Formula 1 | Weber ricorda l’inverno del 2009: “Sconsigliai a Schumacher di firmare per la Mercedes”

"Gli ho chiesto esplicitamente di non farlo, ma lui voleva tornare a guidare", ha aggiunto

Formula 1 | Weber ricorda l’inverno del 2009: “Sconsigliai a Schumacher di firmare per la Mercedes”

In una chiacchierata concessa alle colonne del giornale Abendzeitung, Willi Weber è tornato sul matrimonio sancito tra Michael Schumacher e la Mercedes durante l’inverno del 2009, sottolineando come la scelta di tornare in Formula 1 sia stata fortemente voluta dal tedesco, deluso per il passaggio a vuoto con Ferrari di qualche mese prima.

Il sette volte Campione del Mondo, ricordiamo, era stato scelto da Luca Cordero di Montezemolo per la sostituzione di Felipe Massa, fermo ai box a causa dalla molla di Budapest, ma gli strascichi dovuti a un vecchio incidente in moto non gli hanno permesso di salire a bordo della F60, portando quindi il team di Maranello a optare dapprima per Luca Badoer e successivamente a scommettere su Giancarlo Fisichella.

Da notare che l’ex Manager, tornando sulla questione Mercedes, sconsigliò al tedesco di tornare al volante, così da evitare rischi legati all’immagine. Una dritta che Michael ignorò del tutto.

Ecco le parole di Wili Weber: “Non ho consigliato a Michael di tornare in Formula 1. Anzi, l’ho chiamato e gli ho chiesto di non farlo. Aveva tutto da perdere. Era un sette volte campione del mondo senza nulla da dimostrare. Ho cercato di farlo ragionare, ma lui voleva fortemente tornare a guidare. Ho pensato che per lui andasse bene, ma l’avrebbe fatto senza il mio supporto”.

Alla domanda se questa disputa abbia inacidito la loro relazione, Weber ha risposto: “Niente affatto. Avevamo ancora un contratto fino al 2014, ma non volevo più andare in giro per il mondo. Nella vita tutto ha il suo tempo e io e Michael abbiamo collaborato per quasi vent’anni. Non si poteva riportare indietro la vita del passato. Ci separammo da amici e comunque abbiamo parlato centinaia di volte al telefono, vedendoci anche per dei caffè e delle cene”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati