Formula 1 | Ferrari, Mekies affiancherà Binotto nella gestione della squadra

Il francese assumerà un ruolo di primaria importanza a Maranello, ma le chiavi dello sviluppo resteranno in mano all'ingegnere italo-svizzero

Smentita l'ipotesi di uno sdoppiamento dei ruoli promossa da Flavio Briatore nelle ultime ore
Formula 1 | Ferrari, Mekies affiancherà Binotto nella gestione della squadra

La promozione di Mattia Binotto nel ruolo di team principal potrebbe portare Laurent Mekies a scalare le gerarchie all’interno della Gestione Sportiva. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport nell’edizione odierna, infatti, l’ex Ingegnere della FIA, subentrato in squadra solo poche settimane fa, dovrebbe diventare il braccio destro del nuovo Team Principal all’interno della GES, aiutandolo nella gestione dei rapporti interni alla squadra e nella comunicazione con i piloti.

Un ruolo da direttore sportivo che mancava dall’epoca di Stefano Domenicali e di Massimo Rivola. Per quanto riguarda la direzione tecnica del team, invece, Binotto continuerà ad avere tra le mani il ruolo di direttore tecnico, confermando di fatto la posizione assunta durante l’estate del 2016. Un doppio incarico che Briatore aveva escluso, ma che il comunicato stampa emesso ieri dalla Ferrari ha confermato in tutto e per tutto. Una scelta di grandissima responsabilità da parte dell’Ingegnere italo-svizzero, viste le numerose mansioni a cui dovrà offrirà il proprio contributo sia in termini politici che sportivi.

Vedremo nelle prossime settimane come si sistemeranno gli altri tasselli di questa nuova e sorprendente gestione.

Formula 1 | Ferrari, Mekies affiancherà Binotto nella gestione della squadra
4 (80%) 5 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

1 commento
  1. Victor61

    8 gennaio 2019 at 19:48

    e già peccato però che Mekies fino a 6 mesi fa lavorava per l’ufficio tecnico della FIA che è a conoscenza di tutti i segreti dei vari team di F1…se lo avesse ingaggiato qualcun altro sai che ragli d’asino che avremmo dovuto sentire…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati