Formula 1 | L’Autodromo di Imola multato per eccessivo rumore durante un evento Red Bull

Lo scorso 12 ottobre Max Verstappen è sceso in pista con la RB9 del 2013

Formula 1 | L’Autodromo di Imola multato per eccessivo rumore durante un evento Red Bull

E’ incredibile quanto accaduto nei giorni scorsi all’Autodromo di Imola. Il tracciato dovrà pagare una multa di 500 euro per eccessivo rumore nel corso di un evento Red Bull dello scorso ottobre, quando Max Verstappen portò in pista la RB9 di Sebastian Vettel del 2013, il tutto qualche giorno dopo la vittoria mondiale dell’olandese a Suzuka. Stiamo parlando di una vettura dotata di motore V8 aspirato Renault, quindi molto più rumoroso degli attuali V6 ibridi, e per questo motivo i sensori di inquinamento acustico presenti nella zona hanno rilevato un superamento della soglia stabilita.

“L’evento Red Bull è stata l’unica occasione in cui il circuito ha fatto troppo rumore nell’ultimo anno – ha detto Elena Penazzi, consigliere del comune di Imola. Il 12 ottobre la Red Bull si è presentata con una vettura più vecchia di quella attuale e il limite è stato superato, ma parliamo davvero di pochi giri”.
Fa sorridere, amaramente, questa disavventura per l’Autodromo di Imola, il quale negli anni ha dovuto subire anche le lamentele dei residenti e che hanno scelto di comprare casa da quelle parti per il troppo rumore in diversi weekend di gara. Insomma, si poteva anche provare a cercare casa altrove, no? Si dice che il circuito non abbia alcuna intenzione di pagare l’ammenda e andrà quindi a contestarla, e pensare che negli anni 80/90/2000 giravano bolidi con motori V10 e V12 tutti insieme.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati