Formula 1 | Ora è ufficiale: McLaren e Petrobras insieme dalla stagione 2019

La compagnia brasiliana lavorerà sullo sviluppo di carburanti e lubrificanti

Formula 1 | Ora è ufficiale: McLaren e Petrobras insieme dalla stagione 2019

Dopo le indiscrezioni riportate nella mattinata di ieri, è arrivata l’attesa ufficialità: la McLaren ha stretto per il 2019 una partnership tecnica con la compagnia petrolifera brasiliana Petrobras. L’accordo – riporta il sito ufficiale della scuderia di Woking – prevede una collaborazione tecnologica per lo sviluppo di carburanti e lubrificanti: la partnership, inoltre, potrà anche essere estesa ad altre aree strategiche, come la condivisione di tecnologie tra le parti. Il marchio Petrobras sarà esposto sulle vetture, sulle divise e sulle strutture fisiche della scuderia.

Come parte dell’accordo, Petrobras, attraverso il suo centro di ricerca CENPES, svilupperà benzina e lubrificanti per motori, che verranno poi utilizzati dal team inglese nelle gare della stagione 2019. L’azienda avrà un laboratorio nel garage della McLaren durante le sessioni di prove e le gare, così da poter analizzare in tempo reale le prestazioni del carburante.

Pedro Parente, CEO di Petrobras, ha dichiarato in merito a questa collaborazione: “Le partnership sono strategiche per Petrobras. Le tecnologie sviluppate per la Formula 1 saranno trasferite ai prodotti che offriamo ai nostri clienti: essere all’avanguardia nello sviluppo di carburanti e lubrificanti è un valore per la nostra azienda, per i suoi azionisti e per i nostri clienti”.

Questo, invece, il commento di Zak Brown, direttore esecutivo della McLaren: “La passione del Brasile per la Formula 1 è leggendaria: questo Paese ha prodotto alcuni dei nomi più iconici della storia della Formula 1. Siamo lieti di approfondire la nostra relazione con i fan brasiliani della F1 attraverso la partnership con Petrobras, un marchio di punta per la nazione”.

Federico Martino

Formula 1 | Ora è ufficiale: McLaren e Petrobras insieme dalla stagione 2019
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati