Formula 1: I team hanno trovato un accordo sul nuovo format di qualifiche

Formula 1: I team hanno trovato un accordo sul nuovo format di qualifiche

Le undici squadre di F1 hanno trovato un accordo sul format delle qualifiche per il 2014. Recentemente, in una riunione alla prima prova del Bahrain, i principali attori di questo sport hanno lavorato per garantire una qualifica emozionante nella nuova era dei V6.

Tra le modifiche, ci sarebbe una proposta di un ulteriore set di gomme morbide per coloro le vetture in ‘Q3’, mentre i piloti giunti in Q2 otterrebbero un ulteriore set per la gara.

Alcuni media riportano che dopo l’ok delle squadre la proposta sarà ora inviata al World Motor Sport Council per l’approvazione.

“Potrebbe essere messa nero su bianco per la fine della settimana”, ha detto il corrispondente Michael Schmidt.

Formula 1: I team hanno trovato un accordo sul nuovo format di qualifiche
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. mingo57

    24 febbraio 2014 at 11:32

    Come per le moto gp, le qualifiche questa’anno non serviranno ad un bel niente.

  2. stefanoabbadia

    24 febbraio 2014 at 11:54

    Come da anni sostengo le qualifiche dovrebbero essere tali ovvero:
    in qualifica vorrei vedee il pilota più veloce sul giro secco con la vettura piu veloce in assetto da qualifica e con le gomme piu idonee alla qualifica, una volta erano bellissime:
    si girava un’ora tutti insieme o quando si voleva ma nell’arco dell’ora e senza limitazione di giri, gomme e motori (stupendi i mostri da qqualifica).
    si vedeva davvero il pacchetto piu veloce in qualifica che poi magari in gara non si rivelava tale ma in qualifica era bellissimo

    Ora vediamo:
    dele vetture in qualifica che pensano alla convenienza nel fare la pole o rinunciare alla massima prestazione per risparimiare un treno di gomme…un motore… o poter modificare l’assetto rinunciando allo schiramento o altre tristezze…

    • alex ferrarista

      24 febbraio 2014 at 12:41

      peccato che in unora di qualifica le macchine giravano gl ultimi 10 minuti proprio bello x uno che a pagato il biglietto

      • Federico Barone

        24 febbraio 2014 at 13:07

        Non era proprio così. Non erano 10 minuti e ciò avvenne solo negli ultimi anni di quel sistema.

        Certo quello fu un problema. Per la cui soluzione quale però furono (e continua ad essere così) date risposte sbagliate.

  3. Ele (mclaren)

    24 febbraio 2014 at 12:15

    ..negli ultimi anni si è visto i team guardare alle prove libere e alle qualifiche con risparmio..chi è andato a vedere le prove libere dal vivo o le qualifiche si sarà accorto che ci sono dei momenti di vuoto..di fermo totale..questo perchè hanno i set di gomme limitate (motori con durata limitata) e secondo me non è giusto..
    come qualcuno ha già detto bisogna mettere i piloti nella situazione di spingere al massimo senza limiti legati ai consumi..quindi ben venga l’idea di dare un set in più a chi approda nella Q3..

  4. Charlie Pederzoli

    24 febbraio 2014 at 13:14

    Per me la scelta più bella era dare per la Q1 un set di gomme nuove ai team di terza fascia..mentre a quelli più forti l’obbligo di usare solo gomme già usate….francamente sono scettico in generale…cosa si inventano di cambiare le cose…mah

  5. Jess

    24 febbraio 2014 at 14:45

    Effettivamente le qualifiche da qualche anno lasciano molto a desiderare, la pole è spesso sacrificata. Erano più belle anni fa, anche se effettivamente il problema del “tutti fuori gli ultimi 10 minuti2 c’era.
    Personalmente mi piacerebbe rivedere la gente scannarsi per la pole, magari valorizzandola con dei punti validi per il campionato. Magari permettendo ai team di svincolare assetti, gomme e carburante dalla gara. tutti girerebbero con gomme da qualifica e sebatori vuoti. Per ovviare al problema del mancato spettacolo basterebbe lasciare ancora le tre manches, ma in ognuna il pilota cercherebbe il miglior tempo possibile, magari facendo la classifica sulla somma dei due migliori tempi ottenuti nelle tre manches.

  6. reaper

    24 febbraio 2014 at 17:08

    “Tra le modifiche, ci sarebbe una proposta di un ulteriore set di gomme morbide per coloro le vetture in ‘Q3′”

    ma che vuol dire?

  7. Slowtrack

    24 febbraio 2014 at 18:18

    Mi sembra un passo avanti. Ma nessuno ha parlato di abolizione del parco chiuso? Incomprensibile.

  8. FinnishDream

    24 febbraio 2014 at 22:33

    Io vedrei bene Q1 e Q2 come sono ora, ma chi entra nella Q3 ha a disposizione 2 giri veloci da solo in pista.. sarebbe più interessante piuttosto che vedere 10 macchine in 10 minuti che si accalcano come nel parcheggio dell’IKEA il sabato prima di Natale… Tra l’altro, anche dal punto di vista della godibilità delle qualifiche di chi guarda la tv se ne guadagnerebbe perchè or ain quei 10 minuti i registi non sanno mai chi seguire e quando, ed alla fine si vedono solo giri a spizzichi e bocconi di piloti random…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati