Bel colpo a tutti e due,complimenti…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati