GP Brasile: Webber vince l’ultima gara della stagione

GP Brasile: Webber vince l’ultima gara della stagione

Mark Webber ha vinto il Gran Premio del Brasile di Formula 1, ultima gara della stagione 2011. Ad Interlagos il pilota della Red Bull ha preceduto il compagno di squadra, Sebastian Vettel, rallentato da problemi al cambio. Terzo posto per Jenson Button (McLaren) davanti alle Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa. Ritiro per Lewis Hamilton a causa di un problema al cambio. Sesto posto per Adrian Sutil (Force India) davanti alla Mercedes di Rosberg e all’altra Force India di Paul di Resta. Nono posto per Kamui Kobayashi (Sauber), decimo per Vitaly Petrov (Renault).

Cronaca
Partenza con pista asciutta e gomme soft per tutti. Al via Vettel ha mantenuto il comando davanti a Webber, Button, Alonso, Hamilton Massa, Rosberg, Sutil, Senna e Di Resta. Al secondo giro Schumacher ha superato lo scozzese alla prima curva rientrando in top 10 mentre Barrichello dopo il via è precipitato dalla 12ma alla 20ma posizione.

Vettel ha subito imposto un ritmo indiavolato rifilando 2″5 a Webber al quarto giro mentre Alonso ha iniziato a disturbare Button. Al decimo giro Schumacher attaccato e affiancato Bruno Senna all’esterno sul rettilineo principale. I due alla prima curva sono arrivati al contatto e il tedesco ha avuto la peggio forando la sua gomma posteriore sinistra. All’11mo giro Alonso ha superato Button con una bella manovra all’esterno della Ferradura portandosi in terza posizione. Costretto a rientrare ai box Schumacher ha montato un nuovo set di gomme soft tornando in pista in ultima posizione.

Al 14mo giro la Red Bull ha comunicato a Vettel un problema al cambio chiedendo al tedesco di anticipare la cambiata in seconda. Button è stato il primo dei top driver a fermarsi ai box al 15mo giro tornando in pista in settima posizione.

Poco dopo è toccato ad Alonso e Hamilton fermarsi ai box e al 18mo giro anche a Vettel. Poco dopo i commissari hanno comminato un drive-through a Senna per la collisione con Schumacher. Al 19mo giro Webber si è fermato ai box lasciando il comando a Massa, seguito da Vettel.

Il tedesco si è avvicinato al brasiliano e al 21mo giro l’ha superato agilmente portandosi di nuovo al comando. Massa è poi rientrato ai box al 22mo giro.

Dopo la prima tornata di soste ai box Vettel comandava quindi la gara con 2″8 di vantaggio su Webber, 7″2 su Alonso. Il ferrarista precedeva Button, Hamilton e Sutil.

Al 23mo giro Timo Glock è stato costretto al ritiro dopo aver perso la gomma posteriore sinistra in pitlane, fissata male dopo la sosta.

I problemi al cambio hanno costretto Vettel a rallentare e Webber si è portato a 1″4. Ritiro per Maldonado dopo un testacoda. Al 29mo giro Vettel ha alzato il piede lasciando passare l’australiano. Al 31mo giro Button ha iniziato la seconda tornata di pitstop montando la mescola più dura. Hamilton è rientrato al 34mo giro per montare ancora gomme morbide. Poco dopo anche Schumacher ha completato la sua sosta mentre Hamilton è rientrato in sesta posizione alle spalle di Button.

Gomme soft anche per Alonso che è tornato in pista in terza posizione alle spalle delle due Red Bull mentre anche Hamilton ha accusato un problema al cambio. Webber è rientrato al 39mo giro montando ancora gomme morbide. Button ha superato Massa portandosi in quarta posizione mentre Vettel ha montato a sua volta gomme morbide tornando in pista in seconda posizione alle spalle di Webber.

Hamilton, ritrovatosi alle spalle di Massa per diversi giri, ha scelto di anticipare la terza sosta montando gomme medium al 44mo giro. Al 46mo giro anche Massa si è fermato ai box montando la mescola più dura. Il brasiliano è tornato in pista in quinta posizione davanti ad Hamilton. L’inglese è stato poi costretto al ritiro dai problemi al cambio.

Al 53mo giro Button si è fermato a sorpresa per la sua terza sosta montando ancora gomme medie. Strategia identica anche per Schumacher. Alonso si è fermato per la terza sosta al 55m o giro tornando in pista in terza posizione davanti a Button e Massa. Al 59mo giro anche Webber ha montato gomme medie. Poco dopo è toccato a Vettel completare l’ultima sosta lasciando il comando a Webber mentre Button si è avvicinato rapidamente ad Alonso.

L’inglese ha attaccato e superato il pilota della Ferrari usando il DRS al 62mo giro. Vettel è stato autore di un fuoripista senza conseguenze alla curva 5. Ritiro per Tonio Liuzzi al 65mo giro.
Webber è quindi andato a vincere ottenendo il giro più veloce anche all’ultimo giro con 1.15.324. Secondo posto per Vettel davanti a Button, Alonso, Massa, Sutil, Rosberg, Di Resta, Kobayashi e Petrov. 11ma e 12ma posizione per le Toro Rosso di Alguersuari e Buemi, 13mo Perez con la Sauber davanti a Barrichello. Solo 15mo Michael Schumacher.

F1 GP Brasile, Interlagos, Risultati e ordine di arrivo

Pos  Pilota        Team                       Tempo
 1.  Webber        Red Bull-Renault           1h32:17.434
 2.  Vettel        Red Bull-Renault           +    16.983
 3.  Button        McLaren-Mercedes           +    27.638
 4.  Alonso        Ferrari                    +    35.048
 5.  Massa         Ferrari                    +  1:06.733
 6.  Sutil         Force India-Mercedes       +    1 giro
 7.  Rosberg       Mercedes                   +    1 giro
 8.  Di Resta      Force India-Mercedes       +    1 giro
 9.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +    1 giro
10.  Petrov        Renault                    +    1 giro
11.  Alguersuari   Toro Rosso-Ferrari         +    1 giro
12.  Buemi         Toro Rosso-Ferrari         +    1 giro
13.  Perez         Sauber-Ferrari             +    1 giro
14.  Barrichello   Williams-Cosworth          +    1 giro
15.  Schumacher    Mercedes                   +    1 giro
16.  Kovalainen    Lotus-Renault              +    2 giri
17.  Senna         Renault                    +    2 giri
18.  Trulli        Lotus-Renault              +    2 giri
19.  D'Ambrosio    Virgin-Cosworth            +    3 giri
20.  Ricciardo     HRT-Cosworth               +    3 giri

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

79 commenti
  1. Malaika

    27 Novembre 2011 at 19:40

    va bè va bè,Alonso è sempre il migliore il pilota che lotta sempre fino all’ultimo,nessuno però ricorda che nel 2006 ha vinto un mondiale con una gran fortuna se Schumy non avesse rotto il motore a Suzuka e non fosse successo quello che è successo in Brasile,per non parlare della squalifica datagli a Montecarlo ……resta il fatto che Alonso lo considero un buon pilota molto fortunato,ma a poco che vedere con i grandi campioni della storia uno su tutti MICHAEL SCHUMACHER……..

    • strige

      27 Novembre 2011 at 19:44

      anche io lo penso, ma devi sapere che alonso adesso è in ferrari (quindi c’è pure la componente ferrari, quindi va tifato sempre e comunque), se lo dicevi quando era in mclaren o in renault ti avrebbero dato ragione. Questa è la vita.

      (e con questa frase mi sa che come minimo mi becco 30 pollici rossi contro 1/2 di verdi xD)

      • Red john

        27 Novembre 2011 at 21:14

        strige toglimi una curiosità, quanti anni hai e da quanto segui la formula 1?

      • faber

        27 Novembre 2011 at 21:57

        strige, già una volta avevamo parlato a questo riguardo, ma vedo che ci ricaschi sempre. ora, io penso che tifare ottusamente alonso perchè è in ferrari non sia meno sciocco del non riconoscerne i meriti per antipatia, cose dette/fatte nel passato, etc.
        anche a me certe cose successe non sono andate giù, ma oggi mi chiedo dove sarebbe la ferrari senza di lui. vedo l’impegno che sta mettendo per portare questa macchina ad un livello che forse non è il suo, e sono felice che oggi corra con noi. questa stagione l’ha corsa ad un livello, con un intensità ed una continuità tale da far rimpiangere che la macchina fosse così scarsa, specie ad inizio stagione.
        ps, non sto nemmeno a darti il pollice verso, stammi bene

      • strige

        27 Novembre 2011 at 22:19

        ma guardate che stavo giustificando voi altri. mica stavo attaccando alonso. ho scritto che adesso alonso, grazie anche al tifo dovuto verso la ferrari, viene tifato nel bene e nel male perchè pilota ferrari. Se malaika avesse scritto che alonso non è a livello dei campioni quando era in renault o in mclaren (ho pure volutamente omesso minardi perchè è una scuderia italiana) il giudizio sarebbe stato lo stesso che ha dato lui.

        non ho attaccato alonso, anzi, gli ho dato una spiegazione sul perchè viene sostenuto. ho scritto qualcosa di errato?

        (e anche con questa spiegazione, se non vengo moderato, mi ribecco nuovamente 30 pollici rossi?)

      • strige

        27 Novembre 2011 at 22:25

        @faber: sul fatto che quest’anno abbia corso egregiamente, non mi pare di aver mai detto il contrario. è da metà mondiale che ripeto, con la vettura dell’anno scorso e con l’alonso di quest’anno avrebbe vinto il mondiale 2010 con qualche gp di anticipo. Quando facevo i complimenti ad alonso nessuno mi considerava, appena lo criticavo tutti a darmi su. così ho deciso di smettere di parlare di lui. Ho solamente spiegato perchè alonso viene tifato dal popolo rosso, non ho detto che lui è scarso, che è antipatico o altro, ho solo detto, visto che sta in ferrari, bene o male va tifato, in quanto siete tifosi FERRARI.

      • TIFOSO ALONSO E RAIKKONEN

        27 Novembre 2011 at 22:48

        @strige
        è normale che ti becchi i pollici in giù spari delle cavolate bestiali !!
        cosa diavolo c’entra che adesso è in ferrari, se uno è forte lo è anche se corre per gli altri e fernando già ai tempi della renault dei 2 mondiali era superiore alla concorrenza

      • faber

        28 Novembre 2011 at 05:35

        @strige
        Malaika “resta il fatto che alonso lo considero un buon pilota, molto fortunato, ma a (qui manca l’h)poco che (qui manca una a) vedere con i grandi campioni del passato”
        srtige “lo penso anch’io”
        ecco, se dicessi “hamilton è una pippa”
        oppure “vettel vince solo perchè è su una RB”
        sarei come voi.
        poi fate quante acrobazie volete con le parole, se mi volete rispondere sono qui

    • TIFOSO ALONSO E RAIKKONEN

      27 Novembre 2011 at 22:46

      giustamente voi del 2006 ricordate solo suzuka perchè vi fa comodo e non ricordate ungheria 2006 dove era primo con una valanga di secondi di vantaggio sul secondo, oppure monza dove era terzo o cina dove hanno buttato nel WC una vittoria sicura.
      aggiungete questi punti e quelli di suzika e vedrete che il divario sarebbe aumentato ancor di più

    • Public Image ltd( tifoso hamilton e alonso)

      28 Novembre 2011 at 13:36

      ha vinto un mondiale con una gran fortuna se Schumy non avesse rotto il motore a Suzuka e non fosse successo quello che è successo in Brasile,per non parlare della squalifica datagli a Montecarlo.
      ma basta con queste fesserie!!! prima di sparare certe idiozie dovresti almeno andarti a rivedere il mondiale 2006.

      1)a metà campionato la fia vietò il mass damper intorno al quale era progettato la renault penalizzandola pesantemente, è un po’ come se quest’anno avessero vietato gli scarichi soffiati ,sistema intorno al quale la redbull è stata progettata( nella gara in cui non sono stati usati stranamente la redbull non era la più veloce)
      2)1 2 1 2 2 1 1 1 1 5 2 5 Rit 2 Rit 2 1 2 posizione finale di alonso in tutte le gare del 2006…guardale bene ti sembra un modiale vinto con fortuna?????un mondiale non meritato?
      3)montecarlo? palese furbata tentata da michael, vai a rivedertela…

      4) a monza alonso con 12 punti di vantaggio su schumi fu retrocesso di 5 posizioni in griglia ingiustamentee per blocco su massa, vai a rivederti le immagini fu una sanzione scandalosa, poi fuse il motore, e senza questo ritiro i giochi sarebbero stati quasi chiusi.

  2. anonimo

    27 Novembre 2011 at 19:42

    comunque non fate paragoni con il cambio di Senna nel 91, ne l’ingegnere della red bull, ne nessun’altro…Ayrton non riusciva ad innestare le marce.. e non come Vettel che riusciva a farlo solo con il piccolo accorgimento di non tirarle fino a 18 mila giri, ma bensì a 15 mila… e poi Ayrton aveva il cambio manuale…

    • Max (tifoso Ferrari)

      27 Novembre 2011 at 20:51

      Basta vedere i due piloti a fine gara. Senna l’hanno dovuto tirare fuori dalla macchina da quanto era sofferente, Vettel era bello fresco.
      Che brutto paragone che hanno usato quelli della RB.

  3. a......

    27 Novembre 2011 at 19:44

    E quando la Ferrari ordinó a barrichello di far passare Schumacher all’ultima curva per farlo vincere, e poi fecero quel penoso teatrino sul podio, quello non lo ricordate vero…?!
    Rosiconi

  4. a......

    27 Novembre 2011 at 19:48

    Grandissima RB
    Non apprezzate lo stile…!
    Rosiconi…!

    • Max (tifoso Ferrari)

      27 Novembre 2011 at 20:52

      Stile:
      Mark risparmia benzina! (deve passare Vettel)
      Sebastian abbiamo problemi al cambio (deve passare Webber)

      • Francesco

        28 Novembre 2011 at 11:57

        eh, si, ma si ricordano solo le figuracce degli altri, quelle della RB si dimenticano in fretta…

  5. MicroIce

    27 Novembre 2011 at 20:47

    Oggi mi vergogno di essere tifoso RedBull: questa pagliacciata non me la sarei mai aspettata da Chris Horner…..

  6. michele

    27 Novembre 2011 at 20:48

    Me lo potevano dire prima che cal…… Lewis che me ne andavo da qualche parte…altro che teatro!!!
    Cal…. un Prìncipe per una questione di soldi…sempre e solo loro…che è pur vero che fan girare il mondo.
    Ma i prìncipi sono i prìncipi…e vengono sempre prima di tutto!!! (accento sulla prima i)

    • michele

      27 Novembre 2011 at 20:49

      Non te la prendere Principe Lewis..che per te verranno giorni di gloria!!!!!!!!!!

  7. Giano

    27 Novembre 2011 at 20:53

    ok … i signori della RB si sono permessi di vincere tutto. quello che mi fa rabbia è che abbiano battuto la ferrari alla grande. proporrei di togliere il nome fiat, per scaramanzia, dalla ferrari perché da quando è stato messo la rossa non ha più vinto –

    • strige

      27 Novembre 2011 at 21:17

      purtroppo la ferrari è della fiat e la fiat è della exor. Più che altro penso che da quando hanno tolto lo stemma o iconografia della marlboro, la ferrari abbia perso un po’ di fascino e di fortuna.

  8. Amos (Tifoso Sutil)

    27 Novembre 2011 at 20:55

    Ho solo due cosa da dire..
    GRAZIE ADRIAN..Grazie per quest’ultima grandissima gara.. (a nessuno importerà…)

    e infine un bel VAFF a Pino Allievi.. che dice “Sutil sale, tutti diranno ma chi lo conosce Sutil? di che Nazionalità è? non ride mai ecc..

    Sono cose da dire???

  9. Marcello

    27 Novembre 2011 at 21:04

    Allievi ha punito ancora Schumi,
    i suoi tifosi non han più lumi!

    Ecco il POETA che è tornato,
    di me nessun si è liberato!

    • sgog tifoso shumy e ferrari

      27 Novembre 2011 at 22:23

      molto bella, quante ore ci hai messo per mettere giu 4 righe squallidissime? nieente di meglio da fare?

    • TIFOSO ALONSO E RAIKKONEN

      27 Novembre 2011 at 22:50

      me ne ero accorto già da ieri che era lui ..
      bentornato poeta

  10. lemmy

    27 Novembre 2011 at 21:07

    Mamma mia gente…che i tifosi della ferrari ora si mettano a fare i moralisti contro i presunti ordini di squadra degl’altri,è davvero il top!!! avete reso la F1 ridicola con i vostri ordini di scuderia dati in modo scellerato e spesso vergognosamente stupido! se ora che la rossa non è buona a far macchine vincenti,non trovate nulla di meglio da fare che criticare chi vi ha massacrato,siete alla fruttona!!!!! 🙂

    • strige

      27 Novembre 2011 at 21:20

      per me, alcuni ferraristi, si lamentano della stile con cui è stato fatto il giochino. premettendo che non sappiamo se era vero o meno il problema al cambio, ma se dicevano, vettel fai passare webber sarebbe stato più bello da sentire. tutto qua.

    • TIFOSO ALONSO E RAIKKONEN

      27 Novembre 2011 at 22:55

      noi non facciamo i moralisti, solo che quando è stato fatto l’anno scorso tutti ad andar contro alla ferrari ed oggi è tutto normale.
      per me era normale lo scorso anno come lo è stato oggi

  11. Laura

    27 Novembre 2011 at 22:32

    Che buffonata quella della Red Bull di oggi. Fernando è un grande, che sorpasso su Button senza nemmeno il DRS, non finirò mai di ringraziarlo abbastanza per tutto quello che riesce a dare e a tirare fuori da una vettura ridotta alla mediocrità. Speriamo in un 2012 migliore. Forza Ferrari sempre!!!

  12. Marcello

    27 Novembre 2011 at 23:13

    Oh d’auto tifosi, belli e brutti!
    Non si può certo piacere a tutti!

    Per chi gudica in rima abbiate rispetto,
    ne’ impuro ne’ bestemmia ho mai detto!

    Solo verità vuol uscir da mia ore!
    Per alcuni non dolce come le more!

    Allietovvi io stesso con mia tastiera!
    Pur se autunno vi parve primavera!

    Schumi non fece quanto predetto,
    chi promette e non tien appare inetto!

  13. fere

    28 Novembre 2011 at 00:20

    vettel oggi senza quella messa in scena avrebbe sicuramente dominato e a mark lo avrebbe rivisto alla fine…quello di oggi è stato un regalino per mark e a mio modesto parere anche un modo per sottolineare ancora di piu il divario tra seb e mark,se seb non avesse avuto il falso guasto sarebbe stato davanti al compagno di squadra a dimostrazione che solo così poteva vincere cmq a stagione finita dico che l anno prossimo se vettel continua così saranno guai per gli avversari perchè se l anno scorso era un po acerbo ora ha rggiunto una sicurezza e una maturità disarmante se dovessi scommettere per l anno prox faccio il suo nome…

  14. Slauzy

    28 Novembre 2011 at 02:44

    Quest’ultimo gran premio è stato completamente inutile, potevano terminare il campionato subito dopo la vittoria di Vettel e la RB. 70 giri di noia estrema per per vedere la consacrazione di Webber (non molto veritiera).

  15. Michele Antonelli

    28 Novembre 2011 at 22:52

    Una cosa mi consola. La messa in mora dell’ipocrisia e del moralismo del Team Manager della RB.
    Con l’ordine malcelato di scuderia sanciscono il benvenuto nella F1. Meglio sarebbe stato evitare la patetica sceneggiata del cambio. Un ordine di scuderia così era anche ovvio e prevedibile.
    Almeno per il prossimo anno ci risparmiassero l’ovvio e i moralismi da fine ottocento.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati