Formula 1 | GP Spagna, Minardi sulla situazione Ferrari: “Doveva essere il gran premio della verità”

Su Monaco ha aggiunto: "Per la Red Bull sarà difficile bloccare la supremazia di Hamilton e Bottas"

Minardi ha bocciato in toto gli aggiornamenti portati in pista dalla Ferrari, sottolineando come Vettel e Leclerc abbiano fallito un appuntamento cardine per il proseguo della stagione
Formula 1 | GP Spagna, Minardi sulla situazione Ferrari: “Doveva essere il gran premio della verità”

Nel suo classico approfondimento post gara, Giancarlo Minardi ha espresso una valutazione sul pesante KO accusato dalla Ferrari sul tracciato del Montmelò, sottolineando come le ottime prestazioni messe in mostra dalla SF90 durante i test invernali siano state solo una bellissima illusione.

Secondo quanto dichiarato dal Manager faentino, infatti, la Mercedes sta scrivendo qualcosa di assolutamente unico, visto che nelle prime cinque gare della stagione è riuscita a conquistare altrettante doppiette, raggiungendo un obiettivo mai centrato nella storia della Formula 1.

Per quanto riguarda Monaco, invece, Minardi ha puntato la lente d’ingrandimento sulla Red Bull motorizzata Honda, evidenziando però allo stesso come di come la Mercedes sarà ancora la vettura da battere.

“Quinta doppietta targata Mercedes in altrettanti gran premi, ma a preoccupare deve essere soprattutto il passo gara di Hamilton e Bottas, come si è evidenziato in particolare al rientro dalla safety car”, ha dichiarato Giancarlo Minardi al suo sito.

Sul Gran Premio della Ferrari ha aggiunto: “Doveva essere il gran premio della verità. Quest’inverno ci eravamo illusi, ma la realtà è ben diversa e nonostante gli sviluppi sul motore Ferrari, il quarto e quinto posto di Vettel e Leclerc sono un risultato difficile da digerire, poiché si è inserito anche Verstappen con la sua Red Bull”.

“Da un anno a questa parte l’olandese non commette errori e diventa un serio pretendente a conquistare a punti e piazzamenti importanti, fondamentali per la classifica costruttori del suo team”, ha invece affermato sulla gara di Max Verstappen.

Conclusione infine sul prossimo appuntamento di Monaco: “Tra quindici giorni si andrà a Montecarlo, appuntamento in cui il telaio è fondamentale a cui dobbiamo aggiungere un motore Honda in crescita. Nonostante tutto sarà difficile anche per loro fermare la supremazia Mercedes che lascia poco a qualsiasi giustificazione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati